Doctor Sleep da oggi in sala/ Il sequel di Shining “non vuole imitare Kubrick”

- Davide Giancristofaro Alberti

Doctor Sleep da oggi nelle sale cinematografiche d’Italia: grande attesa per il film sequel di Shining, le parole del regista Mike Flanagan.

doctor sleep 2019
Doctor Sleep, la locandina
Pubblicità

E’ atteso un buon riscontro al botteghino per Doctor Sleep di Mike Flanagan, sequel di Shining e tra i film più attesi della stagione cinematografica. Le prime reazioni dagli Usa sono ottime, missione tutt’altro che semplice quando ci si confronta con una leggenda come Stanley Kubrick. Intervistato da Best Movie, il regista ha voluto sottolineare che «questa sarà una storia a sé, con uno stile suo». Nessun tentativo di imitare il regista di Arancia Meccanica, «anche perché sarebbe stato impossibile». Il regista ha affermato di aver coinvolto Stephen King e gli eredi di Kubrick, aggiungendo sibillinamente: «C’è una scena chiave che ci ha permesso di avere l’ok di tutti, ma non vi posso spiegare nel dettaglio di che scena si tratti, perché sarebbe uno spoiler enorme. Comunque, grazie a quella scena, abbiamo ottenuto la benedizione di entrambi, ma lo stress è stato enorme». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

DOCTOR SLEEP, LE PAROLE DI KATHARINA KUBRICK

Da oggi nelle sale italiane l’attesissimo Doctor Sleep, sequel di The Shining diretto da Mike Flanagan. Protagonista un inedito Ewan McGregor in un lungometraggio con una grossa responsabilità: scrivere un nuovo capitolo del lungometraggio cult di Stanley Kubrick. Intervistata da Il Cineocchio, la figlia Katharina Kubrick ha rivelato di aver già visto il film del cineasta di Somnia e Oculus, parlando di esperienza strana: «Mi rendo conto i fan di Stanley Kubrick daranno di matto, urlando alla ‘blasfemia culturale’, ma si tratta pur sempre di un libro scritto da Stephen King, il quale ha deciso di fare un sequel del suo Shining e poi di venderne i diritti per un film. Credo che Mike Flanagan abbia girato un grande tributo a mio padre, che sia un suo grande ammiratore». Prosegue Katharina Kubrick: «Si tratta di una continuazione di quello che succede a Danny Torrance dopo gli eventi di Shining, quindi hanno dovuto per forza di cose far riferimento all’Overlook Hotel che tutti conoscono. Per questo motivo mi è parsa un’esperienza bizzarra, come se qualcuno fosse andato sui set di Stanley Kubrick durante la notte e vi avesse girato il suo film». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

DOCTOR SLEEP DA OGGI AL CINEMA

Esce oggi nelle sale cinematografiche italiane “Doctor Sleep”. In concomitanza con la festa di Halloween 2019, potremo gustarci il nuovo film horror tratto dall’omonimo romanzo bestseller di Stephen King, nonché sequel del film cult “Shining” di Kubrick. La regia è curata da Mike Flanagan, che si è fatto già conoscere al grande pubblico con la splendida serie tv horror “Hill House” disponibile su Netflix dal 2018 e pronta ad un secondo capitolo. Il protagonista davanti alla cinepresa sarà invece Ewan McGregor, che vestirà i panni di Danny Torrance, il bimbo di “Shining” che ovviamente è cresciuto. La critica lo ha già accolto con grande entusiasmo, e stando a quanto riportato da Teamworld.it, “Doctor sleep” viene definito uno dei migliori adattamenti cinematografici di un libro di King. Lo stesso scrittore ha elogiato l’opera, definendo Flanagan un regista di grande talento nonché un eccellente narratore, un battesimo decisamente di prestigio.

STEPHEN KING: “ECCO PERCHE’ HO SCRITTO DOCTOR SLEEP”

«Mi sono sempre chiesto cosa fosse successo a Danny – ha dichiarato Stephen King parlando del suo romanzo “Doctor Sleep” – quando è cresciuto e ho sentito che avevo una storia da raccontare. Non puoi davvero riprenderti fino a quando non avrai finalmente raggiunto il fondo e volevo vederlo sullo schermo con Dan». La particolarità del nuovo film horror in uscita oggi, è che nello stesso sono state inserite alcune scene raccontante nel romanzo “The Shining” ma non inserite nel film di Kubrik: «La mia strategia – ha spiegato a riguardo il regista Mike Flanagan – è quella di onorare ciò che Kubrick ha fatto, ho voluto vedere questo film come un vero e proprio sequel del suo, cercando anche di fare onore ad alcune sequenze del romanzo che non furono inserite nel film». Stephen King, Halloween, il genere horror, un grande regista e un cast superbo: sembra esserci davvero tutto affinchè Doctor Sleep sia uno dei film più visti della stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità