BELLEZZA/ Sopracciglia: naturali sì, ma non “selvagge”

- La Redazione

In fatto di sopracciglia quest’anno biogna seguire una sola regola, quella della natura. Meglio valorizzare il nostro stile naturale senza farci sfuggire la situazione di mano

sopracciglia
Tendenze sopracciglia

Se per anni sono state curate, sfoltite, scolpite, tanto che abbiamo visto la nascita dei Brow bar, angoli specializzati da Sephora dove gli specialisti si prendevano cura delle sopracciglia con prodotti ad hoc, oggi non è più così. Anche questa volta gli esempi ci vengono dalla moda, e sono riviste e passerelle a lanciare la tendenza: sopracciglia naturali, che seguono la forma che madre natura gli ha dato. Certo nella moda vediamo anche sopracciglia decolorate o tinte con colori accesi, ma nel quotidiano l’esigenza è che siano naturali. Si alle sopracciglia che seguono l’osso orbitale, e se le prime volte non siamo sicure della nostra mano meglio affidarsi alle cure di un’estetista e dare qualche ritocco al suo lavoro successivamente.  Ed ecco alcune indicazioni in base ad ogni tipo di sopracciglia. Vi ricordate Brooke Shields? Benissimo il suo stile, folto, purchè la linea sia pulita, altrimenti il passo da folto a sciatto, è breve. Sopracciglia poco folte, quasi invisibili? Si posso enfatizzare con la matita, purchè sia quella specifica per le sopracciglia e che abbia quindi una mina dura e ben appuntita, una tonalità più chiara rispetto ai capelli, mai pi scura. Sopracciglia con una curva ad ali di gabbiano come quelle lanciate da Audey Hepburn negli anni ’60? Forse sono meno naturali, ma restano un must. Purchè regolate ad arte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori