PARMALAT/ Ok all’Opa di Lactalis dalla Consob

- La Redazione

La Consob ha approvato il prospetto dell’Opa con la quale il Lactalis intende acquisire il 71 per cento dell’azienda di Parmalat per diventarne unica proprietaria.

Parmalat_CartoneR400
Foto Ansa

Via libera all’acquisizione di Parmalat da parte di Lactalis. La Consob, intatti, ha approvato il prospetto dell’Opa con la quale il colosso francese intende acquisire il 71 per cento dell’azienda di Collecchio, per diventarne unica proprietaria. L’offerta partirà il prossimo 23 maggio per concludersi l’8 luglio, con il pagamento delle azioni il 15 luglio. In particolare, l’organo di controllo sulla Borsa ha approvato il documento con l’offerta di 2,6 euro per azione, per un totale di 3,7 miliardi di euro. Tale documento sarà messo a disposizione del pubblico da sabato 14 maggio. Nel frattempo, a quanto rivela Radiocor che ha consultato il prospetto, emerge come Lactalis abbia un indebitamento finanziario di 4,3 miliardi di euro. Nel caso di adesioni all’offerta pari al 100%, il debito salirebbe a 7 miliardi. Come spiega Il Sole 24 Ore, «il gruppo francese ha riportato nel 2010 un Ebitda di 994 milioni, un utile netto in crescita da 301 a 327 milioni e ricavi per 10,4 miliardi, in progresso dai 9,4 miliardi del 2009». 

In merito all’operazione, agevolata dall’incontro Berlusconi – Sarkozy, e rivendicata dal ministro Tremonti e dal decreto antiscalate che, secondo il titolare dell’Economia avrebbe obbligato i francesi a sborsare molto di più  di quanto gli avrebbe consentito una scalata, il presidente della Coldiretti Sergio Marini commenta: «L’italianità per noi significa latte italiano, valorizzazione dell’agricoltura italiana e Made in Italy che contiene prodotti italiani. Se questo lo fa Lactalis meglio di come oggi lo fa Parmalat, benvenuta Lactalis».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori