CASSA INTEGRAZIONE/ Osservatorio Cgil: 640.000 lavoratori, taglio del reddito di 3,5 miliardi

- La Redazione

Cassa integrazione. Secondo l’osservatorio Cig Cgil la cassa integrazione ha fatto registrare un +34,8% rispetto ad agosto

Fiat_Catena_MontaggioR400
Foto Imagoeconomica

CASSA INTEGRAZIONE – OSSERVATORIO CGIL CIG: Oltre 640.000 lavoratori in cassa integrazione in settembre, che hanno subito un taglio netto del reddito per oltre 3,5 miliardi di euro (circa 5.500 euro per ogni singolo lavoratore). Questi i dati dell’Osservatorio Cig del dipartimento Settori produttivi della Cgil.

Il ricorso alla Cassa segna un +34,8% rispetto al mese precedente, per un totale di ore pari a 103.228.193. In questi ultimi tre anni “si è stabilizzato in negativo uno zoccolo di Cassa integrazione sempre più alto, fino ad attestarsi nell’anno in corso intorno ai 100 milioni di ore mese”.

“La Cig continua a crescere, nonostante segnali di ripresa dell’economia, mentre le crisi aziendali si moltiplicano senza che dal governo arrivino risposte adeguate”, questo il giudizio della Cgil.

Anche la Cassa integrazione straordinaria (Cigs) fa segnare un +39,9%, con 44.858.960 ore, mentre la Cassa integrazione in deroga (Cigd)segna una battuta d’arresto, registrando a settembre una diminuzione sul mese precedente del -8,9% per un totale di ore pari a 32.319.574. 

Interessanti i dati scorporati per diverso settore: edilizia (+1.532,6%), chimica (+553,1%), legno (+838%) commercio (+442,5%). A livello territoriale la regione più colpita è la Lombardia con 71.479.759 ore (+264,9%), l’Emilia Romagna con 40.965.719 ore (+1732%).  Per quanto riguarda le modalità che spingono le imprese alla Cig. Sono aumentate  del 173% le «crisi aziendali», che rappresentano il 72,9% totale dei decreti. Le domande di ricorso al fallimento registrano un +99%, quelle di concordato preventivo +121% e di amministrazione straordinaria +100%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori