POSTE ITALIANE/ Poste italiane cambia orari per la consegna della posta

- La Redazione

Poste Italiane ha deciso di dare il via a un nuovo piano di revisione complessiva dell’assetto logistico e del recapito delle posta

posteR375

POSTE ITALIANE – Poste italiane cambia orari per la consegna della posta – In vista della completa liberalizzazione del mercato postale, in vigore dal 1° gennaio 2011, e per venire incontro alle esigenze e alle abitudini sempre più diversificate degli italiani, Poste Italiane ha deciso di dare il via a un nuovo piano di revisione complessiva dell’assetto logistico e del recapito delle posta.
In base all’accordo firmato tra Poste italiane e le organizzazioni sindacali viene introdotto un nuovo orario di lavoro per i portalettere: la consegna della corrispondenza prioritaria, raccomandata e commerciale verrà eseguita dal lunedì al venerdì dalle 8:00 fino alle 16:00.

Dalle 14:00 alle 20:00 saranno forniti invece servizi “su misura” ad alto valore aggiunto: Dimmiquando, Chiamami, Aspettami, recapito telegrammi, messo notificatore, ritiro a domicilio, ritiro posta registrata. Tali servizi saranno assicurati anche il sabato dalle 8:00 alle 14:00 insieme alle consegne urgenti di telegrammi e Raccomandata 1.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Dunque la posta “normale” non arriverà al sabato. Il nuovo corso si sperimenterà a partire da settembre nei capoluoghi di provincia e, successivamente, verrà esteso ai centri maggiori.

Come spiega Poste italiane nel suo comunicato, già in altri paesi europei come Finlandia, Portogallo, Austria, Spagna, Grecia, Belgio e Svezia, esiste già il sistema di consegna della corrispondenza su cinque giorni. Scelta che verrà presa anche da Deutsche Post in Germania e da Us Postal Service negli Stati Uniti.

“Il modo di comunicare è profondamente cambiato in questi anni ed è in continua evoluzione in quanto a strumenti e tempistiche utilizzate, basti pensare alla comunicazione elettronica, – ha spiegato l’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi. Per questo anche il modello di recapito ha bisogno di adeguarsi alle mutate esigenze delle persone. Poste Italiane ha analizzato la nuova realtà e questo accordo è la risposta al cambiamento di scenario e di abitudini”.

L’intesa garantisce anche la riqualificazione degli addetti attraverso un processo di formazione che ne consentirà l’inserimento nella rete degli uffici postali per potenziare il servizio di sportelleria. L’accordo prevede inoltre un’azione di diffusione sempre più capillare della cultura della sicurezza e l’ulteriore miglioramento del mix qualitativo della flotta di mezzi aziendali di Poste italiane per il recapito. Saranno acquistati 1500 quadricicli elettrici “Free Duck” e 1000 nuovi autoveicoli.

Anche la flotta di motoveicoli sarà rinnovata e potenziata entro il 2011 con l’acquisto di nuovi modelli che applicano a bordo le soluzioni più innovative in materia di sicurezza, riduzione dei consumi e contenimento delle emissioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori