BORSA/ Indicazioni e analisi tecnica dei mercati al 6 settembre 2010

- Alessandro Spataro

Prosegue il recupero Wall Street che ha dato un seguito al rally della vigilia. In chiaroscuro le indicazioni giunte dal fronte macroeconomico

Orso_Toro_ManagerR375

Prosegue il recupero Wall Street che ha dato un seguito al rally della vigilia. In chiaroscuro le indicazioni giunte dal fronte macroeconomico: se infatti per quanto riguarda il mercato del lavoro i dati si sono rivelati confortanti (le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono scese nell’ultima settimana a 472.000 unità, in misura superiore alle 480.000 attese), si sono rivelati deludenti quelli relativi alla produttività non agricola, che nel secondo trimestre è stata rivista al ribasso da -0,9% a -1,8%, sotto le attese, ferme a -1,6%, e al costo unitario del lavoro, salito dell’1,1% dal +0,2% della lettura preliminare, sotto le previsioni che lo davano in rialzo dell’1,4%. Vediamo il quadro tecnico che si è venuto a delineare sui principali mercati.

S&P500

La rottura di settimana scorsa della trend line tracciata sui volumi su base settimanale, non confermata dal movimento dei prezzi della settimana appena trascorsa, ci porta a considerare la possibilità di una continuazione del trend rialzista di lungo periodo… con molta cautela. Lo stocastico viaggia sempre in area 50, quindi in piena lateralità. Nel medio – breve periodo il recupero di questa settimana ha portato i prezzi a testare la trend line negativa mag-ago2010 in area 1,105. Il MACD sostiene il trend positivo e, per quanto riguarda i volumi, stiamo testando la trend line negativa che accompagnava il trend negativo di questi ultimi tre mesi. Attendiamo dunque il superamento di area 1,130 – 1,150, prima di considerare apertura di nuove posizioni long. Supporto sempre area 1,040.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

NASDAQ100

Nel lungo periodo il trend è ancora impostato al rialzo con i volumi che accompagnano i prezzi, e nel breve stiamo assistendo al veloce test della trend line ribassista in area 1,880. Lo stocastico si sta portando con decisione verso area 80. I volumi stanno sostenendo il trend di breve. Vediamo quindi se settimana prossima il listino tecnologico avrà la forza di continuare questo rapido rally.

 

 

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

FTSEMIB

L’indice italiano è inquadrato all’interno di un ampio canale rialzista che già avevamo individuato un paio di settimane fa. Questa rapida e decisa reazione dal supporto dinamico (parte inferiore del canale) con lo stocastico che si sta portando in area 80, ci fa considerare raggiungibile nel breve, area 21,000 punti e 21,500. Notiamo come la resistenza dinamica (lato superiore del canale) porti a considerare nel medio periodo area 22,000 come possibile obiettivo. Area 22,000 che diventa ancora piu’ interessante considerando che è un livello di prezzi dove si incontra la trend line ribassista di lungo periodo. (22,500)

 

 

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

EURUSD

Le condizioni che si stanno delineando ci fanno pensare ad una continuazione rialzista del trend sul cross valutario. I livelli che avevamo individuato settimana scorsa (1,29) sono stati raggiunti. Lo stocastico che si dirige verso area 80, il MACD appena partito in trend positivo, ci fanno guardare con interesse sopra area 1,30 – 1,31.

 

 

ilsussidiario.net non fornisce servizi di consulenza finanziaria, né quanto ivi pubblicato può in alcun modo costituire sollecitazione all’investimento rivolta al pubblico. Le informazioni e gli articoli pubblicati hanno unicamente lo scopo di contribuire a una cultura complessiva sui mercati finanziari e di fornire materiali per una riflessione, senza nessuna diretta implicazione operativa. L’utilizzo dei dati e delle informazioni come supporto, diretto o indiretto, di scelte di operazioni di investimento rimane pertanto a completo rischio di chi opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori