Donnarumma-ultras “Voglio restare al Milan”, poi piange/ Maldini “Rinnovi congelati”

- Silvana Palazzo

Donnarumma, confronto con gli ultras del Milan che gli chiedono di non giocare contro la Juventus: “Voglio restare”, risponde e poi piange. Maldini: “Congelate le trattative per i rinnovi”

gianluigi donnarumma milan giallo lapresse 2021 640x300
Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan dal 2015 (Foto LaPresse)

Il Milan vince e si mantiene in zona Champions, ma scoppia il caso Donnarumma. C’è stato infatti un confronto a Milanello tra il portiere e una delegazione di ultras rossoneri, a poche ore dalla gara col Benevento. In vista della partita con la Juventus, può avere ripercussioni importanti. I tifosi gli hanno chiesto infatti di non giocare contro i bianconeri, visto che è emersa la notizia di un’offerta di un contratto quadriennale da 10 milioni di euro all’anno. La richiesta, dunque, è di saltare la trasferta se prima non avrà rinnovato il contratto col Milan, ma la questione è in sospeso e nessuna decisione è stata presa. «Non ho scelto niente, voglio restare», la replica del portiere, che è apparso molto turbato dall’episodio, al punto tale che, come riportato da Repubblica, sarebbe scoppiato a piangere nel centro sportivo. Poi ha disputato la partita contro il Benevento, senza peraltro essere particolarmente impegnato dagli avversari.

Proprio la corsa Champions ha un peso, ma il Milan e la Juventus non possono ancora dargli certezze. E il Paris St Germain, che sembrava l’alternativa più credibile, ha rinnovato il contratto col portiere Navas alla vigilia dell’andata della semifinale di Champions League col Manchester City.

MALDINI SU CASO DONNARUMMA “TRATTATIVE CONGELATE”

Attualmente Donnarumma ha un contratto da 6 milioni di euro all’anno. Il suo agente Mino Raiola ne avrebbe chiesti il doppio al Milan, che intanto ha bloccato Maignan del Lille, mentre la Juventus dovrebbe piazzare Sczcesny. Intanto sulla vicenda del confronto tra Donnarumma e gli ultras rossoneri è intervenuto Paolo Maldini, direttore dell’area tecnica del club rossonero. «È importante ribadire con fermezza che nessuno al di fuori del Milan può decidere chi gioca e chi rinnova», ha dichiarato all’Ansa, ricordando che certe scelte spettano all’allenatore, mentre al club competono le questioni contrattuali. «Da questo momento ogni singola trattativa per i rinnovi viene congelata fino alla fine della stagione, per permettere alla squadra di concentrarsi unicamente sul campionato». Maldini si è poi rivolto ai tifosi spiegando che i calciatori hanno bisogno di serenità in questo momento della stagione. «Quello che è accaduto sabato mattina con Donnarumma non aiuta. Ribadisco l’assoluta professionalità di tutti i nostri giocatori, anche di quelli in scadenza, che non hanno mai fatto mancare dedizione alla causa e impegno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA