BORSA TELECOM ITALIA/ Telco e Telecom, le indiscrezioni sugli assetti proprietari sono prive di fondamento

- La Redazione

Quest’oggi è stato infatti scritto che sarebbe allo studio la fusione fra Telco e Criteria, società controllata dalla Caixa, la banca spagnola che risulta essere tra i primi azionisti di Telefonica

Telco e notizie. I soci italiani di Telco smentiscono quanto riportato dalla stampa su possibili assetti Telecom. I soci italiani azionisti di Telco hanno infatti definito «prive di qualsiasi fondamento» le notizie riportate da alcuni media giornalistici, radiofonici e televisivi di stampa oggi relative agli assetti proprietari di Telecom Italia. Non è mancato certo risentimento nei confronti di questa fuga di notizie del tutto infondata. Quest’oggi è stato infatti scritto che sarebbe allo studio la fusione fra Telco e Criteria, società controllata dalla Caixa, la banca spagnola che risulta essere tra i primi azionisti di Telefonica.

Ma le notizie non finiscono qui. Come in ogni oscura vicenda finanziaria che si rispetti il caso oscuro è dietro l’angolo. Infatti si è anche detto che sarebbe stata prevista successivamente un’altra offerta dell’operatore spagnolo su quello italiano. Quest’ultima avrebbe avuto la bellezza di un premio del 25-30 per cento sul prezzo di borsa, insomma un giro d’affari niente male. Si consideri poi che Telco, che detiene il 22,45 per cento di Telecom Italia, è partecipata da Telefonica, gruppo Generali, Mediobanca e Intesa Sanpaolo. Che accadrà? Agli azionisti l’ardua sentenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori