Diretta/ Treviso Sassari (risultato finale 89-85): nuovo KO per la Dinamo!

- Claudio Franceschini

Diretta Treviso Sassari streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la 26^ giornata nel campionato di basket Serie A1, squadre in campo al PalaVerde di Villorba.

Devecchi Logan Bilan Sassari Treviso facebook 2021 640x300
Diretta Treviso Sassari, basket Serie A1 26^ giornata (da Facebook)

DIRETTA TREVISO SASSARI (RISULTATO 89-85)

Termina qui la diretta tra Treviso e Sassari e alla sirena finale è gran successo per i padroni di casa col risultato di 89-85: per la De longhi gran passo avanti anche in graduatoria, mentre per la squadra di Pozzecco è il secondo KO di fila, che allontana i sardi dal podio. Venendo alle azioni salienti del match va detto che nel terzo quarto è ancora Treviso a fare la voce grossa, ma Spissu tiene viva Sassari: Russell e Bilan e poi ancora Logan e Bendzius tengono vivo il tabellino, sul 58-46 dopo appena tre minuti di gioco dopo l’intervallo. La De Longhi si rilancia ma la Dinamo affidandosi ancora a Spissu è lì vicina, a metà frazione. I padroni di casa raddoppiano le energie, ma davvero non riescono a chiudere la sfida, che al termine del terzo tempo vede il risultato di 74-64. Nell’ultimo quarto è accelerata di Sassari con Happ, Gentile e Treier: a sette minuti dalla sirena Sassari avanza per 76-71 e dopo il time out di Menetti, la Dinamo vola a meno -1 grazie ai due liberi dello stesso estone.  È solo a metà del quarto quarto che gli ospiti trovano il sorpasso per merito di Gentile: Treviso però reagisce e con Bilan torna in avanti. E’ solo con Imbro che si arriva in pareggio sul 83-83, ma nel finale è la De longhi e più precisamente Sokolowski a fare la differenza, chiudendo l’incontro per 89-85. (agg Michela Colombo)

DIRETTA TREVISO SASSARI STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Treviso Sassari non sarà una di quelle che per questo turno di campionato verranno trasmesse sui canali della nostra televisione. Sappiamo comunque che esiste l’alternativa di Eurosport Player, la piattaforma che richiede comunque di essere clienti e che fornisce, in diretta streaming video, tutte le partite del campionato di basket Serie A1. Sul sito ufficiale www.legabasket.it potrete consultare liberamente le informazioni utili come il tabellino play-by-play, il boxscore aggiornato in tempo reale, le statistiche di squadre e giocatori e la classifica del torneo.

INTERVALLO

Siamo all’intervallo della diretta tra Treviso e Sassari e chiusi i primi due quarti, ecco che sul tabellone del risultato spicca il 51-38 in favore dei padroni di casa. Ottima partenza dunque per la De Longhi, che pure nel primo quarto si affida subito a Russell e Logan per aprire le danze: la Dinamo al via stenta ad entrare in partita , ma andata sotto per 13-8 con Mekovulu, ecco che i ragazzi di Pozzecco reagiscono. Bilan e Bendzius volano a canestro e tocca a Logan ora a inseguire gli avversari. Negli ultimi minuti è equilibrio in campo come nel tabellone del risultato: Kruslin, Burnell e Vildera animano il gioco, ma negli ultimi dieci secondi di gioco è proprio al numero 8 della Treviso che non riesce il gancetto sul 19-22 finale. Nel secondo parziale è gran avvio di Sassari con Kruslin, ma Treviso non si fa trovare impreparata: Sokolowski reagisce con forza e Pozzecco è costretto a chiamare il time out quando sul tabellone è il 24-25. Tornati in campo la De longhi trova i giusti spazi per andare in fuga: Chillo, Imbrò e Mekovulu trascinano il quintetto fino al 51.38 finale, all’intervallo. (agg Michela Colombo)

PALLA A DUE!

La diretta di Treviso Sassari prende il via, ed ecco uno degli ex che in questo turno di Serie A1 sono sotto i riflettori: David Logan nel 2014-2015 vinse scudetto, Coppa Italia e Supercoppa con la Dinamo diventando lo straordinario trascinatore della squadra insieme a Jerome Dyson, una coppia di backcourt devastante. Nei playoff Logan segnò 13,4 punti di media con il 35,5% dall’arco, ma quel che conta è cosa fece nei momenti topici: nei quarti contro Trento aveva 8,7 punti nei primi tre episodi ma esplose per 27 punti in gara-4 che portò al superamento del turno, in semifinale contro Milano fece 14,3 punti di media nelle tre vittorie casalinghe e ne mise 16 in gara-7 al Mediolanum Forum, infine nella serie finale contro Reggo Emilia timbrò 25 e 23 punti in gara-3 e gara-6, chiudendo la partita decisiva (la sesta, da dentro o fuori) con 7/14 dal campo e 5/11 dal perimetro. In quella finale Logan ebbe solo 12,0 punti a partita, ma solo perché ne mise 8 in gara-1 e 2 in gara-6; nelle vittorie ne infilò 18,0 ad allacciata di scarpe. Ora però è arrivato il momento di metterci comodi, lasciare che a parlare sia il parquet del PalaVerde e stare a vedere cosa succederà tra queste due squadre, finalmente è tutto pronto e la palla a due di Treviso Sassari sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

I RICORDI

Treviso Sassari è una partita che porta con sé ricordi importanti per i due allenatori, senonchè sono di tipo diverso. Gianmarco Pozzecco sconfisse i veneti nella finale scudetto del 1999: lui playmaker e simbolo di una Varese che giocava un grande basket e distrusse l’allora Benetton per 3-0. Personalmente il Poz si ruppe il setto nasale per una gomitata di Marcelo Nicola in una gara-3 che giocò con i capelli colorati di fucsia, e che lo vide straordinario protagonista nonostante l’incidente avvenuto nei primi minuti; per Massimiliano Menetti invece la Dinamo rappresenta la finale persa in gara-7, in casa, dalla sua Reggio Emilia nel 2015, una straordinaria occasione per il titolo che si spense però al PalaBigi sotto i colpi della grande squadra allenata da Meo Sacchetti, dopo che Andrea Cinciarini per due volte aveva avuto il pallone tricolore nel sesto episodio, senza riuscire a convertirle quelle opportunità. Soprattutto nel caso di Pozzecco sono passati tanti anni, ma quei ricordi sono chiaramente ancora vividi nella memoria di due coach che hanno poi dimostrato di poter costruire carriere importanti anche in altre piazze, e che oggi si sfideranno in quello che potrebbe anche essere un antipasto di una serie dei playoff… (agg. di Claudio Franceschini)

QUASI UN BIG MATCH!

Treviso Sassari, che sarà diretta dagli arbitri Carmelo Paternicò, Andrea Bongiorni e Matteo Boninsegna, va in scena alle ore 12:00 di domenica 11 aprile: il lunch match nella 26^ giornata del campionato di basket Serie A1 2020-2021 è al PalaVerde, dove la De’ Longhi va a caccia dei punti che potrebbero consentirle di migliorare ancor più la sua classifica. Ormai certa dei playoff dopo il colpo della Vitrifrigo Arena, la squadra di Max Menetti potrebbe addirittura agganciare la Dinamo al quarto posto, o comunque al quinto (dipenderà da Venezia).

Vero è che Sassari ha giocato tre partite in meno (e la Reyer due) ma è comunque incredibile quanto Treviso sia cresciuta e, al contrario, quante siano state le difficoltà recenti del Banco di Sardegna uscito demolito dal match interno contro la Virtus Bologna; dunque Gianmarco Pozzecco va a caccia di una vittoria che possa scacciare gli accenni di una crisi e provare a lottare ancora per un secondo-terzo posto alla portata. Vedremo come andranno le cose nella diretta di Treviso Sassari, ora diamo uno sguardo ravvicinato a quelli che sono i temi principali del match.

DIRETTA TREVISO SASSARI: RISULTATI E CONTESTO

Treviso Sassari può ovviamente essere letta da due angolazioni diverse. Il lato De’ Longhi in questo momento è trionfale, la squadra sta attraversando un momento fantastico e come detto è sostanzialmente certa dei playoff, ma ora potrebbe addirittura prendersi il fattore campo per il primo turno e questo la dice lunga sulla sua crescita, che è stata portata non solo dalla presenza di un veterano come David Logan (grande ex della sfida) ma anche dai giovani che sono riusciti a fare il salto di qualità dimostrando di poter valere la categoria. Il Banco di Sardegna, anche eliminato dalla Champions League, ha bisogno di ritrovarsi: Pozzecco ha fatto un lavoro innegabile nel far diventare questo gruppo una corazzata del nostro campionato, ma adesso lui pure deve timbrare il cambio di passo che sarà soprattutto a livello mentale e di gestione di questi momenti, per evitare di gettare tutto alle ortiche e compromettere una stagione che sarebbe potuta essere trionfale. Treviso in questo momento è un avversario che nessuno vorrebbe incontrare, e dunque vedremo quello che succederà sul parquet del PalaVerde…

© RIPRODUZIONE RISERVATA