BORSA/ Come investire 200mila euro avendone mille

- Stefano Gianti

Anche il privato cittadino può investire in borsa ottenendo lauti guadagni e senza disporre di ingenti capitali iniziali. Applicando lo strumento della leva finananziaria, reso disponibile dalle società di brokeraggio

borsa_indexR375

Che cos’è il trading in marginazione? Chi permette di svolgere questa attività? Quali sono i reali vantaggi che questo servizio offre e, chi lo offre? Procediamo con ordine. Per prima cosa diamo una definizione per capire esattamente di cosa stiamo parlando. La leva finanziaria permette al trader, ovvero l’operatore che affronta quotidianamente i mercati finanziari con l’obiettivo di trarre profitto, di investire i propri capitali per una somma maggiore di quello che effettivamente dispone sul proprio conto.

E’ uno strumento che, se utilizzato con una certa disciplina, porta ad una efficiente allocazione delle risorse, infatti in questo modo il trader ha l’opportunità di ottimizzare i propri investimenti coprendo l’esposizione di alcune posizioni utilizzando un capitale di cui effettivamente non dispone sul proprio conto.

Per essere più chiari, facciamo un esempio. Per comprare 2.000 azioni del titolo FIAT la banca mi blocca sul deposito titoli 20.000 euro (supponiamo di comprare il titolo a 10,00 euro per semplicità, 2.000×10=20.000). Il mio broker che mi permette di utilizzare la leva finanziaria, invece, mi richiede soltanto 1.000 euro come margine di garanzia, ovvero il 5% dell’importo. Quindi gli altri 19.000 euro che mi restano sul conto possono essere da me impiegati per comprare o vendere altri titoli, indici, materie prime o valute, oppure per incrementare la posizione sul titolo stesso.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO
 

Non male. Questo significa che con un semplice conto da “cliente retail” (cioè da normale investitore privato che non dispone ovviamente la liquidità di un istituzionale) possiamo operare nelle maggiori borse mondiali come un vero professionista che riesce a diversificare il proprio portafoglio in maniera più efficiente, proprio grazie al sistema della marginazione.

 

Anche in Italia questo modus operandi si sta diffondendo con una velocità sempre maggiore, grazie soprattutto a importanti società di brokeraggio come CMC Markets, per cui lavora chi vi scrive, che insegnano alla clientela come utilizzare al meglio questa potente arma che, se appresa e utilizzata correttamente, porta ad ottenere performance sicuramente migliori abbassando la volatilità del proprio portafoglio.

 

La leva finanziaria, oltre che sulle azioni, è offerta anche su indici, valute e materie prime, addirittura fino a 200 volte il proprio capitale. Questo numero da solo, parla chiaro: le potenzialità che i mercati finanziari ci offrono sono molteplici ma evidentemente la formazione che si deve ricevere deve essere adeguata, solo in questo modo riusciremo a riconoscere le opportunità operative e contemporaneamente tenere sotto controllo il rischio del nostro portafoglio per decorrelarlo sempre di più dai cicli di borsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori