DOMENICA IN/ Ospiti 18 aprile, da Vaia a Sabrina Ferilli: Mara Venier in lacrime

- Stella Dibenedetto

Domenica In, ospiti puntata 18 aprile: Sabrina Ferilli, Coma_Cose, Rocio Munoz Morales, Ricchi e Poveri e Vincenzo De Lucia

mara venier screenshot 2021 640x300
Mara Venier

La puntata di oggi, 18 aprile, di Domenica In è terminata con l’esibizione dei Coma_Cose, il duo reduce da un buon risultato al Festival di Sanremo 2021, con la loro “Fiamme negli occhi”, che ha appena conquistato il disco d’oro. Saltata invece l’intervista con Rocio Munoz Morales, dolce metà di Raoul Bova, per limiti di tempo (“la recupereremo domenica prossima, scusami Raoul”, ha asserito la conduttrice).

In chiusura, Mara Venier ha voluto ringraziare pubblicamente la nuova gobbista, Manuela, ricordando con un filo di commozione la compianta Carmela, venuta tragicamente a mancare a soli 50 anni dopo una lunga battaglia contro il Coronavirus. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

DOMENICA IN, RICCHI E POVERI: LOVE STORY NEL QUARTETTO

Sabrina Ferilli ha lasciato lo studio televisivo di Mara Venier dopo una lunga e divertente chiacchierata con la padrona di casa e al suo posto hanno fatto il loro ingresso in studio i Ricchi e Poveri, storico quartetto italiano protagonista recentemente di una reunion musicale, sfociata nel rilascio sul mercato dell’omonimo cd. Nel ripercorrere la loro storia e la loro carriera “on stage”, i musicisti hanno ricordato il loro esordio al Festival di Sanremo, nel quale sostituirono Gianni Morandi e che si chiuse con un secondo posto inatteso. La loro carriera da quel momento decollò. Prima della kermesse canora matuziana i Ricchi e Poveri di fatto non esistevano, lavoravano in maniera indipendente, ma Angela Brambati e Angelo Sotgiu erano fidanzati e sono stati insieme quattro anni: “Non cantavamo però insieme, è iniziato tutto successivamente”. Franco Gatti, poi, a proposito dell’attuale situazione connessa al Coronavirus, ha sottolineato: “Da lunedì 26 aprile ci sarà un po’ più di luce e smetteremo di girare con la candela”, prima di commuoversi, comprensibilmente, nel ricordare il figlio. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

DOMENICA IN, FERILLI: “QUANTI ‘NO’ HO RICEVUTO”

A “Domenica In” si è chiusa la pagina dedicata alla sanità nazionale, con la questione Coronavirus a tenere come di consueto banco, e si è aperta quella legata al mondo televisivo e cinematografico, con la presenza in studio di una delle attrici più amate d’Italia, Sabrina Ferilli. Accolta da Mara Venier con un enorme sorriso, la protagonista di numerosi successi sul grande e sul piccolo schermo ha asserito: “Aspettavo da mesi questo tuo invito, che non arrivava mai, mai, mai… Sono molto contenta di essere qui, ho bellissimi ricordi legati alla Rai”. L’interprete di “Svegliati amore mio”, fiction che ha recentemente incontrato il favore del pubblico televisivo di Canale 5, ha poi raccontato anche i suoi esordi, rammentando le difficoltà iniziali e i tanti “no” ricevuti. “Non ho mai pensato di sentirmi non riuscita se non fossi diventata attrice, però è stata sicuramente la mia prima scelta sin dal periodo adolescenziale – ha commentato –. Ce l’ho fatta, però in maniera sempre molto distaccata, con quel cinismo indispensabile”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

DOMENICA IN, VAIA: “SÌ AI VACCINI E AI MONOCLONALI”

Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani di Roma, ha poi affrontato la questione vaccini: “I vaccini non ci sono in dosi sufficienti, speriamo che le forniture aumentino in fretta. Vaccinare è importante, così come lo è curare le persone nei primi giorni di malattia, dando loro gli anticorpi monoclonali, attraverso l’iniezione mediante flebo. Vanno presi, però, se nei primi 3-5 giorni di malattia si hanno sospetti di infezione con patologie concomitanti (ipertensione, diabete, obesità)”. C’è uno studio, ha asserito Vaia, “anche per comprendere se i monoclonali possano dare un’immunità lunga, per quasi 6-9 mesi. Questa sarebbe una cosa sensazionale”. Frasi alle quali ha replicato Matteo Bassetti:La Liguria è la prima regione italiana come numero di anticorpi monoclonali disponibili. Qui è stato siglato un protocollo di collaborazione con i medici di medicina generale, i quali devono intercettare i casi. Dobbiamo prendere le persone malate a casa nei primi giorni di infezione: l’anticorpo monoclonale è come un estintore, che spegne la fiammella iniziale. La tempestività è fondamentale”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

DOMENICA IN, VAIA: “DRAGHI SIA CONDOTTIERO”

Il professor Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani di Roma, ha tracciato la linea da seguire in Italia in questi e nei prossimi mesi primaverili ed estivi: “Bisogna attrezzare aree e parchi pubblici per accogliere bar, ristoranti, palestre, cinema e teatri. I colleghi menagrami non li sopporto più: Draghi sia condottiero, investa corposamente nei trasporti e nelle scuole, mettendoli in condizioni di sicurezza, altrimenti torneremo indietro per forza. Non solo: incrementiamo i controlli e diamo l’esempio, facciamo vedere ai cittadini italiani che reagiamo, che i ragazzi possono tornare a scuola. Come? Implementando le aule, attingendo anche agli spazi delle scuole private”. In collegamento video ha poi preso la parola Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie Infettive del policlinico San Martino di Genova: Riaprire è un segnale di buon senso, sapendo che il rischio zero non esiste. Dobbiamo avere il 60-70% della popolazione vaccinata per non correre rischi. Questo potrà succedere, per ben che vada, nel prossimo autunno. Quello di Draghi è un rischio calcolato: all’aperto è quasi nulla la possibilità di contagiarsi”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

DOMENICA IN, MARA VENIER IN LACRIME

La puntata di Domenica In di oggi, 18 aprile, si è aperta tra le lacrime e la commozione di Mara Venier e dell’intero studio per la morte prematura di una gobbista Rai, causata dal Coronavirus. “Si chiamava Carmela, aveva 50 anni. Per me non era solo una gobbista, era molto di più. Era la persona che è sempre stata davanti a me in questi anni, in tutte le puntate, era il mio punto di riferimento. Non solo era la più brava, era anche una persona meravigliosa, disponibile, buona e gentile con tutti. Siamo tutti molto emozionati, disperati oggi. Carmela ha tre figli. Volevo ricordarla così, abbracciare il suo Fabrizio, dire che gli siamo vicini e che lo aspettiamo tra noi. Carmela mi mancherà, l’ho avuta per trent’anni davanti a me e per me i suoi occhi saranno sempre qui. Siamo tutti affranti e disperati, non ce l’aspettavamo. Doveva diventare nonna… Per colpa di questo virus, non vedrà mai il suo nipotino”. Dopodiché, è intervenuto il professor Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani di Roma: “Le morti sono ancora tante, ma cominciamo a vedere una nuova discesa, così come negli ingressi in ospedale e nelle rianimazioni. I numeri calano e si apprezza il lavoro che stiamo facendo. Un lavoro che ha tre armi: il vaccino, le terapie innovative (anticorpi monoclonali) e il coraggio e la determinazione delle persone. Siamo però ancora in guerra”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

DOMENICA IN, ANTICIPAZIONI PUNTATA 18 APRILE

Il successo di Domenica In non si ferma e, dopo aver incollato 3.620.000 spettatori con il 18.07% di share nella prima parte, e 3.261.000 spettatori con uno share del 17.49%, nella seconda parte, torna in onda oggi, domenica 18 aprile, con una nuova puntata. Mara Venier, come in ogni puntata del programma domenicale di Raiuno, farà compagnia ai telespettatori spaziando dai temi d’attualità all’intrattenimento. Con la campagna dei vaccini in pieno svolgimento, la prima parte del nuovo appuntamento di Domenica In sarà dedicata alla pandemia, ai vaccini e alle riaperture. In studio, con Mara Venier, per fare il punto della situazione, ci sarà il prof. Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma. Parteciperanno alla trasmissione, ma in collegamento, il prof. Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive presso l’ospedale San Martino di Genova, Alessandro Sallusti, Donatella Rettore e Letizia Moratti, vicepresidente della Regione Lombardia e Assessore al Welfare.

TUTTI GLI OSPITI DEL 18 APRILE DI DOMENICA IN

Dopo lo spazio dedicato all’informazione, la puntata di Domenica In continuerà con l’intrattenimento. Tanti gli ospiti che si racconteranno ai microfoni di Mara Venier regalando un pomeriggio di musica e di spensieratezza ai telespettatori di Raiuno. Nel salotto della domenica di Zia Mara arriverà così una delle attrici più amate dal pubblico come Sabrina Ferilli che si racconterà in una lunga intervista ripercorrendo le tappe più importanti della sua vita e della sua carriera. Grande spazio alla musica, poi, con i Ricchi e Poveri che si esibiranno con i loro più grandi successi raccontando anche episodi inediti della loro straordinaria carriera. Sempre per la musica, poi, spazio anche ai ‘Coma_Cose’ che presenteranno il loro nuovo album contenente il singolo del Festival di Sanremo 2021 ‘Fiamme negli occhi’ che si è aggiudicato il disco d’ oro. Per presentare il romanzo ‘Un posto tutto mio’, poi, ci sarà Rocio Munoz Morales. Infine torneranno anche le imitazioni di Vincenzo De Lucia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA