E io mi gioco la bambina/ Su Rete 4 il film con Tony Curtis e Julie Andrews

- Matteo Fantozzi

E io mi gioco la bambina, nel pomeriggio Rete 4 ci propone questa simpatica commedia con protagonista Walter Matthau. La trama, le curiosità e il cast del film.

E io mi gioco la bambina immagine chili 2019 e1548330162466 640x300
E io mi gioco la bambina, immagine Chili, scena film

E io mi gioco la bambina, il cast del film

E io mi gioco la bambina è uno di quei film immortali, perfetti, pellicola che, nel 1981, agli Young Artist Award fu candidato a Miglior film per la famiglia e che in tutti i botteghini mondiali raccolse consensi e distribuzioni planetarie, un vero campione anche nelle repliche successive su piccolo schermo nella categoria ‘da non perdere’! La pellicola fu diretta dall’abile regista Walter Bernstein, novanta film da lui diretti nel palmares, considerato un re della sceneggiatura del secolo scorso, una colonna portante del cinema americano. Lo ricordiamo per i suoi maggiori successi, tra i quali nessuno può dimenticare ‘Un amore perfetto o quasi’, con Keith Carradine, esplorazione in terra statunitense della nostra Monica Vitti invitata in una produzione di ampio respiro artistico, oppure ‘A prova d’errore (Fail-Safe)’, ennesima sceneggiatura di successo per Bernstein, film diretto da Sidney Lumet. Sicuramente si tratta di una visione interessante con momenti di grande intensità emotiva.

E io mi gioco la bambina, film di Rete 4 diretto da Blake Edwards

E io mi gioco la bambina va in onda su Rete 4 oggi, 24 novembre 2021, con inizio alle ore 16,45. Nel cast del film, protagonista assoluto, un vero attore specializzato nel cinema con ragazzini, è l’inossidabile Walter Matthau, attore caro a Walter Bernstein, nel cinema nel quale si trattò, spesso in chiave brillante con punte di comicità sottile, nello stile Matthau, giovani generazioni, protagonista di pellicole ancora oggi amatissime come tutta la saga dedicata ai piccoli campioni marginali della squadra di baseball degli ‘Orsi’, oppure, tra i suoi grandi successi, ‘Non per soldi… ma per denaro (The Fortune Cookie)’, film per il quale vinse l’Oscar come Miglior attore non protagonista, o tutte le pellicole assieme a Jack Lemmon, una delle coppie più brillanti del cinema americano, soprattutto in ambiti teatrali portati sul grande schermo come nel caso delle piece di Neil Simon, un commediografo di fama mondiale, ‘La strana coppia’ è solo la punta di un dorato iceberg fatto di successi e arte cinematografica.

Al fianco di Matthau un’altra leggenda in chiave rosa del cinema americano: nel ruolo di Amanda troviamo infatti Julie Andrews, per tutto il mondo ‘Mary Poppins’, ‘Tutti insieme appassionatamente (The Sound of Music)’, ‘I miei problemi con le donne (The Man Who Loved Women)’ e ‘Così è la vita (That’s Life!)’ con la doppia regia di Blake Edwards.

E io mi gioco la bambina, trama: un decadente giocatore

Leggiamo la trama di E io mi gioco la bambina. Sorrowful Jones, chiamato anche nell’ambiente delle scommesse ‘Tristezza’, vince al gioco una bambina, figlia di un decadente giocatore che, ridotto alla disperazione, cerca di riscattare le sconfitte al gioco ponendo sul piatto, in vece di posta da gioco, sua figlia. Vince Tristezza e la bimba e sua, anche perché il giocatore, davvero ridotto alla disperazione umana e sociale, nonché finanziaria, si suicida, quindi la ragazzina diviene sue e Sorrowful Jones a lei si affeziona teneramente, al punto di non volersene più disfare come pensava all’inizio.

Blackie (Tony Curtis) è un gangster locale che ha problemi di credito con Amanda, quindi, per aiutare la donna a mettersi in pari con lui, chiede a Tristezza di allestire un casinò clandestino nella villa della donna. Sorrowful Jones e Amanda quindi devono, loro malgrado, condividere un pezzo della loro esistenza, legati da attività illegali, ma con una bimba che piace tanto alla donna, che, frame dopo frame, scopre di provare attrazione anche per Tristezza. Una famiglia, strana, nulla da dire…, sta per nascere!

© RIPRODUZIONE RISERVATA