DIRETTA/ Trento Venezia (risultato finale 61-51) streaming Rai: Trento in scioltezza

- Mauro Mantegazza

Diretta Trento Venezia streaming video Rai: orario e risultato live di gara-4 dei playoff basket Serie A, Reyer avanti 2-1 nella serie ma si gioca in casa Dolomiti Energia

Haynes Sutton Trento Venezia
Diretta Trento Venezia, playoff basket Serie A (Foto LaPresse)

DIRETTA TRENTO VENEZIA (FINALE 61-51): TRENTO IN SCIOLTEZZA

Servirà gara 5 per stabilire la semifinalista fra Trento e Venezia nei play off di Serie A di basket. Alla fine Trento, che ha condotto tutta la partita, ha chiuso in vantaggio di 10, 61-51, la sfida contro la Reyer. Ottima prova corale della formazione di casa, trascinata dai 16 punti di Marble e dai 12 di Hogue. 15 punti di Bramos e 10 di Watt non sono bastati invece a Venezia in una partita giocata costantemente sotto ritmo a livello offensivo. Tutto il match è stato molto tattico e poco concreto a livello offensivo, ma alla fine Trento ha vinto di larga misura ed ora la serie arriva alla bella. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Trento Venezia sarà disponibile in chiaro per tutti su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando) e naturalmente anche in mobilità sul sito www.raiplay.it, senza costi aggiuntivi; in alternativa, come sempre, l’appuntamento con il campionato di basket Serie A è sulla piattaforma Eurosport Player, della quale bisogna essere clienti e che fornisce tutte le partite della stagione in diretta streaming video, quindi attraverso apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

DIFESA TRENTINA

45-36 in favore della Dolomiti Energia Trento contro la Reyer Venezia: le distanze vengono sostanzialmente mantenute dalla formazione di casa che riesce a giocare un basket concreto, in una partita che continua ad andare avanti a ritmi molto bassi. Marble per Trento e Bramos per Venezia sono i giocatori guida a livello realizzativo, ma i lagunari vanno avanti a un ritmo di 12 punti a quarto, davvero troppo poco per poter sperare di riagganciare il treno di una partita che, se confermasse questo risultato, vedrebbe le due squadre giocarsi l’accesso alla semifinale play off del campionato di Serie A di basket in gara 5. (agg. di Fabio Belli)

REYER STERILE

A metà partita Trento mantiene il vantaggio e anzi lo incrementa, 33-25 in favore della Dolomiti Energia alla fine del secondo quarto, contro una Reyer Venezia che risulta abbastanza sterile in attacco, con soli 11 punti realizzati nel secondo parziale dopo i 14 del primo quarto. 13 punti per Marble per la formazione trentina, alla quale è comunque stato sufficiente il minimo sindacale sotto canestro. E’ la difesa dei padroni di casa ad aver serrato tutti gli spazi per Venezia che ha in Watt, con 8 punti, il suo miglior marcatore. Match non spettacolare, ma ai lagunari serve un diverso approccio offensivo per pensare di poter riprendere la partita nella sua seconda parte. (agg. di Fabio Belli)

PARTENZA EQUILIBRATA

Partenza equilibrata in gara 4 fra Trento e Venezia. I padroni di casa passano a condurre 19-14 ma Venezia sembra comunque in partita. La Dolomiti Energia si è sicuramente giovata di un ottimo avvio a livello realizzativo di Marble, capace di raggiungere quota 11 punti da solo già in doppia cifra, tra l’altro oltre la metà dei punti messi a segno da Trento in questa prima frazione. Un po’ meno efficace sotto canestro la Reyer con 6 punti per Bramos, miglior realizzatore della formazione lagunare. Le due squadre comunque hanno preferito non scoprire subito le loro carte, si riuscirà a capire di più a partire dal secondo quarto. (agg. di Fabio Belli)

SI GIOCA

Tutto è pronto per Trento Venezia, in attesa della palla a due della partita di basket valida per gara-4 dei quarti dobbiamo celebrare la sfida tra Dolomiti Energia e Umana Reyer, che negli ultimi anni è diventata un classico. Impossibile dimenticare che nel 2017 Trento e Venezia si affrontarono in una storica finale scudetto, che i veneti conquistarono in sei partite andando ad espugnare il campo dell’Aquila in gara-6 con il punteggio di 81-78, evitando così di portare la finale alla bella (lo scenario sarebbe lo stesso di oggi, anche se parliamo di quarti al meglio di cinque partite) e cucendosi sul petto il terzo scudetto della propria storia, a molti decenni di distanza dai due precedenti. Un anno fa la rivincita arrivò in semifinale ed ebbe la meglio Trento in quattro partite, firmando una bella impresa da testa di serie numero 5 contro una Reyer che aveva vinto la stagione regolare, ma che nella serie fu sconfitta in sole quattro partite, perdendo la prima in casa e poi gara-3 e gara-4 in Trentino. Adesso però è proprio Venezia ad avere il match point, dopo averne già sprecato uno: come finirà? Parola al campo per scoprirlo, adesso comincia davvero Trento Venezia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA DE RAFFAELE

In avvicinamento alla diretta di Trento Venezia, dopo avere dato spazio alle parole di Maurizio Buscaglia, è doveroso leggere adesso anche le dichiarazioni del suo collega al termine di gara-3. Coach Walter De Raffaele in conferenza stampa dopo la sconfitta dei suoi ragazzi si era espresso in questi termini: “Credo che abbiamo avuto un buon inizio, almeno fino al 15′ quando la partita era sostanzialmente in equilibrio, costruendo tante buone situazioni e con un bella solidità. Credo che i tanti errori su azioni di tiro aperti di tanti giocatori ci abbiano fatto perdere fiducia. Andati sotto abbiamo provato a mischiare le carte, con una buona reazione importante essendo tornati a -11 a 5′ dalla sirena. Ci sono alcune cose, a livello difensivo soprattutto, che dobbiamo sistemare in questo giorno che ci separa da gara 4”. Il tempo è già sostanzialmente finito, fra poco si scenderà in campo e Venezia dovrà fare meglio di giovedì sera. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA BUSCAGLIA

Aspettando la diretta di Trento Venezia, facciamo un passo indietro a due sere fa andando a rileggere le dichiarazioni in sala stampa del coach della Dolomiti Energia. Maurizio Buscaglia aveva commentato in questo modo la vittoria dei suoi ragazzi in gara-3, fondamentale per tenere in vita Trento in questa serie dei quarti di finale: “Avevamo voglia e desiderio di allungare la serie, era una partita dentro-fuori che abbiamo cercato di vivere costruendo dalle difficoltà delle prime due. Abbiamo fatto tre quarti di grandissima difesa, soffrendo quando c’era da soffrire ma uscendo dai momenti di sofferenza con presenza a rimbalzo, assist, qualità nei giochi d’attacco. Non era facile portare dietro positività dalle partite a Venezia, avevamo fatto buone performance difensivi. E’ solo una vittoria, ma adesso costruiamo la quarta”. Non c’è tempo per pensare, in fondo anche in questo aspetto risiede il fascino dei playoff… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Trento Venezia, diretta dagli arbitri Saverio Lanzarini, Luca Weidmann e Gabriele Bettini, si gioca questa sera, sabato 25 maggio 2019, alle ore 20.30 presso la BLM Group Arena del capoluogo trentino, casa delle partite della Dolomiti Energia Trentino che ospita la Umana Reyer Venezia in gara-4 dei quarti playoff della Serie A di basket. Trento Venezia vedrà la squadra allenata da coach Walter De Raffaele avanti per 2-1 nella serie, ma finora è sempre stato rispettato il fattore campo e di conseguenza oggi non si annuncia facile il compito di Venezia, infatti due giorni fa la Umana Reyer ha subito una dura lezione in gara-3, riuscendo a segnare appena 59 punti, dunque oggi dovrà fare qualcosa di diverso se vorrà chiudere subito i conti senza andare alla bella, che comunque sarebbe al Taliercio perché sono i veneti a godere del fattore campo in quanto testa di serie numero 3, mentre Trento aveva chiuso la stagione regolare al sesto posto.

DIRETTA TRENTO VENEZIA: RISULTATI E CONTESTO

Verso la diretta di Trento Venezia, che negli ultimi anni è diventata un vero e proprio classico dei playoff di basket (le due squadre si affrontano per la terza stagione di fila curiosamente in turni sempre differenti), dobbiamo naturalmente ricordare l’andamento fin qui di questo quarto di finale che è stato molto condizionato dal fattore campo. Venezia ha vinto gara-1 con il punteggio di 67-57, poi nella seconda partita ha saputo ripetersi con un margine di vantaggio ancora più netto (69-51). Sono state dunque due partite che i veneti hanno vinto soprattutto con la difesa, dal momento che al Taliercio Trento non ha mai raggiunto nemmeno i 60 punti. Curiosamente in gara-3 la situazione si è ribaltata, con il punteggio di 72-59 in favore di Trento, dunque la caratteristica più evidente è che la squadra in trasferta non è ancora mai riuscita a segnare 60 punti. Stavolta sarà Walter De Raffaele a provare a sfatare il tabù, mentre naturalmente Maurizio Buscaglia punta a confermarlo e penserebbe volentieri a come sfatarlo nei prossimi due giorni, preparando una eventuale bella.



© RIPRODUZIONE RISERVATA