Diretta/ Venezia Cremona (risultato finale 73-75): la Vanoli vince in overtime!

- Claudio Franceschini

Diretta Venezia Cremona, risultato finale 73-75: la Vanoli vince gara-3 della semifinale playoff dopo un overtime, e si riprende il fattore campo. Decisivo Wesley Saunders, con 18 punti.

Diener Haynes Cremona Venezia lapresse 2019
Diretta Venezia Cremona, gara-4 semifinale playoff (Foto LaPresse)

DIRETTA VENEZIA CREMONA (RISULTATO FINALE 73-75, OVERTIME)

Cremona Venezia 73-75: la Vanoli vince gara-3 della semifinale playoff di basket Serie A1, si riprende il vantaggio nella serie e avrà il primo match point mercoledì, anche se saremo ancora al Taliercio. Decisive tante cose, ma soprattutto il modo in cui la squadra di Meo Sacchetti ha reagito allo svantaggio nell’overtime: sotto di un punto, Cremona ha piazzato una tripla di Wesley Saunders (miglior marcatore a quota 18 punti) e un canestro di Vojislav Stojanovic che fino a quel momento non aveva ancora segnato, e che invece ha risolto la pratica. La Reyer, sotto di 4, ha provato a rintuzzare con Stefano Tonut (11 punti e 4/8 dal campo): primo libero a bersaglio, secondo sbagliato, rimbalzo offensivo ma lo stesso numero 7 ha sbagliato il tiro che avrebbe potuto riavvicinare gli orogranata, definitivamente ricacciati indietro dai liberi del solito Saunders. Inutile il canestro di Michael Bramos: vince Cremona, a Venezia non servono i 18 punti di Austin Daye e le doppie doppie di Bramos (11+11) e Mitchell Watt (15+12), adesso Walter De Raffaele dovrà provare a forzare gara-5 che però, eventualmente, dovrà giocare fuori casa. (agg. di Claudio Franceschini)

VENEZIA CREMONA (65-65): OVERTIME!

Cremona Venezia 65-65: incredibile epilogo di quarto periodo al Taliercio e partita che non è ancora terminata, la Reyer che sembrava essere scappata viene ripresa in una partita a basso punteggio e si arriva con un possesso pieno a distanziare le due squadre. Andrew Crawford sbaglia la tripla ma Mangok Mathiang, ancora una volta preziosissimo, cattura il rimbalzo e affida la palla nelle mani di Travis Diener che pesca Wesley Saunders. Il tiro dall’arco questa volta è dentro: la Vanoli ritrova un insperato pareggio a quota 63 ed ha ancora falli da spendere. Lo fa per spezzare il ritmo offensivo di Venezia, che però replica la stessa azione degli avversari: Mitchell Watt vola a rimbalzo sull’errore di MarQuez Haynes e sancisce il nuovo vantaggio. Entra Bruno Cerella per difendere forte e blindare la vittoria; ci pensa però Crawford a realizzare nuovamente la parità per una Cremona che non ha la minima intenzione di mollare. A quel punto Walter De Raffaele rimanda Haynes sul parquet ma Julyan Stone perde palla: sarà overtime. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come sempre la diretta tv di Venezia Cremona sarà disponibile sui canali Rai Sport e Eurosport 2: nel primo caso l’appuntamento è aperto a tutti, nel secondo bisognerà essere clienti della televisione satellitare. Sarà possibile seguire la partita della semifinale anche in diretta streaming video: basterà visitare senza costi aggiuntivi il sito www.raiplay.it oppure, sempre avendo a disposizione apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone, abbonarsi alla piattaforma Eurosport Player che trasmette tutte le partite del campionato di basket. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

VENEZIA CREMONA (49-49): 4^ QUARTO

Venezia Cremona 49-49: nuovo tentativo della Vanoli nel terzo periodo di una partita che è ben lontana dall’essere conclusa. La squadra di Meo Sacchetti parte con il vento in poppa: se nel primo tempo i lunghi di Venezia avevano tenuto botta, questa volta sono quasi impotenti di fronte al grande lavoro di Mangok Mathiang che gira totalmente la sua serata e diventa determinante nel lanciare il parziale dei lombardi, che minacciano davvero di archiviare la pratica. La Reyer però risponde ancora: la squadra di Walter De Raffaele mostra di avere più frecce nella sua faretra e, mentre la produzione offensiva di Austin Daye si arresta, diventa importante quella di Stefano Tonut che raggiunge l’ala USA in doppia cifra, arriva quasi a dominare il terzo periodo e contribuisce e rappresenta la linfa vitale che permette agli orogranata di arrivare al pareggio a quota 49, con il canestro di Michael Bramos che chiude il quarto. Adesso, ci aspetta quasi un doppio overtime per stabilire chi vincerà gara-3 e si prenderà il vantaggio nella serie di semifinale… (agg. di Claudio Franceschini)

