SCOPRE DI AVERE TUMORE AL SENO GRAZIE ALLA FIGLIA NEONATA/ “Non voleva più il mio latte, poi ho capito…”

Una mamma ha scoperto di avere un tumore al seno grazie allo strano atteggiamento della figlia: non voleva poppare da una sola delle sue mammelle…

02.02.2019 - Dario D'Angelo
Neonato dimesso: morto per polmonite
Neonato dimesso: morto per polmonite (Pixabay, 2018)

Se Claire Granville, 40enne inglese, ha scoperto in tempo di avere un tumore al seno ed ora può dire di aver sconfitto il cancro, lo deve soltanto al “palato” della figlioletta Matilda, una neonata che ad un certo punto ha rifiutato di nutrirsi dalla sua mammella sinistra. Proprio quello strano rifiuto, circoscritto al seno sinistro, ha messo in allarme la donna, un infermiera di Hull, che si è sottoposta agli esami del caso, dai quali è emerso che dietro al suo capezzolo sinistro, proprio in corrispondenza del punto esatto da cui Matilda avrebbe dovuto poppare, si celava in realtà una massa cancerosa di dieci centimetri. Una scoperta terribile per qualunque persona, ancora di più per una giovane mamma. Claire, però, deve ringraziare sua figlia: grazie al suo gusto “raffinato”, alla sua capacità di capire che da una mammella usciva latte materno e dall’altra “viziato” dal tumore, ha potuto sottoporsi in tempo alla chemioterapia e a salvarsi.

SCOPRE TUMORE AL SENO GRAZIE ALLA FIGLIA: “NON VOLEVA IL MIO LATTE”

Claire Granville che vive a Hull, in Gran Bretagna, con il suo compagno Mark Wright, ha ricordato così la sua incredibile esperienza con il tumore:”Era come se lei (la figlia Matilda, ndr) lo avesse letteralmente annusato; si rifiutava anche solo di avvicinarsi. Ho pensato che fosse una reazione davvero strana: si nutriva senza problemi dal mio seno destro, era solo quello sinistro che le dava problemi. Girava la testa non appena la avvicinavo. Ma rifiutandosi di nutrirsi dal mio seno, Matilda ha finito per salvarmi la vita”. Come riportato da Fanpage, i controlli medici a cui si è sottoposta hanno chiarito che il tumore si era già diffuso a 31 dei suoi 33 linfonodi. Ora però quel terribile mostro può dirsi sconfitto:”È stato un giorno molto emozionante quando me l’hanno detto: tutti fanno il tifo per te, quindi sapere che l’hai sconfitto è una sensazione incredibile. Ho sentito che gli animali possono percepire quando i loro proprietari hanno il cancro, ed è stato come se Matilda potesse percepirlo anche in me”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA