Cake Design Italian Festival 2013 / L’organizzatrice: dalle “sweet table” alla torta di 2 mt ispirata a…

- int. Federica Visconti

Il 24 maggio inizia il Cake Design Italian Festival, che riunische allo Sheraton di Milano Malpensa una folla di appassionati, professionisti e curiosi, come ci racconta FEDERICA VISCONTI

cake-design
Una creazione del Cake Design Italian festival 2012

Parte venerdì 24 maggio la terza edizione del Cake Design Italian Festival: per tre giorni i 4 piani dello Sheraton Milano Malpensa saranno allegramente invasi da una massa di appassionati di cake design e pasticceria che, per affinare la propria tecnica o solo per curiosare, prenderanno parte ad una manifestazione dai mille volti. Dalle “competition” per professionisti e dilettanti, ai workshop di cake design e sweet table, adulti e bambini (nella sezione “kids” del Festival) potranno apprendere e praticare questa dolce arte che negli ultimi anni è diventata una piacevole malattia. A dare vita all’evento Silovoglio, l’agenzia che sta diventando sempre di più il punto di riferimento in Italia per questo settore. Abbiamo chiesto alla sua fondatrice, Federica Visconti, qualche anticipazione sull’evento in partenza. 

Come è nata l’idea di un festival del cake design?

E’ un’idea nata molto naturalmente perchè dopo un anno di corsi in giro per l’Italia, 3 anni fa abbiamo deciso di riunire tutte le persone conosciute in rete sotto un unico cappello, che è il capello del Festival. 

Quindi questa è la terza edizione…

Esatto, ed è un’edizione dalla quale ci aspettiamo ancora di più dato che il cake design è un fenomeno in crescita. Dai 3mila visitatori della prima edizione abbiamo previsto per quest’anno un’affluenza di 10 mila persone.

Qual’è il pubblico del Cake Design Italian Festival?

E’ un pubblico fatto principalmente di donne, in un range di età che va dai 25 ai 45 anni. Si tratta di  appassionati ma anche professionisti del settore, pasticceri e decoratori, o persone che vogliono diventare pasticceri o decoratori. 

Il festival si articola in 3 principali sezioni: Cake Design Italian Festival, Cake Design Italian Festival Pastry PRO e Cake Design Italian Festival Kids. In cosa consistono? 

Il Cake Ddesign Italian Festival è la parte dedicata a tutti, la parte “pro” è dedicata appunto agli addetti del settore e ci avvarremo dell’aiuto ti “Pasticceria internazionale”, una nota rivista del settore pasticcero. Infine la sezione “Kids” è la parte dedicata ai bambini di età dai 3 ai 10 anni, che potranno partecipare a dei laboratori.  

Quali sono le novità di questa edizione del festival rispetto agli altri anni?

Ad esempio ci sarà una “main kitchen”, cioè la cucina centrale, con una platea di 250 posti nella quale si succederanno le più grandi case produttrici e i più grandi cake designers a livello nazionale, che faranno dimostrazioni live.

Puoi anticipare alle appassionate di cake design quali saranno le nuove tendenze del settore nei prossimi mesi? 

In questo momento stanno prendendo piede le “sweet table”, ossia le tavole decorate a tema. Al Festival avremo in ingresso una torta di 2,40 metri ispirata ad Alice nel Paese delle Meraviglie di Tim Burton, intorno alla quale si svilupperà una tavola sempre ispirata ad Alice, con accessori e articoli per imbandire la tavola che esulano dai dolci di per sé.

E chi invece non riuscisse a venire al Festival come può partecipare ai vostri corsi di cake design? 

Innanzitutto c’è una grande novità, cioè che il Festival sarà live, potrà essere seguito dalla nostra pagina Facebook, e poi è possibile seguire i nostri corsi a Milano in corso Magenta 66, presso la scuola Silovoglio Kitchen. 

Che tipo di corsi tenete nella vostra scuola? 

Teniamo corsi di decorazione e pasticceria con cake designer italiani e internazionali. Sono corsi divisi tra appassionati e professionisti, possono essere organizzati nel week end o alla sera dalle 19 alle 23, di solito per gruppi di circa 10 persone ogni lezione. I corsi sono specifici su diversi aspetti del cake design, ad esempio decorazione, cupcake, pasticceria francese, americana, inglese….

Sembra che le fila degli appassionati del cake design vadano sempre più crescendo…

 In effetti ci aspettiamo un pubblico ancora più ampio, anche grazie alle trasmissioni televisive che ci stanno dando una grande mano, rendendo questo settore sempre più generalista, destinato ad un pubblico sempre più ampio. 

 

(Nicoletta Fusè)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori