DIRETTA TOUR DE FRANCE 2020/ Kragh Andersen ha vinto la 19^ tappa, bis per il danese!

- Mauro Mantegazza

Diretta Tour de France 2020 streaming video Rai: Soren Kragh Andersen ha vinto la 19^ tappa Bourg en Bresse-Champagnole di 166,5 km (oggi 18 settembre).

ciclismo Tour
Diretta Tour de France 2020 (LaPresse)

DIRETTA TOUR DE FRANCE: VITTORIA PER SOREN KRAGH ANDERSEN

Soren Kragh Andersen ha vinto la diciannovesima tappa Bourg en Bresse-Champagnole del Tour de France 2020, dunque il danese della Sunweb concede il bis del successo che aveva ottenuto già sabato scorso a Lione diventando così uno dei protagonisti di maggiore spicco di questa edizione della Grande Boucle. Alla fine quindi non è stata volata, anche perché in uno dei tanti tentativi di attacchi sono entrati in prima persona Sam Bennett, Peter Sagan e Matteo Trentin, cioè i primi tre della classifica a punti. Trentin ha tentato un allungo per mettere in difficoltà Bennett, tutti lo hanno immediatamente inseguito e quando Trentin è stato raggiunto è partito in contropiede Kragh Andersen. Nessuno ha avuto la forza di reagire e così gli avversari hanno rivisto l’ottimo danese solamente dopo il traguardo di Champagnole. Luka Mezgec vince la volata nel gruppetto per il secondo posto davanti a Jasper Stuyven: curiosamente, anche a Lione era arrivato secondo Mezgec vincendo la volata dei primi inseguitori dietro Kragh Andersen.  (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VOLATA NON SICURA

Verso il gran finale della diciannovesima tappa del Tour de France 2020, Remi Cavagna è transitato per primo allo sprint intermedio e poco dopo è stato raggiunto da altri tre contrattaccanti, cioè Benoit Cosnefroy, Luke Rowe e Pierre Rolland, che sono usciti dal gruppo proprio in vista del traguardo volante e in seguito hanno raggiunto il fuggitivo solitario della prima ora. La fuga di conseguenza ha ripreso consistenza, anche se il vantaggio nei confronti del gruppo è ridottissimo: si stanno muovendo però anche altri contrattaccanti, quindi questa fase potrebbe risultare molto difficile da gestire e riassorbire tutti gli scatti non sarà facile. Questa potrebbe essere la variabile che rischia di vanificare la volata, ma naturalmente al momento è davvero difficile fire quale potrebbe essere l’epilogo della tappa. Da segnalare che c’è stata comunque la volata in gruppo allo sprint intermedio e Sam Bennett ha preceduto Peter Sagan, avvicinando ancora di più la conquista della maglia verde, infine c’è stata pure una caduta ed è finito a terra ancora una volta Pavel Sivakov, senza dubbio fra i corridori più sfortunati del Tour de France 2020. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TOUR DE FRANCE (19^ TAPPA)

Per seguire il Tour de France 2020 in diretta tv, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, il canale di riferimento sarà oggi Rai Due, la diciannovesima tappa Bourg en Bresse-Champagnole sarà infatti trasmessa a partire già dalle ore 14.00 sul canale generalista della televisione di Stato italiana, per garantire molte ore di trasmissione anche per la frazione odierna con la telecronaca di Francesco Pancani e Marco Saligari. Il Tour de France sarà inoltre visibile anche su Eurosport, canale disponibile tuttavia solamente per gli abbonati. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore oggi pomeriggio, ma non volesse perdere le emozioni della Grande Boucle, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito o l’applicazione di Rai Play, per gli abbonati tramite Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING DEL TOUR DE FRANCE SU RAI PLAY

IL GRUPPO CONTROLLA

Continua l’avventura solitaria di Remi Cavagna, la diretta della diciannovesima tappa del Tour de France 2020 dunque non ci sta regalando alcun colpo di scena e questa è una ottima notizia per le squadre dei velocisti, fra le quali a dire il vero anche la Deceuninck-Quick Step dello stesso Cavagna. Il destino di questa frazione sembra dunque quello di uno sprint di gruppo a ranghi compatti: Cavagna si è preso l’unico punticino disponibile al Gran Premio della Montagna di quarta categoria che era l’unica asperità di oggi, ma il gruppo lo tiene a poco più di un minuto e quando mancano ancora quasi 70 km non ci sono naturalmente speranze per il corridore francese di giungere da solo al traguardo. Vincerà il premio di più combattivo di giornata, magari riuscirà a passare per primo anche allo sprint intermedio, ma questi saranno i suoi obiettivi massimi: poi lo scenario sarà tutto per gli sprinter, fra i quali è particolamente atteso a Champagnole anche Sam Bennett, compagno di squadra di Cavagna. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CAVAGNA IN FUGA SOLITARIA

Le prime notizie in diretta dalla diciannovesima tappa del Tour de France 2020 ci parlano di Remi Cavagna in fuga solitaria, una situazione decisamente anomala e che potrebbe essere considerata una sorta di allenamento a cronometro per uno specialista delle gare contro il tempo come il francese della Deceuninck-Quick Step, pensando a domani (ma c’è il finale durissimo verso La Planche des Belles Filles) e soprattutto a venerdì prossimo, giorno della cronometro ai Mondiali di Imola. Anche altri uomini si erano mossi, compreso Guillaume Martin, ma alla fine sono stati tutti riassorbiti dal gruppo, con l’eccezione appunto di Cavagna che però per sperare nella vittoria di tappa dovrebbe fare una super cronometro individuale di oltre 150 km. Ragionevolmente, non sarà così: questa situazione dunque sta benissimo al gruppo, che deve tenere a bada un solo fuggitivo, sia pure capace di viaggiare a una velocità di 56 km/h nella prima parte, grtazie al vento favorevole. Da sottolineare che non sono partiti Michael Gogl della NTT e Jonathan Castroviejo della Ineos, mentre Lukas Postlberger è stato costretto al ritiro a causa della puntura di una vespa. Succede anche questo al Tour de France… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN STRADA, SI PARTE!

Tutto è pronto per dare il via alla diciannovesima tappa Bourg en Bresse-Champagnole, come detto oggi per il Tour de France 2020 potrebbe essere una giornata relativamente imprevista, a meno che si verifichino imprevisti che d’altronde nel ciclismo sono sempre in agguato. Lo stesso Christian Prudhomme, direttore della Grande Boucle, nel commento che sul sito ufficiale del Tour de France presenta ogni singola tappa ammette che oggi i big “potrebbero avere la libertà di cominciare a concentrarsi sulla sfida che li attende il giorno successivo”, cioè la cronometro di domani con arrivo a La Planche des Belles Filles. In primo piano dunque dovrebbe andare il duello fra le squadre dei velocisti e chi invece tenterà la fuga da lontano: al terzultimo giorno del Tour de France e dopo le Alpi, a fare la differenza saranno le energie e anche il numero di squadre che lavoreranno per i propri sprinter per inseguire la fuga da lontano che certamente ci sarà. Per scoprire dunque che cosa potrebbe succedere oggi, il modo migliore è cedere la parola alla strada: la 19^ tappa del Tour de France 2020 comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARTENZA E ARRIVO

Presentare la diretta della diciannovesima tappa del Tour de France 2020 ci fornisce naturalmente l’occasione anche per parlare delle due città che oggi ospitano la Grande Boucle. La partenza sarà da Bourg en Bresse, città di 40.300 abitanti nella prefettura dell’Ain (01) del quale è capoluogo, che già in cinque precedenti occasioni aveva ospitato il Tour de France – mentre è la località di riferimento per una breve corsa a tappe francese, il Tour de l’Ain. Anticamente di proprietà dei Savoia, Bourg en Bresse fu definitivamente ceduta alla Francia nel 1601 ed è gemellata con due Comuni italiani, cioè Parma e San Severo. Ben più piccola (circa 8.000 abitanti) è invece Champagnole, che oggi sarà sede dell’arrivo della frazione numero 19 e che comunque aveva già ospitato il Tour de France in due precedenti occasioni. Qui siamo nel dipartimento del Giura (39), del quale Champagnole è considerata la “perla”. Siamo in una zona da sport invernali e infatti una celebrità del luogo è il biathleta Quentin Fillon Maillet, ma oggi naturalmente saranno le biciclette ad essere protagoniste assolute. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

Se oggi la diretta Tour de France 2020 non dovrebbe riservarci particolari colpi di scena, senza dubbio merita di essere ricordata la diciannovesima tappa della scorsa edizione della Grande Boucle. Era venerdì 26 luglio 2019 e il Tour de France aveva in programma la Saint Jean de Maurienne-Tignes, frazione breve ma durissima. Il maltempo ci mise lo zampino e così la corsa fu interrotta in cima al Col de l’Iseran, perché nella discesa neve e grandine avrebbero reso impossibile la disputa di una gara. Rimasero così solamente 89 km, ma che furono comunque decisivi perché quello fu il giorno in cui Egan Bernal tolse la maglia gialla a Julian Alaphilippe, vanificando il sogno della Francia intera. Non fu assegnata la vittoria di tappa e per la classifica furono considerati validi i passaggi in cima all’Iseran, con Bernal primo, Simon Yates secondo a 13″ e Warren Barguil terzo a 40″. Il colombiano era dunque riuscito a fare la differenza, infliggendo un distacco di 58″ al gruppetto che comprendeva Steven Kruijswijk e Geraint Thomas, ancora di più ad Alaphilippe che così scivolò al secondo posto a 45″ dal colombiano, poi ecco Thomas terzo a 1’11” e l’olandese in quarta posizione a 1’23”, in attesa della tappa successiva che avrebbe definito la classifica finale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

OGGI UNA TAPPA PER I VELOCISTI?

Sempre più vicini al gran finale di Parigi, oggi la diretta Tour de France 2020 si dovrebbe concedere un giorno di relativa tranquillità con la diciannovesima tappa Bourg en Bresse-Champagnole di 166,5 km, una frazione adatta ai velocisti oppure alle fughe da lontano dopo le grandi fatiche degli ultimi giorni, con il durissimo arrivo in cima al Col de la Loze mercoledì e un’altra giornata molto difficile ieri verso La Roche sur Foron. Oggi dunque si tira il fiato verso la cronometro di domani a La Planche des Belles Filles che emetterà gli ultimi verdetti della Grande Boucle edizione numero 107. Se le squadre dei velocisti riusciranno a tenere compatta la corsa potremmo anche assistere a un arrivo allo sprint di gruppo a ranghi compatti, altrimenti i saliscendi (sia pure morbidi) disseminati lungo il percorso saranno il trampolino ideale per una fuga da lontano naturalmente di uomini di secondo piano, che potrebbero così giocarsi la gloria di giornata.

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2020: PERCORSO 19^ TAPPA

Eccoci dunque adesso a un’analisi più dettagliata del percorso della diciannovesima tappa Bourg en Bresse-Champagnole, che caratterizzerà l’odierna diretta Tour de France 2020. La partenza avrà luogo alle ore 13.45, dal momento che il percorso sarà abbastanza breve e non troppo impegnativo, come abbiamo già segnalato. A volere essere pignoli, di pianura vera e propria ce ne sarà poca, ma fra i dolci saliscendi che la Grande Boucle affronterà oggi solo una breve salitella di 4,3 km al 4,7% di pendenza media è stata identificata come Gran Premio della Montagna, comunque di quarta categoria: si tratta della Côte de Chateau Chalon, al km 82. Tappa dunque da volata oppure da fuga da lontano, ma la differenza la faranno più le energie residue che l’altimetria: segnaliamo ancora che lo sprint intermedio sarà collocato oggi in località Mournans al km 117,5, poi si toccherà il punto più alto della corsa a Bief des Maisons (non valido come Gpm) avvicinandoci all’arrivo di Champagnole, con gli ultimi chilometri sostanzialmente pianeggianti. Se le squadre dei velocisti saranno riuscite a tenere compatta la corsa, sarà lo scenario ideale per uno sprint.

© RIPRODUZIONE RISERVATA