Domenica In/ Rocco Casalino piange per la mamma “non sono riuscito a difenderla”

- Stella Dibenedetto

Domenica In, anticipazioni e ospiti puntata 28 febbraio: Rocco Casalino racconta il suo libro e la sua vita, piangendo per la madre

mara venier domenica in 640x300
Mara Venier

La madre non ha mai reagito alle violenze del padre. Rocco Casalino, emozionato, ha aggiunto: “Il dolore più grande che mi porto dentro è non essere riuscito a difenderla, lui mi sembrava un gigante, noi avevamo davvero paura di morire”. Il padre poi ha avuto diverse malattie che lo hanno indebolito e loro tutti hanno iniziato ad avere meno paura di lui. “Non era lui, era il bere”, ha commentato. L’amore grande della sua vita è però la mamma per la quale ancora oggi si commuove molto: “Ne ha passate troppe, è il mio senso di protezione”, ha aggiunto. “Ultimamente ha avuto anche problemi di salute”, ha commentato in lacrime, “è come se fosse una figlia, la figlia che non ho”.

Non sono mancati i videomessaggi della mamma e della sorella al quale ha dedicato parole di grande stima ed affetto. “Per me è come il primo figlio”, ha spiegato la sorella. “Siamo molto uniti”, ha commentato Rocco. Spazio quindi agli ultimi impegni politici, fino a diventare portavoce del premier Conte per quasi tre anni: “Anche il presidente Conte riesce a emozionarmi”, ha ammesso. “In questo momento sono disoccupato ma arrivano belle proposte quindi sono abbastanza tranquillo. Credo che rimarrò in ambito politico”, ha ammesso. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ROCCO CASALINO “NEL LIBRO NARRO LA FAME DI FARCELA”

Rocco Casalino, ospite di Domenica In dopo le precedenti ospitate televisive per presentare il suo libro e non solo. Dopo un filmato ironico sulle sue presenze in tv, Mara Venier ha ammesso di essere stata un po’ scettica, ed invece si è dovuta ricredere. “Perché ho deciso di scriverlo? Per tanti motivi. Io sapevo che la mia vita era piena di tematiche importanti, ma c’è anche il concetto del riscatto”, ha spiegato. “Racconto questo anche per far capire quella fame che ho di farcela”, ha proseguito. Lui ha ammesso di aver raggiunto ciò che non si immaginava. Ma nel libro parla anche del padre violento e del dolore di aver visto la madre aggredita dal padre. “Io ho un sistema di valori molto forte”, ha spiegato, “nessuno mi ha regalato niente. I miei parenti sanno bene che per me non esiste la raccomandazione, la scorciatoia. Anche il Grande Fratello l’ho fatto perché avevo necessità di fare dei soldini, ma poi ho sempre cercato di raggiungere l’obiettivo con lo studio”.

Lui è sempre cresciuto nel pregiudizio: “mi sono sempre sentito sbagliato”. Dalla Germania si è trasferito in Italia dove poi ha sentito finalmente le sue radici. “Quel libro non è un parlar male di mio papà”, ha voluto precisare l’ex portavoce di Conte. “Io racconto un fenomeno all’epoca molto diffuso”, ha aggiunto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ILARIA CAPUA “POCHI VACCINI, ACCELERARE DISTRIBUZIONE”

La questione vaccini al centro del talk di oggi sul Covid a Domenica In. “Oggi riusciamo ad acchiappare e seguire il virus, questo e le informazioni relative al virus sono il primo passaggio per avere il vaccino per tutti”, ha spiegato Ilaria Capua. Occorre però mettere in atto un sistema di distribuzione perché “i vaccini ce ne sono pochi e non riescono ad essere distribuiti”. “Dobbiamo accelerare al massimo la rete di distribuzione in sicurezza”, ha aggiunto, “un gruppo di persone che va a vaccinarsi sono un assembramento”, ha chiarito la Capua.

“Dobbiamo vaccinare perchè si è visto che il numero di contagi nelle strutture sanitarie è ridotto e anche negli over 80, questo significa che il vaccino funziona ed è sicuro. Occorre una campagna vaccinale dinamica e capillare”, ha commentato anche il professor Le Foche. “Assembramenti? Per ora non si devono più fare”, ha tuonato Le Foche. “Le regole dobbiamo applicarle anche dopo il vaccino”, ha aggiunto, anche se i ragazzi continuano a non capirlo, come commentato da Giovanna Botteri. “Io non ho fatto il vaccino perché in Florida si è in ritardo con la distribuzione per via della tempesta di neve”, ha svelato la Capua. “Io non vedo pazienti, non sono in corsia, dirigo un centro. Mi è stato chiesto se volevo un vaccino ma aspetto altri 15 giorni, posso lavorare da casa, non ho problemi”, ha ammesso. “Appena mi chiamano lo faccio ma non lo tolgo a voi”, ha aggiunto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LE FOCHE “VARIANTE INGLESE PIÙ VELOCE, I BAMBINI…”

“Noi avremo tra qualche mese tanti vaccini”: a dirlo è stato il prof Le Foche a Domenica In parlando della situazione legata alla campagna vaccinale. “Autorizzare un vaccino non è semplice”, ha spiegato rispetto al ritardo legato al ritardo dell’Ema sul vaccino Johnson & Johnson. “E’ una dose unica quindi diventa tutto molto più semplice”, ha aggiunto l’esperto. Dalla Florida, in collegamento con la trasmissione anche Ilaria Capua che ha presentato il suo libro “Il viaggio segreto dei virus”. “Se dovessi spiegare a un bambino cosa sta accadendo attraverso il suo libro? A un bambino di cinque anni, lo prenderei per mano, mi siederei accanto a lui e gli direi ‘vieni con me che ti porto a fare un bel viaggio tra animali, piante, storie strane, ragazzini come te. Quello che è successo questa volta è una cosa eccezionale ma accade da secoli. Se viene con me, ti porto e vedrai che in fondo al viaggio riuscirai a spiegare a mamma e papà alcune cose”.

Parlando delle varianti, Le Foche ha preso in considerazione quella inglese “più veloce e contagiosa”, che colpirebbe soprattutto tanti bambini. “I bambini ammalano molto poco ma se il numero dei contagi aumenta, può capitare che qualche bambino abbia una malattia più importante. Questa variante ha acquisito una certa velocità”, ha spiegato l’esperto. “E’ importante che venga circoscritta immediatamente”, ha aggiunto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LA NUOVA PUNTATA DI DOMENICA IN

Mara Venier è pronta a fare compagnia al pubblico di Raiuno con una nuova puntata di Domenica In. Zia Mara, nella puntata in onda oggi, domenica 28 febbraio, ospiterà tanti amici che si racconteranno ai suoi microfoni, ma che permetteranno ai telespettatori di trascorrere una domenica spensierata. Prima di dare spazio alla musica, allo spettacolo e alle ultime novità sul Festival di Sanremo 2021, ci sarà il consueto spazio dedicato all’informazione. Durante la prima parte della nuova puntata di Domenica In, Mara Venier si occuperà della pandemia facendo il punto sui vaccini e sulle ultime misure di sicurezza adottate dal Governo per scongiurare il rischio di nuovi contagi. Al talk parteciperanno la professoressa Ilaria Capua in collegamento dalla Florida, il Professor Francesco Le Foche e la giornalista Giovanna Botteri.

DOMENICA IN: TUTTI GLI OSPITI DEL 28 FEBBRAIO

Dopo lo spazio dedicato all’informazione, la nuova puntata di Domenica In continuerà con la musica e con lo spettacolo. Nel salotto della trasmissione domenicale di Raiuno arriverà Al Bano Carrisi che si racconterà ai microfoni di Mara Venier regalando ai telespettatori la sua musica, la sua simpatia e gli aneddoti di una carriera straordinaria ricca di grandissimi successi esibendosi sulle note di una delle sue canzoni più celebri ovvero “Nel sole”. Nel salotto di Domenica In, inoltre, ci sarà anche Rocco Casalino, che presenterà il suo libro ‘Il portavoce’ e parlerà del rapporto con la mamma e la sorella, le donne più importanti della sua vita. Per lo spazio dedicato alla musica, inoltre, ci sarà anche Elettra Lamborghini che sarà la protagonista di una lunga intervista con Mara Venier. Inoltre, regalerà ai telespettatori una speciale esibizione sulle note del brano, presentato a Sanremo lo scorso anno, ‘Musica, e il resto scompare’. Infine, in collegamento dal Teatro Ariston, ci sarà anche Amadeus per presentare il Festival e svelare le ultime novità sulla kermesse musicale che prenderà il via martedì 2 marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA