DIRETTA/ Udinese Juventus (risultato finale 1-2): papera di Scuffet, Ronaldo punisce!

- Mauro Mantegazza

Diretta Udinese Juventus streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita della 34^ giornata di Serie A (oggi 2 maggio).

Udinese Juventus
Diretta Udinese Juventus, un precedente (Foto LaPresse)

DIRETTA UDINESE JUVENTUS (RISULTATO FINALE 1-2): PAPERA DI SCUFFET, RONALDO PUNISCE!

Il rigore di Cristiano Ronaldo ha regalato entusiasmo nella finale alla Juventus, l’Udinese non ha più benzina e al 90′ trova l’importantissimo gol vittoria la formazione bianconera. Cross di Rabiot che trova l’inserimento di Ronaldo sul secondo palo, il portoghese sovrasta Samir e schiaccia di testa, con Scuffet che manca l’intervento più che abbordabile facendosi passare il pallone tra le gambe. Udinese tradita dal suo numero uno anche a causa del pallone scivoloso per la pioggia e CR7 che trova il gol partita che permette alla Juventus di tornare in pole position per la conquista di un posto nella prossima Champions League. (agg. di Fabio Belli)

UDINESE JUVENTUS STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Udinese Juventus sarà garantita in esclusiva sui canali di Sky Sport, che trasmette sette partite ad ogni giornata del campionato di Serie A, compresa questa. Gli abbonati Sky avranno di conseguenza a disposizione anche la diretta streaming video, che sarà fornita come al solito tramite il sito oppure l’applicazione di Sky Go.

RONALDO SU RIGORE!

Al 27′ l’Udinese inserisce Forestieri in campo al posto di Arslan, con i friulani che non disdegnano di proiettarsi in avanti e Bonifazi che resta un po’ acciaccato sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 35′ però l’Udinese si fa infilare, trovandosi scoperta, e la Juventus guadagna una buona punizione. La battuta di Cristiano Ronaldo è potente e De Paul è ingenuo ad allargare il braccio in barriera. E’ calcio di rigore che lo stesso Ronaldo trasforma riportando la Juventus in parità e ritrovando il gol dopo 3 partite. Nell’Udinese entra Samir al posto di Bonifazi, Pirlo inserisce per il finale di partita Correia e Rabiot al posto di Danilo e McKennie. (agg. di Fabio Belli)

PIRLO SI GIOCA LA CARTA MORATA

Si riparte senza cambi e con l’Udinese che continua a fare bene in fase offensiva. Al 6′ grande movimento di Pereyra che invita all’inserimento De Paul, per la Juventus è provvidenziale l’anticipo di Danilo. Al 7′ palla persa da McKennie e Arslan può andare alla conclusione dall’interno dell’area di rigore avversaria, calciando d’un soffio a lato. Al 10′ un fallo su Cuadrado costa l’ammonizione a Pereyra, quindi al 14′ Pirlo richiama in panchina Bernardeschi inserendo Kulusevski. Al 16′ Bonucci deve liberare in angolo su cross di Arslan, sugli sviluppi del corner mischia in area e poi tentativo dal limite di Pereyra che non inquadra la porta. Al 21′ Pirlo si gioca la carta Morata al posto di Dybala, subito dopo però Udinese di nuovo pericolosa con una conclusione a giro di Stryger-Larsen che non inquadra di poco la porta. (agg. di Fabio Belli)

SCUFFET ATTENTO SU DYBALA

Prova a insistere offensivamente la Juventus, anche se l’Udinese lascia pochi spazi a disposizione. Al 34′ bella iniziativa di Dybala che scappa via e tenta la conclusione dal limite, una deviazione mette in difficoltà Scuffet che è però reattivo nel neutralizzare in due tempi. Al 37′ azione insistita di De Ligt nell’area friulana, ne nasce un cross per la testa di Cristiano Ronaldo che anticipa Scuffet ma non indirizza il pallone in porta. Finale di primo tempo con un fallo di Arslan su Cuadrado che vale la prima ammonizione della partita, quindi si va al riposo con il punteggio invariato e l’Udinese avanti di misura sulla Juventus grazie a una rete di Molina. (agg. di Fabio Belli)

OCCASIONE PER MCKENNIE

Il gol dell’Udinese non scuote una Juventus che fa girare il pallone con insistenza ma non trova sbocchi, arrivando al 20′ del primo tempo senza aver fatto un vero tiro in porta. E la situazione non migliora neanche quando Dybala prova a stuzzicare Ronaldo da calcio d’angolo, col portoghese finora ben marcato. A scuotere l’equilibrio ci prova Bentancur al 27′ con un tentativo dalla distanza che viene deviato in corner dalla difesa. Cuadrado batte il calcio d’angolo, McKennie sfugge alla difesa a zona dell’Udinese ma non trova la porta, mancando un gol che sembrava fatto. La Juventus prova ad aumentare l’intensità ma alla mezz’ora del primo tempo sono sempre i friulani a condurre di misura nel punteggio. (agg. di Fabio Belli)

LAMPO DI MOLINA!

La Juventus prova a prendere in mano l’iniziativa nei primissimi minuti della partita, ma ad andare alla conclusione per prima è l’Udinese con Stryger-Larsen, traiettoria centrale che non mette comunque in difficoltà Szczesny. Bernardeschi prova ad affondare sulla destra, al 10′ invece sono i friulani a colpire approfittando di una distrazione collettiva degli avversari. Fallo di McKennie su Rodrigo De Paul, l’argentino batte velocemente la punizione sorprendendo la difesa juventina, ne approfitta Molina che si inserisce in area sulla destra e batte Szczesny in diagonale, col portiere polacco che riesce solo a toccare. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Siamo al via di Udinese Juventus, e per una volta vogliamo parlare della squadra friulana: della Vecchia Signora e dei suoi limiti strutturali e non si è discusso tanto, giusto allora porre l’attenzione su un’Udinese che ha fatto un bellissimo girone di ritorno, nel quale ha sicuramente avuto le sue pause ma anche incamerato punti preziosi per la salvezza. In totale ne sono arrivati 21: più di una squadra in lotta per la Champions League come la Roma, per esempio, ma in particolar modo spiccano le 6 vittorie di cui tre ottenute fuori casa in sfide dirette contro Spezia, Crotone e Benevento, a conferma di come la creazione di Luca Gotti cerchi sempre di giocare a calcio. Il periodo nero tra marzo e aprile, con quattro sconfitte in cinque partite compresa quella interna contro il Torino, ha rallentato il processo ma ora i friulani vedono la meta molto vicina, e sognano il secondo scherzetto consecutivo alla Signora qui alla Dacia Arena: vediamo come andranno le cose, intanto possiamo metterci comodi e leggere insieme le formazioni ufficiali perché la diretta di Udinese Juventus sta davvero per cominciare! UDINESE (3-5-2): Scuffet; Rodrigo Becao, Bonifazi, Nuytinck; N. Molina, De Paul, Walace, Arslan, Stryger Larsen; Pereyra; Okaka. Allenatore: Luca Gotti JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado, McKennie, Bentancur, Bernardeschi; Dybala, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Andrea Pirlo (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA UDINESE JUVENTUS: GLI ALLENATORI

Stiamo arrivando alla diretta di Udinese Juventus: la vittoria di Benevento ha sostanzialmente sancito la salvezza di Luca Gotti. Doveva essere un traghettatore quando nel novembre di due anni fa ha preso il posto di Igor Tudor, ora ha già allenato per 61 volte in Serie A e i risultati sono dalla sua parte: l’anno scorso ha timbrato 35 punti in 28 partite, quest’anno ne ha fatti 39 in 33 gare. Di fatto la stessa media, ma la classifica è migliore e addirittura l’Udinese potrebbe andare a prendersi la parte sinistra della classifica, magari battendo quella Juventus già superata l’anno scorso nel lockdown. Che dire di Andrea Pirlo invece? Fabio Paratici lo ha legato alla panchina bianconera solo in caso di qualificazione alla Champions League, e la sensazione è che anche quello potrebbe non bastare. Il bresciano è consapevole, e lo ha detto, di come la primissima stagione da allenatore non sia stata all’altezza delle aspettative: soffermarsi sui problemi sarebbe esercizio lungo e se ne avrà ancora l’occasione, intanto possiamo aggiungere che Pirlo ha 5 partite per portare la Juventus tra le prime quattro del campionato e salvare il salvabile, poi avrà la finale di Coppa Italia che potrebbe rappresentare il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa. (agg. di Claudio Franceschini)

UDINESE JUVENTUS: I TESTA A TESTA

Diamo uno sguardo ai precedenti della diretta di Udinese Juventus. Le due squadre si sono affrontate in passato in Serie A in Friuli per ben 47 volte. Il bilancio ci parla di 6 successi dei padroni di casa, 14 pareggi e 27 vittorie della vecchia signora. I friulani hanno segnato 34 reti mentre i piemontesi di gol ne hanno fatti 88. La gara col maggior numero di reti è un 2-7 della stagione 1951/52 con protagonisti Vivolo e Hansen entrambi autori rispettivamente di una tripletta. Sono tre i risultati usciti più volte tra cui 0-0, 1-1 e 0-2 che si sono visti tutti e tre per sei volte. L’ultimo precedente ha visto vincere l’Udinese che si è imposta 2-1, rimandando la festa scudetto della Juventus che era crollata nella ripresa. Dopo la rete di De Ligt alla fine del primo tempo l’avevano ribaltata nella ripresa Nestorovski e Fofana, quest’ultimo a segno all’ultimo secondo costringendo Maurizio Sarri a vincere il campionato nella giornata seguente, con qualche brivido in più. La Juve non vince alla Dacia Arena dalla gara precedente terminata 0-2 con i gol di Bentancur e Cristiano Ronaldo.

UDINESE JUVENTUS: PUNTI PESANTI!

Udinese Juventus, in diretta dallo stadio Friuli-Dacia Arena di Udine, è il posticipo che alle ore 18.00 di oggi pomeriggio, domenica 2 maggio 2021, si giocherà per la trentaquattresima giornata di Serie A. Il “derby” bianconero sarà delicato soprattutto per Andrea Pirlo: la diretta di Udinese Juventus infatti potrebbe essere un bivio decisivo per la stagione della Vecchia Signora, che ormai ha abdicato dopo nove scudetti consecutivi, ma rischia addirittura di rimanere fuori dalle prime quattro posizioni e quindi dalla prossima Champions League, con tutte le conseguenze che ne deriverebbero.

Il pareggio a Firenze di domenica scorsa ha ulteriormente complicato la situazione, perché ci sono sicuramente avversarie che stanno molto meglio in questa volta finale, dunque la Juventus deve tornare immediatamente a vincere. Di fronte avrà l’Udinese di Luca Gotti, che vincendo a Benevento ha fatto un bel passo avanti verso la salvezza, ma che naturalmente cercherà di blindare definitivamente questo traguardo con un risultato di prestigio. Posta in palio altissima: cosa succederà in Udinese Juventus?

PROBABILI FORMAZIONI UDINESE JUVENTUS

Scopriamo adesso quali potrebbero essere le probabili formazioni di Udinese Juventus. Spicca l’assenza per squalifica di Musso, dunque tra i pali della porta friulana giocherà Scuffet. Modulo 3-5-1-1 con ancora dubbi in difesa, dove l’unica certezza sembra essere Nuytinck, idee molto più chiare invece nel folto quintetto di centrocampo che dovrebbe proporre da destra a sinistra Molina, De Paul, Arslan, Walace e Stryger Larsen, mentre il reparto offensivo dovrebbe vedere Pereyra trequartista alle spalle di Okaka, favorito come centravanti. Vari dubbi anche per Andrea Pirlo: ballottaggio Chiellini-Bonucci per affiancare De Ligt e Alex Sandro in quella che potrebbe essere una difesa a tre davanti a Szczesny. Ipotesi centrocampo a cinque dunque, dove però restano almeno un paio di maglie da assegnare, sempre che alla fine il mister non scelga il 4-4-2. La buona notizia è il rientro di Chiesa, in attacco invece c’è ancora una volta da decidere chi tra Morata e Dybala affiancherà Cristiano Ronaldo dal primo minuto.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo anche al pronostico su Udinese Juventus in base alle quote offerte dall’agenzia Snai. Il segno 2 per la vittoria esterna è favorito ed è quotato a 1,50, mentre poi si sale a quota 4,50 in caso di segno X per il pareggio e fino a 6,00 volte la posta in palio sul segno 1 in caso di vittoria casalinga dell’Udinese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA