Bambini / Con le offerte spendi il 40% in meno su latte e pannolini

- La Redazione

Le promozioni dei vari supermercati consentono ai neo-genitori di spendere fino al 40% in meno sui prodotti per l’infanzia, con alcune varianti nelle diverse città italiane

Il Sussidiario.net
Infophoto

In Italia c’è un evidente calo delle nascite, e in un periodo di congiuntura economica come questa, uno dei motivi principali è proprio la difficoltà delle coppie di sostenere le spese mensili alle quali si aggiungerebbero i costi di pappe, pannolini, abiti e tutto il necessario imprescindibile alla cura dei bambini.

Tuttavia uno studio sui prodotti effettuato da Adiconsum, il più accreditato motore di ricerca delle offerte promozionali, e da Kikkapromo.it, che elenca le varie offerte in corso nei supermercati, ha rilevato come non sia una “mission impossible” per le famiglie gestire questo tipo di spese se si sfruttano le moltissime offerte e gli sconti che tutti i supermercati applicano sui prodotti per l’infanzia. In particolare sarebbe possibile acquistare con un risparmio del 40% un paniere di articoli composto da: biscotti, latte in polvere e liquido,omogeneizzati alla frutta e alla carne, pannolini e salviettine. Facendo attenzione alle promozioni è possibile far scendere i costi da una spesa mensile di 228 € a 144 € circa.

Tra le città italiane prese in considerazione, Firenze risulta la meno cara da questo punto di vista, dato che riesce a scendere sotto i 142 , mentre Bologna è la più costosa con i suoi 146 €Nel mezzo si piazzano Milano e Roma con 142€, Torino con 144€, e Napoli con 145€. Notevoli anche le differenze di costo dei vari prodotti da una città all’altra, per motivi non ben specificati. Per fare un esempio, a Napoli i pannolini costano il 21% in più rispetto a Reggio Emilia, quindi il costo dei vari prodotti varia decisamente di città in città. 

Secondo Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum: “Le offerte possono aiutare senz’altro le famiglie a far quadrare il bilancio familiare. L’acquisto dei prodotti per l’infanzia, così come quello degli altri prodotti, deve essere sempre orientato a valutare in maniera corretta il rapporto qualità-prezzo, eliminando laddove possibile i prodotti non strettamente indispensabili”.

Le considerazioni di Giordano sono confermate da Luciano Mazzone, fondatore di Klikkapromo.it, che spiega come le mamme siano in famiglia quelle più attente al risparmio e le visite su kikkapromo.it in costante aumento, con i prodotti per l’infanzia in cima all’elenco dei prodotti più cercati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori