Diretta/ Treviso Varese (risultato finale 79-84) video tv: successo dei varesini

- Claudio Franceschini

Diretta Treviso Varese streaming video e tv: orario e risultato live della partita che si gioca al PalaVerde ed è valida per la 17^ giornata nel campionato di basket Serie A1.

Matteo Tambone Varese arresto lapresse 2019 640x300
Video Varese Virtus Bologna (Foto LaPresse)

DIRETTA TREVISO VARESE (FINALE 79-84)

Finisce un bellissimo match a Treviso, tra i padroni di casa e Varese. Termina sul risultato di 79-84 al termine di una sfida a dir poco appassionante. Treviso prende il largo all’intervallo, dove arriva sul punteggio di 44-37. Nel terzo quarto il copione della partita cambia, con i varesini che la ribaltano e prendono il controllo del match. Si arriva dunque all’ultimo scorcio della gara con Varese avanti di quattro punti sul 55-59. Al trentaduesimo minuto Mayo sfodera una tripla. Poco dopo 2/2 Peak per il 62-70. Al trentaseiesimo Parks trascina i suoi a meno tre punti dalla De Longhi. 1/2 Logan per il 68-70, poi ancora Clark tra il trentasettesimo e il trentottesimo. Logan accorcia per i suoi, prima della giocata di Uglietti e della chiusura di Clarks. Finisce 79-84 una partita imprevedibile e combattuta. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

FINE DEL PRIMO QUARTO

Abbiamo appena messo alle spalle il primo quarto di Treviso Varese, con le due squadre che hanno chiuso sul risultato di diciassette-ventitré. Subito un buon impatto alla gara da parte di Varese, che dopo tre giri d’orologio conduce sul 4-10. Al quinto Logan si mette in evidenza con una bella tripla di Logan. Al sesto 1/2 Peak per l’8-14. Al settimo Vene mette dentro un canestro per l’11-16. Al nono 2/2 di Clark per il 13-20. Si riparte dal 17-23 nel secondo quarto. Vediamo se Treviso riuscirà a rimontare nel corso della seconda frazione, di certo le distanze sono piuttosto ridotte e tutto è ancora possibile. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

PALLA A DUE

Siamo finalmente al via di Treviso Varese: abbiamo già parlato del precedente storico, mentre l’ultima volta in cui queste due squadre si sono incrociate è stata nella stagione 2011-2012, al termine della quale è arrivata la mancata iscrizione trevigiana e l’inizio del periodo buio, coinciso ovviamente con l’addio di Benetton. Del roster veneto facevano parte all’epoca Sani Becirovic, Massimo Bulleri e Andrea De Nicolao: il primo ex di Varese, gli altri due ci avrebbero giocato in seguito. L’allenatore era Sasha Djordjevic, mentre l’allora Cimberio Varese era guidata da Carlo Recalcati, coach del decimo scudetto che era tornato sotto le Prealpi. Treviso avrebbe raccolto un undicesimo posto (13-19), Varese con 17-15 sarebbe entrata ai playoff con l’ottava testa di serie e sarebbe stata spazzata via da Siena, perdendo le tre gare con 22,3 punti di scarto ma comunque riuscendo a prendersi un successo in casa; riguardo la sfida diretta con la Benetton, doppia vittoria lombarda; curiosamente, anche quello come oggi era un campionato a 17 squadre. Ora però diamo subito la parola al parquet del PalaVerde, perchè è arrivato il momento che su Treviso Varese si alzi la palla a due! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Treviso Varese non è una delle partite che vengono trasmesse sui canali della nostra televisione per questo turno di campionato; per tutti gli appassionati comunque l’appuntamento classico rimane quello con la piattaforma Eurosport Player, alla quale bisogna essere abbonati e che fornisce tutte le gare di Serie A1 di basket in diretta streaming video. Inoltre, sul sito www.legabasket.it sono liberamente consultabili le informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori che scenderanno sul parquet.

IL PROTAGONISTA

Il protagonista atteso di Treviso Varese, tra i tanti che potremmo scegliere, è questa sera Ingus Jakovics: playmaker lettone di 26 anni, è arrivato in Lombardia la scorsa estate dopo aver giocato tre anni nel Ventspils, con la nomea di affidabile tiratore dall’arco ed elemento utile dalla panchina per far rifiatare gli esterni titolar. L’inizio dell’avventura in Serie A1 è stato poco esaltante: 6 punti nelle prime due partite tirando 1/8 dal perimetro, e una valutazione media di -0,5. Da allora però Jakovics ha svoltato: in generale ha 11,1 punti di media con il 36% dalla lunga distanza, e arriva al PalaVerde con una striscia di quattro gare in doppia cifra (per punti segnati) tra le quali spicca anche il suo highlight stagionale, ovvero i 24 punti contro Pistoia in una partita chiusa con 6/8 al tiro (4/5 da 3) per 25 di valutazione. Oggi dunque il lettone è una delle sicurezze di una Openjobmetis che non sempre riesce a trovare energia, giocate e punti dalla panchina e che dunque si affida al suo numero 7 per guidare una second unit che potrebbe essere determinante nel dare una svolta alla stagione e provare ad arrivare ai playoff – e prima ancora in Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PRECEDENTE DI PRESTIGIO

Il precedente storico di Treviso Varese è naturalmente quello che riguarda la finale scudetto del 1999. Una squadra con la celeberrima e vincente sponsorizzazione Benetton, l’altra già affidata ad un consorzio di imprese e denominata Roosters, sulla scia degli sport oltre oceano. Quella Varese, comandata da Carlo Recalcati e con in campo giocatori come Gianmarco Pozzecco e Andrea Meneghin oltre a Veljko Mrsic, Sandro De Pol e Jack Galanda, aveva ottenuto il comando della regular season ma poi a due giornate dal termine l’assenza del playmaker aveva portato ai ko proprio del PalaVerde (clamoroso -47) e di Bologna sponda Fortitudo. Aquila prima e con fattore campo dalla sua per tutti i playoff, ma la Benetton in semifinale si era presa gara-5 in trasferta ed era volata in finale: qui aveva trovato i Roosters, che si erano liberati dei campioni in carica della Virtus Bologna vincendo due volte sul suolo emiliano. La finale non aveva avuto storia: Varese aveva vinto la serie 3-0 cucendosi sul petto la stella. Da allora, non ha più trionfato e anzi ha vissuto anni bui; come Treviso, che però in seguito avrebbe nuovamente sollevato trofei prima dell’addio dei Benetton. (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Treviso Varese viene diretta dagli arbitri Maurizio Biggi, Denis Quarta e Federico Brindisi: alle ore 19:00 di domenica 5 gennaio il PalaVerde ospita la partita valida per la 17^ giornata nel campionato di basket Serie A1 2019-2020. Tecnicamente la Openjobmetis potrebbe ancora qualificarsi per la Final Eight di Coppa Italia, ma la sconfitta interna maturata contro Trento ha reso parecchio complicato un obiettivo che nelle ultime stagioni è stato centrato solo l’anno scorso, a conferma di come questa società gloriosa sia ancora in una posizione per la quale dovrà sgomitare parecchio per arrivare tra le prime otto al termine della regular season. Discorso Coppa Italia aritmeticamente chiuso per la De’ Longhi che, appena tornata in Serie A1, non sta facendo malissimo in termini assoluti ma è in un periodo di calo, ha perso a Brindisi una partita comunque lottata e adesso deve anche guardarsi le spalle in chiave salvezza. Adesso vedremo quello che succederà nella diretta di Treviso Varese, aspettando la palla a due possiamo valutare alcuni dei temi principali legati a questa partita.

DIRETTA TREVISO VARESE: RISULTATI E CONTESTO

La diretta di Treviso Varese è importante per entrambe le squadre ma, come già detto, nel breve periodo è la Openjobmetis a doversi prendere la vittoria che può valere la Coppa Italia: il problema della squadra di Attilio Caja è che ci sono tre avversarie con più punti e ben quattro, entrando in questo turno, nella stessa posizione di classifica. Varese ha la sfida diretta a favore nei confronti di Roma (che peraltro riposa), Venezia e Fortitudo Bologna; una vittoria di Reggio Emilia, Trento o Cantù chiuderebbe sostanzialmente le porte in faccia ai lombardi, che stanno facendo malissimo in trasferta – hanno vinto solo a Trieste – e stanno disputando un campionato a due volti come già detto la scorsa settimana. Se non altro alla Enerxenia Arena il passo era ottimo, prima del ko contro la Dolomiti Energia; per Treviso c’è la possibilità di agganciare Varese ed esserle virtualmente davanti, e dunque porre un altro mattone alla costruzione di una salvezza che non è affatto scontata, ma che per come i veneti si stanno esprimendo potrebbe anche convertirsi in una corsa ai playoff. Questo ovviamente a patto che ci sia maggiore continuità tra una prestazione e l’altra, vedremo allora quello che succederà tra poche ore al PalaVerde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA