DIRETTA/ Virtus Bologna Treviso (risultato finale 84-79): Successo meritato

- Claudio Franceschini

Diretta Virtus Bologna Treviso streaming video e tv: orario e risultato live della partita del PalaDozza, che è valida per l’ottava giornata nel campionato di basket Serie A1.

Milos Teodosic Virtus Bologna lapresse 2019
Diretta Virtus Bologna Treviso, basket Serie A1 8^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TREVISO (84-79): FINE PARTITA

Presso il nuovo impianto Virtus Segafredo Arena la Virtus Bologna batte la De’Longhi Treviso per 84 a 79. Nel primo tempo i padroni di casa cominciano bene la sfida ma gli ospiti non si scompongono e rimontano fino a trovare il sorpasso ancor prima dell’intervallo. Nel secondo tempo il copione non cambia ma la squadra allenata da Djordjevic riesce a gestire il nuovo vantaggio fino all’ultima sirena. I due punti guadagnati quest’oggi consentono alla Virtus Bologna di portarsi a quota 16 in classifica mentre Treviso resta ferma a 6 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Virtus Bologna Treviso non sarà disponibile sui canali della nostra televisione: per seguirla, bisognerà possedere un abbonamento alla piattaforma Eurosport Player che fornisce l’intera gamma delle partite di Serie A1, ovviamente in diretta streaming video attraverso l’utilizzo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Sul sito www.legabasket .it troverete invece tutte le informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Virtus Bologna e Treviso sono ora sul punteggio di 68 a 60. Al rientro sul parquet dopo il riposo i padroni di casa di coach Djordjevic cambiano marcia e, guidati anche dai 20 punti sin qui realizzati da Gaines, si aggiudicano il parziale forzando gli avversari allenati da coach Menetti al 28 a 14. La partita resta comunque ancora aperta in vista dei dieci minuti di gioco finali.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Virtus Bologna e Treviso sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 40 a 46. Gli ospiti correggono le proprie disattenzioni mostrate in apertura di gara diventando molto più attenti in fase difensiva e migliorando ulteriormente la propria mira al tiro. I padroni di casa appaiono quasi sorpresi dal ritorno degli avversari e dovranno cercare di invertire il trend nel secondo tempo.

PRIMO QUARTO

In Emilia Romagna il primo quarto di gioco tra Virtus Bologna e Treviso si è concluso con il punteggio di 20 a 17. Nelle fasi iniziali dell’incontro la partita si rivela molto equilibrata, con le due compagini che non superano mai un massimo vantaggio di 4 punti. In ogni caso meglio i padroni di casa sin qui, mostrando maggior attenzione anche sotto l’aspetto disciplinare.

PALLA A DUE!

Eccoci alla palla a due di Virtus Bologna Treviso: c’è stato un periodo, e lo abbiamo visto, nel quale le due squadre potevano contare su campioni straordinari. Con le V nere abbiamo visto elementi del calibro di Emanuel Ginobili, Sasha Danilovic, Antoine Rigaudeau e poi ancora Roberto Brunamonti, Augusto Binelli, Alessandro Abbio. A Treviso basterebbe citare Vinnie Del Negro e Toni Kukoc, ma ci sono stati anche Jorge Garbajosa e Zeljko Rebraca, il compianto Henry Williams e Petar Naumoski, poi Tyus Edney. Era normale vedere dei big di fama mondiale vestire le casacche di Virtus e Benetton; oggi la storia è cambiata ed è stato salutato come sensazionale l’acquisto da parte di Bologna di Milos Teodosic, uno dei migliori playmaker in Europa che però è sostanzialmente arrivato quando il culmine della carriera è già passato. Starà ora alle due società provare a far tornare il basket a quei tempi gloriosi nelle loro piazze; noi intanto ci mettiamo comodi e stiamo a vedere quello che ci dirà il campo, perché finalmente è arrivato il momento di lasciare la parola alla diretta di Virtus Bologna Treviso! (agg. di Claudio Franceschini)

L’EX DELLA PARTITA: STEFAN MARKOVIC

C’è un ex in Virtus Bologna Treviso, e si tratta di Stefan Markovic: il playmaker serbo sta disputando una stagione sensazionale con le V nere ed è il miglior assistman del campionato. E’ arrivato al PalaDozza già formato: argento europeo con la sua nazionale nel 2009, allenato da un Sasha Djordjevic che conosce fin troppo bene, Markovic ha giocato due anni nel Khimki potendo confrontarsi in Eurolega, in precedenza era stato a Malaga e Valencia. Quando ha firmato per Treviso aveva 22 anni: la Benetton allenata da Jasmin Repesa era arrivata quinta in regular season grazie al contributo di Devin Smith, ma aveva perso la semifinale dei playoff contro la dominante Siena. Un anno dopo la famiglia Benetton aveva salutato, chiudendo il circo del basket almeno per qualche anno; Markovic aveva disputato una stagione interessante mettendosi in luce, tanto da essere chiamato da Valencia. Quella Treviso inoltre aveva raggiunto la Final Four di Eurocup ma, battuta in semifinale da Siviglia, aveva ceduto anche nella finale per il terzo posto contro il Cedevita Zagabria. (agg. di Claudio Franceschini)

LA STORIA DELLA PARTITA

Come abbiamo detto, Virtus Bologna Treviso profuma di storia: un totale di 20 scudetti conquistati più altre coppe, un periodo nel quale sostanzialmente i tricolori finivano nella parte bianconera di Bologna oppure al PalaVerde. La Benetton ha vinto lo scudetto nel 1992, poi c’è stato il tris della Virtus; ancora i veneti nel 1997 seguiti dalle V nere che sono tornate a trionfare in campionato nel 2001, appena prima di un back to back biancoverde e un altro scudetto trevigiano nel 2006, a chiudere la serie. Riassumiamo: queste due squadre hanno vinto 9 scudetti in un periodo di 15 anni. Tuttavia, l’irruzione della Fortitudo Bologna ha fatto sì che le serie finali dirette siano state soltanto due: entrambe le ha vinte Bologna in quel Threepeat tra il 1993 e il 1995. L’anello di congiunzione è rappresentato da Ettore Messina, oggi allenatore di Milano: con la Virtus Bologna ha vinto quattro scudetti, quattro Coppe Italia, due volte l’Eurolega e la Coppa delle Coppe. A Treviso, dove è rimasto meno, ha messo in bacheca uno scudetto, tre Coppe Italia e la Supercoppa Italiana. (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Virtus Bologna Treviso, che sarà diretta dagli arbitri Maurizio Biggi, Gianluca Sardella e Martino Galasso, si gioca alle ore 18:00 di domenica 10 novembre: è una delle partite valide per l’ottava giornata nel campionato di basket Serie A1 2019-2020. La Segafredo continua a volare: nell’ultima giornata ha dominato sul campo di Reggio Emilia ed è rimasta a punteggio pieno in classifica, minacciando davvero di prendersi la vittoria della regular season e lasciando intendere che per lo scudetto bisognerà fare i conti anche e soprattutto con lei. La De’ Longhi cerca la gloria perduta e domenica è arrivata la terza vittoria in campionato, fondamentale perché ottenuta contro Pesaro in una sfida diretta per la salvezza, andando a mettere tre partite di margine con gli adriatici. Vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Virtus Bologna Treviso; aspettandone la palla a due possiamo valutare alcuni dei temi principali legati a questa partita.

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TREVISO: RISULTATI E CONTESTO

Se dici Virtus Bologna Treviso, parli di storia: da Ettore Messina che ha allenato entrambe le squadre rendendole vincenti, passando per tutte le sfide che queste società hanno affrontato nel corso degli anni. A cavallo dei due secoli Bologna e Treviso hanno rappresentato il meglio di un movimento, quello della pallacanestro italiana, che era capace di arrivare in fondo all’Eurolega e anche vincerla, con piazze nelle quali i migliori giocatori si volevano confrontare. E’ poi andata come è andata: entrambe le società hanno dovuto affrontare un fallimento e ripartire da zero, addirittura in Veneto la famiglia Benetton ha abbandonato il basket e così si è dovuti rinascere con un consorzio e una squadra che ha impiegato tempo per tornare in Serie A1. Adesso ci è arrivata, ma affronta un’avversaria che rispetto a lei ha avuto qualche anno per ambientarsi e poi è riuscita a costruire un roster stratosferico; al momento attuale dunque la Virtus Bologna è sicuramente più avanti nella preparazione sul lungo periodo, ma noi speriamo che anche Treviso ci possa arrivare in tempi brevi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA