LA VOCE.INFO/ Visco: quale tassa per finanziare gli enti locali al posto dell’Ici?

- La Redazione

Su lavoce.info è stato pubblicato oggi un articolo dell’ex ministro Vincenzo Visco a proposito delle tasse locali

Euro_Casa_EuriborR375

Su lavoce.info è stato pubblicato oggi un articolo dell’ex ministro Vincenzo Visco che parla delle tasse che dovrebbero servire a finanziare gli enti locali. Partendo dal presupposto che tolta l’Ici bisognerebbe individuare una nuova fonte di prelievo a livello locale, Visco analizza le possibili ipotesi. Per l’ex ministro, i proprietari di immobili sono fra i principali beneficiari di servizi locali efficienti che contribuiscono alla crescita dei valori immobiliari. Quindi un’imposta sul patrimonio immobiliare è la migliore soluzione per il finanziamento degli enti locali.

Nel caso di appartamenti in affitto si potrebbe anche pensare a una ripartizione della tassa tra proprietario e inquilino.

Visco conclude tutto il suo lungo ragionamento, accompagnato da dati, dicendo che qualsiasi prelievo che finanzi i servizi locali facendo riferimento oltre che a logiche tariffarie anche a parametri integrativi, quali il reddito, i metri quadri dell’abitazione, la composizione dei nuclei familiari, trasferirebbe il prelievo fiscale dai più ricchi agli altri contribuenti; e, poiché alle famiglie più povere dovrà comunque essere assicurata una protezione, ciò significa un maggior onere sulle classi medie.

 

Clicca qui per leggere l’articolo completo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori