DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022/ Tim Merlier ha vinto la 2^ tappa in volata!

- Mauro Mantegazza

Diretta Tirreno Adriatico 2022: Tim Merlier ha vinto la 2^ tappa della corsa, grande volata per il belga che ha preso la ruota di Sagan e ha staccato tutti. Filippo Ganna resta il leader.

Tirreno Adriatico gruppo Giro Tour
(immagine di repertorio)

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022: TIM MERLIER HA VINTO LA 2^ TAPPA!

Tim Merlier ha vinto la seconda tappa della Tirreno-Adriatico 2022. Grandi emozioni sino al traguardo: avevamo raccontato dell’azione di Davide Bais e Francesco Gavazzi, che dalla fuga originaria di cinque corridori si erano staccati sul GPM (vinto da Bais) per poi fare il vuoto in discesa. I due azzurri sono anche riusciti a prendere un minuto di vantaggio sulla concorrenza, ma poi il gruppo ha deciso di sciogliere ogni dubbio e si è ricompattato a circa 15 chilometri dal traguardo; a quel punto a provarci è stato Marc Soler, la sua azione sembrava poter essere decisiva perché il margine è rapidamente salito a 25 secondi, ma poi anche per lui non c’è stato alcunchè da fare e così si è arrivati alla volata per determinare la vittoria.

Le squadre si sono messe al lavoro per i loro velocisti; la TotalEnergies per Peter Sagan e la QuickStep per Ballerini, ma alla fine dal mazzo è spuntato Merlier che si è messo in proprio, ha sfruttato la ruota di Sagan e poi ha tagliato per primo il traguardo di Sovicille, precedendo Visma Olav Kooij e Kaden Groves. Alla fine per Sagan solo un quarto posto, davanti a Simone Consonni che è risultato il migliore degli italiani; Filippo Ganna, che aveva aiutato a chiudere il buco su Soler, è dunque sempre in testa alla classifica generale della Tirreno Adriatico 2022, con 11 secondi su Remco Evenepoel e 17 su Tadej Pogacar. (agg. di Claudio Franceschini)

TIRRENO ADRIATICO 2022: BAIS E GAVAZZI ALLUNGANO

Si movimenta la seconda tappa della Tirreno Adriatico 2022: il gruppo dei fuggitivi si è spezzato e ora Davide Bais ha tentato l’allungo solitario, andando a sorprendere Johnatan Canaveral con una grande azione che gli ha permesso di staccare anche il colombiano, che insieme a lui aveva allungato sugli altri tre compagni della fuga originaria. Poi Bais è transitato in solitaria sul GPM di La Pineta, dunque conquistando la maglia di leader degli scalatori nella Tirreno Adriatico 2022.

Abbiamo quindi un ottimo Francesco Gavazzi che è riuscito a rimontare su Canaveral e prima della discesa è andato a riprendere il connazionale e compagno di squadra, adesso dunque si tratta di una fuga a due con Umberto Marengo, Davide Gabburo e Canaveral che inseguono a circa 40 secondi, a dire il vero con il colombiano ancora leggermente staccato dagli altri e nelle ultime fasi sta aspettando di farsi riassorbire dal gruppo nel quale è presente anche il leader di classifica Filippo Ganna. Gruppo che non ha ancora dato tutto, ma all’arrivo manca ancora del tempo… (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022 (2^ TAPPA)

La diretta tv della Tirreno Adriatico 2022 sarà come sempre garantita in chiaro dalla Rai: l’appuntamento per l’odierna seconda tappa Camaiore Sovicille sarà per le sue fasi salienti dalle ore 16.15 su Rai Due, con la telecronaca di Francesco Pancani affiancato da Alessandro Petacchi, ma la copertura avrà inizio già dalle ore 15.00 su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando), dunque possiamo affermare che la copertura della Corsa dei Due Mari sarà eccellente sulla nostra tv di Stato.

Questo significa di conseguenza che la Tirreno Adriatico 2022 sarà disponibile per tutti anche in diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Rai Play, particolarmente preziosa per chi non potrà mettersi davanti a un televisore. La Tirreno Adriatico 2022 sarà però visibile anche sui canali e i servizi streaming di Eurosport, tuttavia riservati naturalmente agli abbonati in questo caso. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DELLA TIRRENO ADRIATICO 2022 SU RAI PLAY

TIRRENO ADRIATICO 2022: IL VANTAGGIO DIMINUISCE

Sono sempre cinque gli uomini in fuga nella seconda tappa della Tirreno Adriatico 2022. Francesco Gavazzi, Davide Gabburo, Davide Bais, Umberto Marengo e Johnatan Canaveral. Superati i primi 60 Km della corsa, questi battistrada continuano ad avere un vantaggio abbastanza consistente ma forse il gruppo sta iniziando a rispondere, consapevole anche del fatto che nella seconda metà di gara, e non manca molto, la strada inizierà a salire e pur non toccando mai grandi pendenze sarà particolarmente fastidiosa e magari selettiva, con parecchi saliscendi.

I cinque in fuga avevano avuto anche oltre 7 minuti di vantaggio sul gruppo del leader Filippo Ganna, ma come detto gli inseguitori hanno aumentato l’andatura e del resto i cinque fuggitivi stanno provando a gestire: in questo momento il margine è sceso sotto i 6 minuti e sembra mantenersi costante. Certo: è ancora sufficiente perché ci sia uno stravolgimento nella classifica generale (abbiamo detto che sarebbe Gavazzi a diventare il nuovo primo in graduatoria) ma la seconda tappa della Tirreno Adriatico 2022 può riservarci tante altre sorprese… (agg. di Claudio Franceschini)

TIRRENO ADRIATICO 2022: FUGA A 5

C’è già una fuga importante nella seconda tappa della Tirreno Adriatico 2022, quando mancano poco meno di 200 chilometri al traguardo. Si sono staccati abbastanza presto Mattia Bais, Umberto Marengo, Davide Gabburo, Jonathan Canaveral e Francesco Gavazzi; per il momento il gruppo osserva la situazione, il ritmo è alto ma i battistrada stanno aumentando il loro vantaggio, che in questo momento è superiore ai 4 minuti. Naturalmente, avendo percorso una sola tappa nella Tirreno Adriatico 2022, i distacchi in classifica sono assolutamente minimi ed è per questo motivo che attualmente la maglia di leader sarebbe sfilata dalle spalle di Filippo Ganna.

Gavazzi, che pure è soltanto 150esimo nella graduatoria della corsa, ha un ritardo di 2’13’’ dal vincitore della tappa di ieri e dunque, secondo questo aggiornamento, in questo momento sarebbe il nuovo ciclista al comando della Tirreno Adriatico 2022. Naturalmente però resta ancora molta strada da fare, il cammino è lungo e la seconda tappa si presta comunque agli arrivi in volata, i fuggitivi potrebbero venire ripresi prima del traguardo e dunque staremo a vedere quello che succederà… (agg. di Claudio Franceschini)

TIRRENO ADRIATICO 2022: SI COMINCIA!

Tutto è pronto per la seconda tappa Camaiore Sovicille della Tirreno Adriatico 2022, ricordiamo allora che un anno fa la seconda frazione della Corsa dei Due Mari era andata a Julian Alaphilippe, vincitore di lusso per la frazione che era partita da Camaiore per terminare a Chiusdino, località che verrà toccata anche oggi (sarà sede del traguardo volante). L’ordine d’arrivo vale più di mille parole per descrivere il valore di quella tappa: Alaphilippe infatti aveva vinto davanti a Mathieu Van der Poel e Wout Van Aert, con il belga che (grazie al successo in volata del giorno prima a Lido di Camaiore) aveva conservato il primato in classifica generale con 4” sullo stesso Alaphilippe e 8” su Van der Poel.

Si era trattato di una volta ma su un traguardo molto complicato, tanto che al quarto posto si piazzò un certo Tadej Pogacar, che avrebbe poi vinto la Tirreno Adriatico. Oggi il finale dovrebbe essere un po’ più semplice, ma lo spettacolo è comunque assicurato: parola allora alla strada, la seconda tappa Camaiore Sovicille della Tirreno Adriatico 2022 sta finalmente per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TIRRENO ADRIATICO 2022: TAPPA LUNGA E DI DIFFICILE LETTURA!

La diretta Tirreno Adriatico 2022 oggi martedì 8 marzo ci proporrà la sua seconda tappa Camaiore Sovicille di 219 km: si resta ancora in Toscana per la prima frazione in linea dopo la cronometro che ieri a Lido di Camaiore ha aperto questa edizione della Corsa dei Due Mari con la vittoria di Filippo Ganna, per l’ennesima volta straordinario nella sua specialità prediletta, che naturalmente è anche il primo leader della classifica generale, nella quale già si registrano distacchi a causa appunto della scelta di collocare in apertura della Tirreno Adriatico 2022 la prova contro il tempo, per cui ad esempio Remco Evenepoel e Tadej Pogacar sono già in primo piano per il successo finale.

Oggi ci attende una seconda tappa di notevole lunghezza e difficile lettura, perché non si annuncia particolarmente difficile ma avrà moltissimi saliscendi, di conseguenza i velocisti e le loro squadre dovranno faticare per arrivare a giocarsi uno sprint di gruppo a ranghi compatti sul rettilineo d’arrivo a Sovicille, perché saranno in tanti a voler attaccare per evitare invece una conclusione in volata. Una tappa incerta, anche perché la Tirreno Adriatico 2022 ha un cast di altissimo livello e ci sono molti nomi di spicco per entrambi gli scenari. Lo spettacolo di certo non mancherà, andiamo allora a scoprire tutto quello che c’è da sapere per seguire nel migliore dei modi la diretta Tirreno Adriatico 2022 oggi, nella seconda tappa Camaiore Sovicille.

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022: IL PERCORSO DELLA 2^ TAPPA

La diretta Tirreno Adriatico 2022 ci proporrà quindi oggi la seconda tappa Camaiore Sovicille di 219 km, una frazione che abbiamo già presentato come una tappa mista, che potrebbe essere aperta a diversi scenari. Innanzitutto, attenzione al chilometraggio notevole, dettaglio non di poco conto soprattutto in questa prima parte della stagione: ci sarà molto da pedalare fra le province di Lucca, Pisa e Siena. La partenza sarà da Camaiore alle ore 11.50 e per i primi 90 km sarà tutta pianura e sicuramente ci sarà bagarre per portare via la fuga da lontano.

Dopo circa 90 km il panorama cambierà: nessuna grande salita, ma negli ultimi 130 km praticamente non ci sarà più nemmeno la pianura, di conseguenza ci saranno una lunga serie di saliscendi che renderanno molto nervoso il profilo altimetrico e di sicuro anche l’andamento della seconda tappa. L’unica salita classificata come Gran Premio della Montagna sarà quella di La Pineta, con scollinamento al km 160,7, mentre sarà complicato anche lo sprint intermedio, collocato al km 189,1 a Chiusdino. L’ultimo strappo sarà quello collocato poco prima di Colonna di Montarrenti, infine vi saranno 15 km piuttosto semplici, sicuramente i più facili della seconda parte della tappa, per raggiungere l’arrivo di Sovicille, che sarà dunque pianeggiante. Basterà per assistere ad un arrivo in volata a ranghi compatti?





© RIPRODUZIONE RISERVATA