VENEZIA CREMONA (33-35): INTERVALLO

Venezia Cremona 33-35: continua sui binari dell’equilibrio questa gara-3 di semifinale, ma c’è carne al fuoco nel secondo periodo appena concluso: la Vanoli ha infatti aperto le danze con un parziale di 9-2 firmato dal talento di Andrew Crawford e la concretezza di Giampaolo Ricci. La squadra ospite è così volata sul +9, minacciando di mettere una seria ipoteca sulla partita; qui però è arrivata la reazione della Reyer, con l’intelligenza cestistica di Julyan Stone che si è messo in proprio e, aiutato da MarQuez Haynes e Gasper Vidmar, ha ispirato un controparziale di 13-3 che ha permesso agli orogranata di tornare davanti e comunque di tornare del tutto in partita (Peyton Aldridge ha effettuato un nuovo sorpasso con una tripla che ha anche sancito i primi punti personali). Dunque per il momento il primo allungo è stato degli ospiti, ma i padroni di casa hanno risposto presente: potremmo paragonarlo ad un tentativo di fuga nel ciclismo con l’inseguitore che dopo aver concesso qualche metro è prontamente rientrato. Nel secondo tempo sarà Venezia a tentare la prima sortita? Staremo a vedere tra poco, quando le due squadre torneranno sul parquet del Taliercio. (agg. di Claudio Franceschini)

VENEZIA CREMONA (20-18): 2^ QUARTO

Venezia Cremona 20-18: partita equilibrata quella del Taliercio, con un punteggio nemmeno troppo basso anche se certo non altissimo. La Reyer non riesce a scappare: Austin Daye si prende responsabilità offensive e i compagni di squadra si affidano soprattutto a lui per trovare il canestro, Venezia è efficace quando riesce a dare la palla in area dove anche Mitchell Watt riesce a reggere l’urto di Mangok Mathiang, in una possibile chiave della gara. Tuttavia la Vanoli è viva e lo dimostra fin dalla palla a due: Andrew Crawford inizia la partita come si confà a un MVP della regular season, ma è soprattutto Wesley Saunders che frusta la retina avversaria e, con una tripla nel finale, consente ai suoi di operare un altro sorpasso (ma ci pensa ancora Daye a impattare). Questa gara-3 sta confermando le premesse: non c’è ancora una squadra che riesca ad avere la meglio sull’altra, non resta che attendere i prossimi periodi qui al Taliercio per vedere come proseguiranno le cose… (agg. di Claudio Franceschini)

VENEZIA CREMONA (0-0): PALLA A DUE!

Eccoci alla palla a due di Venezia Cremona: la partita di regular season su questo parquet si era giocata il 6 gennaio, nel girone di andata, e la Reyer l’aveva vinta per 78-67. La Vanoli aveva provato a girarla nel secondo periodo, ma poi la squadra di casa era stata brava a tornare in controllo della situazione ottenendo il successo; questo anche grazie alla consueta prova corale nella quale però era emerso Mitchell Watt, che era stato capace di segnare 18 punti con 9/11 dal campo, con anche 3 rimbalzi e 2 recuperi. Per quanto riguarda la Vanoli, si era fatta sentire l’assenza di Andrew Crawford; il miglior marcatore era stato Giampaolo Ricci con 15 punti, mentre Mangok Mathiang aveva segnato 9 punti con un ottimo 4/4 dal campo ma si era limitato a 4 rimbalzi. Adesso non resta altro da fare che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come procederà questa gara-3 di semifinale playoff, che darà il vantaggio a una delle due squadre: ci siamo davvero, la diretta di Venezia Cremona finalmente comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

VENEZIA CREMONA: LE PAROLE DI DE RAFFAELE

Avvicinandoci alla diretta di Venezia Cremona, rileggiamo anche alcune parole di Walter De Raffaele: il coach della Reyer torna al Taliercio soddisfatto per essere riuscito a girare il fattore campo, mentre su gara-2 ha detto che “noi abbiamo disputato una buona partita, anche rispetto alla reazione di Cremona che ha avuto un grande approccio”. De Raffaele ha riconosciuto i giusti meriti agli avversari, che hanno segnato canestri importanti in momenti determinanti della partita; “noi abbiamo concesso qualche rimbalzo di troppo” e, ha poi aggiunto, nel momento in cui l’inerzia era a favore è stata brava la Vanoli a vincere con pieno merito, “del resto conosciamo tutti la levatura di questa squadra”. A funzionare meno rispetto alla prima partita della serie sono stati i secondi possessi e le palle vaganti, e una minore attenzione a giocatori come Andrew Crawford e Travis Diener che possono essere letali quando viene lasciato loro spazio per attaccare il canestro o comunque organizzare l’azione offensiva. Ad ogni modo la missione principale, appunto ribaltare il fattore campo, è stata compiuta e adesso Venezia ha due partite casalinghe per volare in finale. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA VENEZIA CREMONA: LE PAROLE DI SACCHETTI

In occasione di Venezia Cremona, facciamo un passo indietro e andiamo a leggere le dichiarazioni di alcuni protagonisti della partita giocata sabato sera. La Vanoli come detto ha vinto impattando la serie di semifinale, e Meo Sacchetti in conferenza stampa ha parlato di “qualcosa in più” che la sua squadra è riuscita a mettere in campo. “D’altra parte, o si mette qualcosa in più o contro una squadra come Venezia non si può vincere” ha detto. Poi c’è stata qualche parola di apprezzamento per Giulio Gazzotti, che in 11 minuti ha portato energia con 2 punti e 2 rimbalzi: “In stagione l’ho utilizzato poco perché le mie rotazioni sono sempre accorciate” ha detto Sacchetti, che ha voluto lodare l’atteggiamento del suo giocatore soprattutto in una partita nella quale Mangok Mathiang ha potuto giocare appena 16 minuti. Il coach ha poi messo l’accento sulla percentuale ai tiri liberi e su come Wesley Saunders e lo stesso Mathiang hanno risposto alle attenzioni ricevute da Andrew Crawford; infine, “andare a Venezia con il pareggio ci permetterà di giocare con un sentimento più positivo”, e allora vedremo come andranno le cose… (agg. di Claudio Franceschini)

VENEZIA CREMONA: ORARIO E PRESENTAZIONE

Venezia Cremona, partita che sarà diretta da Tolga Sahin, Maurizio Biggi e Christian Borgo, si gioca alle ore 20:45 di lunedì 3 giugno: in gara-3 della semifinale playoff di basket Serie A1 2018-2019 si parte dalla situazione di 1-1 con cui si sono chiuse le due sfide al PalaRadi. Questo significa che oggi si cambia campo e infatti siamo al Taliercio, ma che la Reyer adesso ha la possibilità di chiudere i conti con due vittorie interne. Il colpo lagunare di gara-1 ha permesso alla squadra di Walter De Raffaele di girare il fattore campo; adesso la favorita per la finale diventa dunque una Venezia che forse lo era già alla vigilia della semifinale, ma che ancora di più potrebbe andare a giocarsi la serie per lo scudetto per la seconda volta in tre stagioni. Alla Vanoli, che ha riequilibrato le cose in gara-2, il compito di riprendersi il vantaggio dato dalla classifica di regular season e tornare avanti nel punteggio; vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Venezia Cremona, della quale intanto possiamo andare a presentare i temi principali.

VENEZIA CREMONA: RISULTATI E CONTESTO

A differenza di quanto accaduto nel turno precedente alla Reyer, Venezia Cremona sembra essere una serie con punteggio leggermente più alto: in entrambe le partite giocate al PalaRadi gli orogranata hanno segnato almeno 70 punti, ma è stato quando sono riusciti a trovare 87 punti che hanno vinto. Il che potrebbe dirci, anche contando quanto appunto era accaduto nei quarti, che la Reyer sia più letale quando il risultato e le percentuali dal campo si alzano; in gara-2 Venezia ha tirato con il 48,5% da 2 e il 41,4% dall’arco, comunque una prova balistica non male che però non ha permesso agli ospiti di portare a casa la seconda vittoria. Cremona invece è stata molto brava a sfruttare i momenti importanti della gara e impattare; tuttavia adesso Meo Sacchetti deve per forza di cose vincere una delle due partite al Taliercio, perché soltanto in questo modo potrebbe garantirsi un ritorno sul parquet di casa dove giocarsi la decisiva gara-5. Staremo a vedere quello che succederà, ormai all’inizio di questo terzo episodio della semifinale manca sempre meno…

© RIPRODUZIONE RISERVATA