MANOVRA/ Redditometro, fatture elettroniche e pagamenti in contanti. Ecco la lotta all’evasione fiscale

- La Redazione

La nuova manovra finanziaria contiene norme che cambieranno le abitudini di molti italiani in materia fiscale

agenzia_entrate2R375
Foto Imagoeconomica

MANOVRA – Ecco come funziona il “condono edilizio” – La nuova manovra finanziaria contiene della misure atte a contrastare l’evasione fiscale, ma che richiedono cambiamenti nelle abitudini degli italiani, non solo dei lavoratori autonomi o delle imprese. Sono tre le principali novità in questo campo.

Fatture elettroniche – Professionisti e lavoratori autonomi dovranno trasmettere al fisco, via telematica, le fatture con importo superiore ai 3.000 euro. Nel frattempo l’Agenzia delle entrate punterà maggiormente i riflettori sulle imprese che sono sistematicamente in passivo e che aprono e chiudono l’attività nell’arco di pochi mesi. Inoltre i crediti e i debiti fiscali potranno essere compensati solo dopo la certificazione di un commercialista.

Pagamenti tracciabili – Per tutti, cittadini privati e imprese, scenderà a 5.000 euro (dagli attuali 12.500) la soglia oltre la quale i pagamenti andranno effettuati con sistemi diversi dal contante (assegni, bancomat, carte di credito e bonifici).

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Redditometro – Se lo scostamento tra il reddito dichiarato e quello dedotto dal fisco attraverso il redditometro sarà superiore al 20%, l’Agenzia delle entrate potrà presumere che via sia un maggior reddito che non è stato dichiarato. Gli accertamenti del fisco diverranno subito esecutivi senza attendere la cartella di pagamento. Inoltre i Comuni verranno coinvolti nei controlli delle dichiarazioni dei redditi dei propri cittadini. Potranno segnalare anomalie al fisco, ricevendo in cambio il 33% dell’eventuale gettito evaso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori