I Menù di Benedetta / Le ricette “eleganti ma buone” per tutte le occasioni. Giovedì 23 maggio

- La Redazione

Nell’ultima puntata de “I menù di Benedetta”, la conduttrice ci ha presentato il cosiddetto Menù Elegante ma furbo. L’ospite della serata è la giornalista del TgLa7 Francesca Fanuele

infophoto_menu_di_benedetta_parodi_R439
Benedetta Parodi (InfoPhoto)

Nell’ultima puntata de “I menù di Benedetta”, la conduttrice ci ha presentato il cosiddetto Menù Elegante ma furbo. Il primo piatto che viene preparato insieme all’ospite, la giornalista della redazione del Tg La7 Francesca Fanuele, è il petto d’anatra all’arancia. Ecco gli ingredienti: un petto d’anatra, del burro quanto basta, pepe, liquore al gusto di arancia e due arance. Per la preparazione della salsa serve il succo di tre arance, due cucchiai di zucchero, due cucchiai di aceto e della farina quanto basta. Si parte dal petto d’anatra la cui pelle va incisa con un coltello per poi metterla rosolare nel burro. Mentre il petto d’anatra rosola, si va a scaldare a parte il liquore e quindi versato sullo stesso petto. Fatto ciò bisogna farlo fiammeggiare inclinando la padella in maniera tale che il liquido presente al suo interno possa prendere fuoco e quindi fatto cuocere con il coperchio sopra. Mentre la cottura viene ultimata, si prendono le arance e le si vanno a pelare dopodiché si prendono le scorzette così ottenute e fatte sbollentare. Le arance pelate devono essere tagliate a fettine e quindi messe a rosolare in un’altra padella con un poco di liquido del petto d’anatra. Adesso occorre andare a preparare la salsa e nello specifico si mette in un pentolino il succo di tre arance, due cucchiai di zucchero e due cucchiai di aceto. Poi si aggiungono le scorzette d’arancia una volta che sia stato sbollentate correttamente e quindi si fa ridurre la salsa per mezzo della farina. A questo punto, completate tutte le cotture, non si deve fare altro che andare ad impiattare mettendo il petto d’anatra con un po’ di salsa e a fianco le fette di arance rosolate.

Si passa come consuetudine alla rubrica “Sotto a chi torta” che vede la partecipazione di Davide, il quale prepara con l’aiuto di Benedetta Parodi la cosiddetta “Torta della suocera”. Si prende una ciotola piuttosto capiente e si incominciano a versare al proprio interno tre uova intere alle quali vanno aggiunti dieci cucchiai di zucchero. Continuando a mescolare si vanno ad unire al composto che si sta formando 200 ml di panna e dieci cucchiai di farina. Quindi si aggiunge una bustina di vanillina e una di lievito. Si prende una tortiera già imburrata ed infarinata e si versa parte del composto ottenuto che deve essere amalgamato molto bene. Nella ciotola, dove è rimasto un po’ di composto, si vanno ad aggiungere due cucchiai di cacao, amalgamando il tutto. Questo va aggiunto al resto del composto già presente nella tortiera e con un cucchiaio lo si gira delicatamente in modo da ottenere un effetto marmorizzato. Adesso non resta che infornare a 180 gradi per circa 30 minuti.

Il prossimo piatto è ancora un dessert e si tratta dei Vol au Vent Dolci. Per i Vol au Vent è necessario un rotolo di pasta sfoglia e un uovo, mentre per la crema invece serve un uovo, due cucchiai di zucchero, 150 grammi di mascarpone e una bustina di vanillina. Per completare il tutto servono della fragole, della marmellata di albicocca, delle mandorle a lamelle e dello zucchero a velo. Si stende la pasta sfoglia e si ritagliano dei dischi e degli anelli ovviamente tutti dello stesso diametro, messi poi in una placca da forno su un foglio di carta da forno in maniera tale che sotto vada il disco e sopra l’anello. Prima di andare ad infornare per 10 minuti a 180 gradi, li spennelliamo con un uovo. Per preparare la crema si va a sbattere con un frullatore un uovo, lo zucchero e quindi il mascarpone e la vanillina. Ovviamente il tutto va mescolato molto bene. Una volta che i vol au vent sono cotti, li facciamo raffreddare un pochino e quindi li andiamo a farcire con la crema e la marmellata per poi completare il tutto con delle fragole tagliate, mandorle a lamelle e dello zucchero a velo.

Il prossimo piatto viene preparato dallo chef Fulvio Siccardi che propone dei tagliolini al coltello. Gli ingredienti sono, per la pasta, 100 grammi di farina, 150 grammi di semola, un uovo, quattro tuorli, olio e sale. Per il ragù invece servono pomodorini pelati quanto bastano, due asparagi, due zucchine, un carciofo, una carota, un cipollotto, dell’olio, dell’olio aromatizzato all’aglio e all’alloro e del sale. Per preparare la pasta si va a mescolare in un recipiente la farina, l’uovo, la semola, i tuorli, olio e sale e quindi si va ad impastare. La pasta si fa riposare in frigorifero poi viene tirata e quindi tagliata opportunamente con un coltello per ottenere i tagliolini. Per il sugo si tagliano a dadini i pomodori e le verdure a julienne. Intanto in una padella si fa rosolare il cipollotto con un poco d’olio e in un’altra padella i pomodori con l’olio aromatizzato. Al cipollotto ancora in cottura, si vanno ad aggiungere tutte le verdure e si frulla a parte del basilico con olio e sale. Quindi si vanno ad unire alle verdure anche dei fiori di zucca. A questo punto si vanno a cuocere i tagliolini che devono stare circa un minuto e quindi si vanno a mettere nella padella dove c’è il pomodoro e mantecato con il grana ed infine impiattato insieme alle verdure e la salsina di basilico e olio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori