DOMENICA IN/ Gianna Nannini “non volevo offendere poliziotti, video parla di amore!”

- Stella Dibenedetto

Gianna Nannini interviene a Domenica In per fare chiarezza dopo le polemiche sul suo video in cui appaiono i poliziotti con testa di maiale

mara venier domenica in 640x300
Mara Venier

Gianna Nannini negli ultimi giorni è stata al centro di una polemica per via di un video del suo singolo in cui appaiono poliziotti con le teste di maiale. Un incidente di percorso per il quale oggi la cantante è intervenuta in collegamento a Domenica In per fare chiarezza. “Sono meravigliata che un video uscito un mese e mezzo fa abbia creato adesso questo putiferio, non ci posso credere!”. L’artista ha quindi fatto chiarezza assoluta nel tentativo di mettere a tacere le polemiche: “Nessuno aveva intenzione di offendere le forze dell’ordine, è un video che condanna la violenza, gli abusi di potere di tutti i tipi. Devo essere molto chiare di una cosa: nessuno ha disegnato uniformi della polizia italiana. Sono state disegnate su scene reali dove ci sono riferimenti a Arancia Meccanica, La Fattoria degli animali, ecc… Questa allegoria dei maiali esiste già, è una caricatura che esiste da sempre, è un video che parla di amore! Vuole combattere la violenza. Canto canzoni che parlano d’amore, nessuno vuole offendere, nessuno!”.

Infine, su consiglio di Mara Venier, ha chiesto scusa a chi si è sentito offeso: “Mi scuso, mi dispiace veramente che sia stato travisato. Consiglio di vedere il video interamente”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LE FOCHE: “HO FATTO IL VACCINO, A BREVE IL RICHIAMO, NESSUNA REAZIONE”

Classico appuntamento con il professore Le Foche negli studi di Domenica In: “Quando torneremo ad abbracciarci? Speriamo presto, è passato un anno da inizio pandemia”. Sull’obbligatorietà del vaccino, ed in particolare per i medici, Le Foche spiega: “Piano piano si sensibilizzeranno tutti, per un medico è una questione morale ed etica, il medico visita il paziente quindi deve avere la percezione di non contagiare nulla, il medico si deve vaccinare per non arrecare danno al paziente, questi deve entrare assolutamente in un contesto di covid free. Obbligatorio? Io penso che le persone si sensibilizzeranno, creare coscienza sociale è più importante che imporre, se riusciamo a farlo riusciremo a vincere”. Sulle persone allergiche: “Quelle con le comune allergie si possono vaccinare, devono stare qualche minuto in più e dovranno essere controllati meglio. Solo chi ha avuto reazioni allergiche gravi, come choc anafilattico, va controllato meglio”. A riguardo Claudia Mori, in collegamento telefonico, ha spiegato: “Mi vaccinerò con una dose di terrore. Mi hanno dato informazioni da chi lavora, che si sta scegliendo chi curare e vedendo tutti questi morti la cosa mi fa paura. Io e Adriano faremo il vaccino – ha aggiunto – lui tanti anni fa ebbe un gravissimo choc anafilattico perchè è un soggetto allergico e ebbe questa reazione durante un test condotto a casa da un medico. Come facciamo quindi?”. Le Foche replica: “Fu fatto un prick test, e questa condizione in realtà non c’entra molto col vaccino anche se tutte le persone che hanno avuto uno choc devo essere più controllate degli altri. Comunque è molto improbabile che si possa ripetere uno choc”.

Sul ritorno a scuola: “Il CTS ha comunicato di essere d’accordo con riapertura scuola. Ora gli studenti non si contattano non hanno socialità, cose fondamentali per il futuro. Io sono d’accordo con la riapertura della scuola in presenza. Importante è il trasporto: serve che i mezzi non siano pieni più del 50% non come succedeva prima. Io credo che questo si possa fare se no si creerà un disconfort psichico e sociale vero per gli studenti, che devono tornare a scuola”. Sul vaccino Le Foche ha aggiunto: “Noi non possiamo scegliere quale fare. Mi sono già vaccinato e farò a breve il richiamo e non ho avuto alcun effetto collaterale”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DOMENICA IN, GIUSEPPE TORNATORE “ARCURI MI HA CHIESTO DEGLI SPOT PER LA VACCINAZIONE”

Negli studi di Domenica In c’è anche il grande regista Giuseppe Tornatore, che ha realizzato una serie di spot per la campagna di vaccinazione, su richiesta diretta del Commissario covid Domenico Arcuri: “Non so quando sarà vaccinato – esordisce Tornatore – io ho 64 anni, non so quando mi toccherà. Sono stato convocato poco tempo fa dal commissario Arcuri, mi ha chiesto di ideare e realizzare dei piccoli film, degli spot, per una campagna di sensibilizzazione sulla necessità di vaccinarsi, e io ho aderito immediatamente, mi sembrava che fosse doveroso fare nel mio piccolo il mio dovere e ho proceduto col proporre delle storie”. “Ne abbiamo scelte alcune – ha proseguito il grande regista – sono tre soggetti che ho già girato. C’è una trilogia, chiamiamola così forse per darci una maggiore allure, già realizzata: uno spot è già pronto, il secondo è già in montaggio, poi seguirà il terzo e forse ce ne sarà un quarto che però è diverso da questi tre. Le persone incerte non vanno colpevolizzate – prosegue Tornatore – vanno comprese e aiutate, e nello spot c’è anche questo tema, e poi c’è il tema del presagio della fine di tutto”. Dopo che è andato in onda lo spot Mara Venier si è rivolta così al Maestro Tornatore: “A marzo, quando è scoppiata la pandemia, avevo paura, per me la mia famiglia, mio marito, ho lasciato Domenica In, poi ci ho ripensato dopo che mi hanno chiamato gli autori, mi hanno convinto, e la domenica dopo sono tornata con un video, ho rubato la tua musica di Nuovo Cinema Paradiso, non potevamo più abbracciarci, lo studio era vuoto, non c’era più nessuno e allora io sono tornato in onda con un filmato particolare. Ho una voglia pazza di ritornare ad abbracciare tutti, io sono fisica e carnale, quando potremo tornare?”. Il commissario Arcuri, anch’egli in studio, replica: “Speriamo presto”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DOMENICA IN, ANTICIPAZIONI E OSPITI 17 GENNAIO: DA LAPO ELKANN A SERENA ROSSI

Domenica 17 gennaio, alle 14 su Raiuno, Mara Venier conduce la 19esima puntata della stagione di Domenica In che, anche oggi farà compagnia ai telespettatori fino alle 17.20 per poi lasciare la linea a Francesca Fialdini e al suo programma “Da noi a ruota libera”. Anche oggi, nel salotto di zia Mara, ci sarà una carrelata di grandi ospiti. Il più atteso è sicuramente Lapo Elkann. Il rampollo della famiglia Agnelli sarà in studio per raccontarsi in un’intervista confessione senza filtri svelando dettagli e retroscena della sua vita. Lapo si racconterà parlando della sua infanzia, del rapporto con i genitori e i fratelli e del fortissimo legame che ha ancora oggi con nonno Giovanni Agnelli e nonna Marella. Non mancheranno sicuramente, da parte di Mara Venier, domande sulla sua vita privata e sui sogni per il futuro.

TUTTI GLI OSPITI

Durante il lungo pomeriggio di Domenica In ci saranno tanti ospiti. Mara Venier, infatti, ospiterà una vera diva del cinema italiano come Gina Lollobrigida che racconterà la sua incredibile vita. Spazio, poi, a Serena Rossi che, questa sera, sarà la protagonista della nuova fiction di Raiuno, Mina Settembre, accanto, tra gli altri, a Giuseppe Zeno e Giorgio Pasotti. Spazio anche alla musica con Katia Ricciarelli, legata alla Venier da una lunga amicizia e con Alberto Urso che, dopo aver vinto Amici, non si è più fermato calcando anche il palco del Festival di Sanremo. Il pomeriggio di Domenica In, poi, dedicherà il consueto spazio anche all’attualità facendo il punto sulla pandemia con il commissario Domenico Arcuri.

COME VEDERE IN STREAMING DOMENICA IN

Domenica In continua a regalare grandissimi ascolti alla Rai. Complice la simpatia di Mara Venier e la voglia di raccontarsi dei suoi ospiti, la trasmissione resta la più seguita della fascia pomeridiana. Il programma viene trasmesso n diretta su Raiuno e, contemporaneamente, anche in diretta streaming. Per seguire la trasmissione domenica di Raiuno in streaming basta collegarsi al sito Raiplay o scaricare l’apposita applicazione disponibile per tutti i dispositivi. Grazie a Raiplay, inoltre, è possibile rivedere anche le precedenti puntate della trasmissione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA