BONUS ASILI NIDO/ Come ottenerlo, a quanto ammonta e chi ne ha diritto

- Fabio Belli

Bonus asili nido, a quanto ammonta e chi ne ha diritto: ecco i termini e le modalità per fare richiesta del contributo per le famiglie con bambini che frequentano i nidi

Bambini che giocano
Bambini che giocano (Pixabay, 2020)

Sono arrivate dall’INPS le indicazioni ufficiali su come ottenere il bonus per le famiglie con bambini che frequentano gli asili nido. Le istruzioni operative indicano come accedere al bonus che permette di ottenere un contributo per ogni famiglia. Innanzitutto bisognerà presentare la domanda per tempo, rispettando la scadenza che è stata fissata per il prossimo 31 dicembre, mentre le domande potranno essere inoltrate a partire dal prossimo 17 luglio. Si potrà inoltrare la domanda direttamente per via telematica, utilizzando il portale internet dell’INPS per tutti coloro che hanno a disposizione un PIN dispositivo. Per tutti gli altri, c’è la possibilità di chiamare il numero verde 803.164 da rete fissa oppure il numero 06164.164, quest’ultimo con tariffa a seconda del proprio operatore. Una volta inoltrata la domanda l’INPS verificherà i requisiti per dare eventuale semaforo verde sulla corresponsione del bonus asili nido.

Ma a quanto ammonta per ciascuna famiglia il bonus asili nido? Il contributo sarà di 1000 euro per ogni nucleo familiare e potrà essere utilizzato per il pagamento delle rette richieste sia da strutture pubbliche, sia da strutture private. Il bonus non sarà erogato alle famiglie tutto in una volta, ma sarà corrisposto in undici rate mensili. L’INPS precisa che possono fare domanda per ricevere il bonus asili nido tutti i cittadini italiani o comunitari, o i cittadini extracomunitari in possesso di carte di permesso di soggiorno come da regolamentazione dell’Unione Europea, oppure aventi lo status di rifugiato politico. In tutto sono stati stanziati 144 milioni di euro per il bonus asili nido del 2017, dopo aver esaminato tutte le domande sarà dunque stilata una graduatoria dall’INPS, con precedenza dedicata ai bambini sotto i tre anni affetti da gravi patologie, per i quali l’INPS ha previsto delle agevolazioni per agevolarne l’inserimento scolastico, a partire dalla concessione del bonus asili nido.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori