Diretta/ Virtus Bologna Trieste (risultato finale 81-67): la chiude la Virtus

- Claudio Franceschini

Diretta Virtus Bologna Trieste streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la 26^ giornata nel campionato di basket Serie A1, si gioca alla Segafredo Arena.

Fernandez Teodosic Trieste Virtus Bologna facebook 2021 640x300
Diretta Virtus Bologna Trieste, basket Serie A1 26^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TRIESTE (RISULTATO FINALE 81-67): LA CHIUDE LA VIRTUS

La Virtus Bologna chiude con un vantaggio di larga misura la sfida contro l’Allianz Trieste, portandosi così sul punteggio di 81-67 che è quello con il quale si chiude la partita. I felsinei hanno iniziato l’ultimo quarto decisi a chiudere definitivamente i conti e grazie a Tessitori si sono portati sul 66-53, massimo vantaggio della partita che è stato incrementato poi di un ulteriore punto, anche se Henry si è battuto fino alla fine per limitare i danni per l’Allianz, con l’ultima tripla alla quale la Virtus ha saputo però rispondere con l’ultimo canestro, quello appunto del definitivo 81-67. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TRIESTE STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Virtus Bologna Trieste non sarà una di quelle che per questo turno di campionato verranno trasmesse sui canali della nostra televisione. Sappiamo comunque che esiste l’alternativa di Eurosport Player, la piattaforma che richiede comunque di essere clienti e che fornisce, in diretta streaming video, tutte le partite del campionato di basket Serie A1. Sul sito ufficiale www.legabasket.it potrete consultare liberamente le informazioni utili come il tabellino play-by-play, il boxscore aggiornato in tempo reale, le statistiche di squadre e giocatori e la classifica del torneo.

L’ALLIANZ CI PROVA

L’Allianz Trieste prova a tenere aperta la partita ma si ritrova sotto sul 56-48 in casa della Virtus Bologna alla fine del terzo quarto, con i felsinei che hanno visto erodersi di un solo punto il loro vantaggio rispetto all’intervallo. Il terzo parziale è andato avanti nel segno di un sostanziale equilibrio, Abass è stato sempre il più efficace a livello offensivo per i padroni di casa mentre gli ospiti hanno tentato un riavvicinamento nella fase conclusiva, con Laquintana che aveva riportato Trieste a -6 cin risposta immediata di Bologna per il 56-48 di fine quarto. (agg. di Fabio Belli)

ALLUNGANO I FELSINEI

Allungano i felsinei che arrivano a +9 sugli avversari a metà gara. La Virtus Bologna chiude il primo quarto in vantaggio 40-31 contro l’Allianz Trieste, che a inizio parziale con Alviti si era riportata a contatto nel punteggio, a soli 2 punti di distanza sul 27-25. Sale però in cattedra Abass che riporta subito Bologna sul 32-25 e permette poi ai padroni di casa di allungare ancora sul 37-27, quindi Alibegovic porta la Virtus a +11 sul 40-29. Trieste riesce prima dell’intervallo ad accorciare con Doyle ma il 40-31 a metà gara rende bene l’idea della superiorità fin qui espressa dalla Virtus Bologna. (agg. di Fabio Belli)

V NERE IN TESTA

Primo quarto a due facce tra Virtus Bologna e Allianz Trieste: gli ospiti hanno un approccio alla partita decisamente migliore e allungano con una tripla di Da Ros che vale il 9-15. I felsinei trovano però subito la parità grazie a Tessitori che chiude un mini-parziale di 6-0 che riporta la situazione sul 15-15. Adams schiaccia e ribalta la situazione, poi va a segno anche Alibegovic con una bella giocata: il primo parziale si chiude con i padroni di casa avanti 23-18 e Trieste che sembra aver smarrito la via del canestro dopo un ottimo avvio. (agg. di Fabio Belli)

PALLA A DUE!

Si alza la palla a due di Virtus Bologna Trieste, una partita che all’andata (era il 13 dicembre) le V nere avevano dominato all’Allianz Dome vincendo 77-60. Era stata una grande prestazione soprattutto nel primo tempo, chiuso sul +18; poi la squadra di Sasha Djordjevic aveva gestito abbassando i ritmi. Era stata in particolar modo la serata di Julian Gamble, che aveva chiuso con una doppia doppia da 18 punti e 11 rimbalzi tirando 7/9; male invece Milos Teodosic (5 punti con 1/7), curiosamente a parte il già citato Gamble gli altri giocatori della Virtus avevano disputato una partita normale, entro i canoni e senza strafare. Marcos Delia (13 punti, 7/8 in lunetta) e Andrejs Grazulis (6 punti e 11 rimbalzi, nessuna palla persa) avevano condiviso la migliore valutazione in casa Allianz (15), mentre Milton Doyle era stato il miglior realizzatore con 15 punti ma aveva anche tirato 3/11 dall’arco, perdendo 5 palloni. Vedremo allora se questa sera le V nere saranno in grado di replicare la vittoria o se invece arriverà il colpo grosso dei giuliani, noi ora ci mettiamo comodi e lasciamo che a parlare sia il parquet della Segafredo Arena dove finalmente la diretta di Virtus Bologna Trieste comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Uno dei protagonisti più attesi di Virtus Bologna Trieste sarà sicuramente Amar Alibegovic: statunitense di nascita ma italiano per cittadinanza sportiva, 26 anni appena compiuti, viaggia a 4,7 punti e 3,0 rimbalzi con il 52,6% da 2 in quella che è la prima stagione in maglia Segafredo, al netto delle cifre è sempre in grado di portare energia e giocate importanti e le V nere lo hanno acquistato dopo l’ottimo biennio di Roma (10,5 punti e 7,2 rimbalzi nella parte di stagione in Serie A1 prima della pandemia). Il motivo per cui Alibegovic finisce sotto i riflettori, tuttavia, è che papà Teoman è stato un giocatore di Trieste: dall’Ulkerspor terminò la stagione 1996-1997 con i giuliani (in passato era già stato alla Fortitudo Bologna) timbrando poco meno di 22,0 punti di media. A vestire la canotta alabardata sarebbe poi tornato nel 1998, centrando la promozione al termine di cinque appassionanti sfide di finale playoff contro Livorno; già trentaduenne, avrebbe accettato l’offerto di Udine dove sarebbe rimasto per tre anni di buon livello, chiudendo infine in Grecia con il Nea Filadelfia. Il figlio Amar cerca di ripercorrere le sue orme: difficile, ma intanto sta dando il suo contributo alla Virtus Bologna… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TRIESTE: MISSIONE PRIMATO PER LE V NERE

Virtus Bologna Trieste, partita diretta dagli arbitri Alessandro Martolini, Guido Federico Di Francesco e Sergio Noce, si gioca alle ore 20:30 di domenica 11 aprile: siamo alla Segafredo Arena, per la 26^ giornata nel campionato di basket Serie A1 2020-2021. Reduce dal dominio del PalaSerradimigni (+31 su Sassari con 108 punti segnati), la Segafredo non ha ancora rinunciato all’obiettivo primo posto: una tra Brindisi e Milano si fermerà stasera e Sasha Djordjevic spera sia l’Olimpia, per poi giocarsi la volata finale e provare a riprendersi quello che la pandemia aveva tolto nel 2020.

L’Allianz è la squadra che ha riposato nell’ultimo turno: non gioca dalla sconfitta di Treviso e i suoi 4 punti di vantaggio sul nono posto sono una sorta di assicurazione per la qualificazione ai playoff, visto ovviamente il calendario che porterà le rivali a incrociarsi parecchio. Intanto però servirà riprendere una marcia che ultimamente si è interrotta; aspettando la palla a due nella diretta di Virtus Bologna Trieste, proviamo a valutare quali potrebbero essere alcuni dei temi principali che sono legati alla partita della Segafredo Arena.

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TRIESTE: RISULTATI E CONTESTO

In Virtus Bologna Trieste l’Allianz ha l’occasione, almeno virtuale, di giocare contro un’avversaria che ha speso energie nella semifinale di Eurocup: un dato non da poco che potrebbe dare un vantaggio a Eugenio Dalmasson e i suoi ragazzi, che sono anche freschi per aver riposato una settimana fa. I giuliani credono nei playoff, e ci sono vicini proprio per la folta concorrenza: vero che ci sono tante squadre da tenere in conto, vero è anche che due vittorie di vantaggio con le sfide dirette sono tanti, di conseguenza la missione di Trieste è quella di vincere almeno una partita per scavare un solco che a quel punto diventerebbe presumibilmente incolmabile. I playoff sarebbero un grande traguardo per gli alabardati; è invece quello minimo per una Virtus Bologna costruita per vincere tutto ma che in Serie A1 ha perso un po’ di smalto e contatto dalle primissime posizioni. Ora però, con Milano che qualche battuta d’arresto l’ha incontrata, il primo posto è ancora alla portata a condizione che la squadra si esprima come ha fatto a Sassari sabato scorso, senza sottovalutare alcun avversario ma sapendo di avere il potenziale giusto per operare lo strappo e andare a operare un doppio sorpasso in classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA