DIRETTA/ Zenit Juventus (risultato finale 0-1): l’acuto di Kulusevski!

- Claudio Franceschini

Diretta Zenit Juventus streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il gruppo H di Champions League, i bianconeri comandano il gruppo.

Szczesny uscita Danilo Juventus Chelsea lapresse 2021 640x300
Diretta Zenit Juventus, Champions League gruppo H 3^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ZENIT JUVENTUS (RISULTATO FINALE 0-1): L’ACUTO DI KULUSEVSKI!

Per la Juventus arrivano altri 3 punti importantissimi nel girone di Champions: dopo il Chelsea, piegato di misura anche lo Zenit San Pietroburgo. In un match estremamente equilibrato i russi devono capitolare al 41′ del secondo tempo al gol di Kulusevski: lo svedese colpisce sfilando alle spalle della difesa di casa su cross di De Sciglio e prendendosi così la palma dell’uomo partita. Una beffa per lo Zenit, più volte vicino al vantaggio con l’intraprendente Claudinho, ma ora la Juve si prende un successo fondamentale e guida a punteggio pieno il girone davanti al Chelsea: gli ottavi di finale sembrano vicinissimi. (agg. di Fabio Belli)

ZENIT JUVENTUS STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Zenit Juventus sarà in esclusiva su Amazon Prime, pertanto riservata agli abbonati: questo match di Champions League potrà essere seguito anche su tutti i dispositivi che si possono connettere al servizio, così da assistervi in diretta streaming video. Ricordiamo poi che c’è una sorta di accordo di collaborazione tra questo broadcaster e la televisione satellitare: infatti i clienti Amazon Prime potranno accedere alla diretta di Zenit Juventus anche attraverso il servizio Sky Q.

TRIPLO CAMBIO BIANCONERO

A inizio secondo tempo immediatamente ammonito Karavaev per un fallo su Chiesa, la prima vera occasione della ripresa ce l’ha però la Juventus, con McKennie bravo a scappar via a Douglas Costa ma senza riuscire a superare Kritsyuk. Rispondono subito i russi con un’insidiosa conclusione di Claudinho murata da Bonucci, quindi al 13′ ancora Claudinho cerca la conclusione a giro che finisce di pochi centimetri sul fondo. Triplo cambio per la Juve con Alex Sandro, Locatelli e Bernardeschi che lasciano rispettivamente spazio a Cuadrado, Arthur e Kulusevski, subito ammonito Arthur ma al 19′ la Juventus è ancora pericolosa con Cuadrado che non riesce a superare Kritsyuk in uscita. (agg. di Fabio Belli)

CI PROVA CHIESA

La partita resta equilibrata, al 31′ arriva un cartellino giallo per Barrios che viene sanzionato per un fallo commesso su Alex Sandro, poi non si chiude una interessante combinazione tra Wendel e Claudinho. La Juventus subisce l’iniziativa avversaria ma rischia poco a livello di occasioni da gol, al 40′ Chiesa prova a scuotere l’equilibrio con una sassata e il portiere di casa Kritsyuk lascia scorrere il pallone di poco a lato sulla sinistra. L’ultima chance del primo tempo ce l’ha comunque lo Zenit con un colpo di testa di Chistyakov che viene comunque controllato da un attento Szczesny. Si va al riposo con le squadre ancora ferme sul risultato di 0-0 alla Gazprom Arena di San Pietroburgo. (agg. di Fabio Belli)

SZCZESNY SALVA SU CLAUDINHO

E’ lo Zenit San Pietroburgo a partire più aggressivo e a fare pressione sulla Juventus, che chiude comunque bene gli spazi e prova a farsi vedere con Alex Sandro in avanti. Proprio il brasiliano al 13′ prova ad innescare Morata ma il pallone finisce docile tra le braccia di Kritsyuk, la prima vera occasione da gol della partita ce l’ha comunque lo Zenit al 19′ con Malcom che sfrutta un’incertezza di Bernardeschi e serve Claudinho, reattivo Szczesny in tuffo ad evitare il gol avversario. La Juventus prova a uscire dal guscio ma lo Zenit tiene bene il campo, col risultato che resta a reti bianche a metà primo tempo. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Zenit Juventus, è giunto il momento del fischio d’inizio: prima però abbiamo ancora qualche minuto che ci consente di analizzare il rendimento delle due squadre nel girone H di Champions League. Bilancio positivo per lo Zenit San Pietroburgo, che finora ha raccolto 3 punti grazie a una vittoria e una sconfitta e vanta anche un bel +3 nella voce della differenza reti, per merito di quattro gol segnati a fronte dell’unica rete subita. Dall’altra parte però ecco la Juventus di Max Allegri che si gode il primato del girone grazie a due vittorie su due e ovviamente 6 punti in classifica.

La difesa bianconera non ha ancora incassato nemmeno un gol, in attacco invece eccone quattro all’attivo, di conseguenza per la Juventus la differenza reti è pari a +4 finora. Adesso però basta numeri e parole: leggiamo le formazioni ufficiali di Zenit Juventus, poi parola al campo!

FORMAZIONI UFFICIALI ZENIT JUVENTUS

ZENIT (3-4-2-1): Kritsyuk; Chistiakov, Rakitskiy, Lovren; V. Karavaev, Wendel, W. Barrios, Douglas Santos; Malcom, Claudinho; Dzyuba. Allenatore: Sergey Semak

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; De Sciglio, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; McKennie, Bentancur, Locatelli, Bernardeschi; F. Chiesa, Morata. Allenatore: Massimiliano Allegri (Agg. di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ZENIT JUVENTUS: I TESTA A TESTA

I due precedenti di Zenit Juventus ci portano ad un periodo nel quale i bianconeri tornavano in Champions League dopo i fatti di Calciopoli: era il 2008 e il girone era stato superato con Claudio Ranieri in panchina. Un periodo nel quale Alex Del Piero aveva mostrato tutta la sua grandezza: si ricorda chiaramente la doppietta al Bernabeu con i tifosi del Real Madrid che lo avevano omaggiato con un’ovazione, ma a metà settembre, nell’esordio in quella Champions League, Del Piero aveva punito lo Zenit con una meravigliosa punizione dalla lunga distanza, e una traiettoria imprendibile per il portiere Vyacheslav Malafeev.

Al ritorno, a San Pietroburgo, Zenit e Juventus avevano pareggiato 0-0: la Juventus a quel punto era già qualificata agli ottavi, dove aveva pescato il Chelsea venendo eliminata in un doppio confronto equilibrato. Un altro incrocio curioso, visto che i Blues fanno parte del gruppo H di questa Champions League e nell’ultimo turno sono stati battuti all’Allianz Stadium… (agg. di Claudio Franceschini)

ZENIT JUVENTUS: L’ARBITRO

Zenit Juventus sarà diretta questa sera a San Pietroburgo dall’arbitro svizzero Sandro Scharer per la terza giornata della Champions League 2021-2022. Di conseguenza ecco che, almeno sul rettangolo di gioco, la squadra arbitrale sarà interamente elvetica, grazie anche ai due guardalinee Stephane De Almeida e Bekim Zogaj e al quarto uomo Alain Bieri. Ci sarà però anche un po’ di Germania chiamata alla direzione di Zenit San Pietroburgo Juventus, perché alla Var troveremo come responsabile il tedesco Bastian Dankert, con al suo fianco in qualità di assistente Avar l’elvetico Fedayi San.

Per conoscere meglio il primo arbitro, ricordiamo che Sandro Scharer è nato il 6 giugno 1988 a Buttikon, nel cantone Argovia, e ha debuttato nel massimo campionato di calcio svizzero nel 2013. Già due anni dopo Scharer ha ottenuto la qualifica di arbitro internazionale Fifa, in Champions League la sua ultima apparizione era stata Bruges Paris Saint Germain 1-1 il 15 settembre scorso, partita nella quale il fischietto elvetico aveva estratto per quattro volte il cartellino giallo, ma senza espulsioni o calci di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ZENIT JUVENTUS: ALLEGRI VUOLE LA TERZA VITTORIA!

Zenit Juventus sarà diretta dall’arbitro svizzero Sandro Schärer: squadre in campo alle ore 21:00 di mercoledì 20 ottobre presso la Gazprom Arena, dove va in scena la partita valida per la terza giornata nel gruppo H di Champions League 2021-2022. Situazione ottima per i bianconeri, che sono anche reduci dalla vittoria sulla Roma con cui riprendono sempre più passo in campionato: in questo girone il sigillo sui campioni del Chelsea ha sancito il secondo successo in altrettante partite, dunque primo posto in classifica e ottavi che sarebbero di fatto archiviati in caso di vittoria questa sera, anche se chiaramente il risultato non è scontato e anzi bisognerà stare molto attenti.

Lo Zenit, come tutte le squadre russe, in casa può esser temibile: nell’ultima giornata di Champions League ha rifilato 4 gol al Malmoe, vero che ha influito l’inferiorità numerica degli svedesi ma la squadra di Sergey Semak aveva già fatto soffrire il Chelsea a Stamford Bridge, di conseguenza per Allegri sarà un match da prendere con le molle. Vedremo quello che succederà nella diretta di Zenit Juventus, mentre aspettiamo che la partita si giochi proviamo a fare qualche rapida valutazione circa le scelte da parte dei due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI ZENIT JUVENTUS

Sarà un 3-4-2-1 quello di Semak per la diretta di Zenit Juventus: in porta va Kritsyuk, davanti a lui una linea con il veterano Lovren che sarà coadiuvato dall’esperto ucraino Rakitskiy e da Barrios, o Chistyakov. Torna a fare un passo avanti dunque Douglas Santos, che si occuperà della corsia sinistra; sull’altro versante il ballottaggio riguarda Sutormin, che parte favorito, e Vyacheslav Karavaev mentre in mezzo al campo dovrebbero esserci pochi dubbi su Wendel e Kuzyaev. Alle spalle di Dzyuba, che come sempre sarà il centravanti, per lo Zenit dovrebbero poi giocare Malcom e Claudinho, con Erokhin come prima alternativa.

La Juventus di Allegri si dispone con il 4-4-2: da valutare chi tra Morata, Kean, Kulusevski e Federico Chiesa giocherà in attacco ma sappiamo che l’ex Fiorentina agirebbe nel caso come esterno sinistro a centrocampo, dove ovviamente Bernardeschi si gioca la maglia. Sull’altro lato del campo ecco Cuadrado, poi in mezzo abbiamo una timida possibilità per il rientrato Arthur, che contende il posto a Bentancur per affiancare un Locatelli quasi certo della maglia. Bonucci e De Ligt formeranno la coppia centrale a protezione di Szczesny, Danilo e Alex Sandro saranno invece i due terzini.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote per un pronostico su Zenit Juventus sono state emesse anche dall’agenzia Snai, ed è di questo bookmaker che andiamo a leggere i valori previsti: il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa vi farebbe guadagnare 3,70 volte quanto messo sul piatto, contro il valore di 3,25 volte la puntata che accompagna il segno 2, su cui puntare per il successo degli ospiti. L’eventualità del pareggio, regolata come sempre dal segno X, porta invece in dote una vincita che ammonta a 2,10 volte l’importo che avrete scelto di investire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA