BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a -0,16%, Saipem a -3,2% (21 dicembre 2016)

- La Redazione

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull’andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

borsa_piazza_affariR439
Borsa italiana oggi, Lapresse

Piazza Affari recupera nel finale chiudendo a -0,16%. Sul listino principale troviamo in rialzo Atlantia (+0,04%), Bper (+0,6%), Campari (+0,27%), Cnh Industrial (+0,42%), Eni (+0,13%), Exor (+0,05%), Fca (+0,23%), Ferragamo (+0,4%), Fineco (+1,86%), Intesa Sanpaolo (+0,08%), Luxottica (+0,1%), Mediaset (+2,84%), Stm (+0,47%), Ubi Banca (+1,96%) e Unicredit (+1,29%). I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-1,41%), Mps (-12,08%), Ferrari (-1,15%), Italgas (-2,39%), Saipem (-3,2%), Tenaris e Unipol (-1,41%). Fuori dal listino principale Stefanel chiude a +17,89%, mentre Gambero Rosso cede il 7,88%. Il cambio euro/dollaro resta sopra quota 1,04, così come lo spread tra Btp e Bund resta a 156 punti base.

Piazza Affari perde lo 0,4% e sul listino principale troviamo in rialzo soltanto Bper (+0,6%), Cnh Industrial (+0,7%), Eni (+0,2%), Ferragamo (+0,9%), Fineco (+1,7%), Luxottica (+0,1%), Mediaset (+1,3%) e Ubi Banca (+1,4%). I ribassi più ampi sono quelli di Bpm (-1,1%), Mps (-7,7%), Italgas (-2,3%), Mediobanca (-1,3%), Saipem (-2,3%), Tenaris (-1,1%) e Unipol (-1,2%). Fuori dal listino principale Visibila sale del 13,7%, Stefanel del 12,6%, Go Internet dell’11%, mentre Italia Indipendent cede il 13,5%. Il cambio euro/dollaro sale sopra quota 1,04, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 156 punti base.

Piazza Affari perde lo 0,6% e sul listino principale Mps continua a subire sospensione dagli scambi. Dopo essere arrivate a cedere il 18%, ora le azioni della banca toscana vengono scambiate a -6,4%. In rialzo troviamo soltanto Bper (+0,6%), Eni (+0,1%), Ferragamo (+0,4%), Fineco (+1%), Luxottica (+0,1%), Mediaset (+1,4%) e Ubi Banca (+1,3%). I ribassi più ampi, oltre a Mps, sono quelli di Banco Popolare (-1,2%), Bpm (-1,3%), Enel (-1,5%), Intesa Sanpaolo (-1,1%), Italgas (-1,9%), Mediobanca (-1,3%), Saipem (-1,2%), Telecom Italia (-1,2%) e Unipol (-1,2%). Fuori dal listino principale Go Internet sale del 10,1%, Risanamento del 10,6%, mentre Italia Indipendent cede il 13,9%. Il cambio euro/dollaro resta a quota 1,04, mentre lo spread tra Btp e Bund scende a 156 punti base.

Piazza Affari si muove intorno alla parità (+0,04%) e sul listino principale soffre Mps, sospesa due volte dagli scambi per eccesso di ribasso nel giro di mezzora. Il titolo della banca toscana cede oltre l’8%, scendendo sotto i 17 euro, dato che l’operazione di mercato sembra non poter concludersi positivamente. Mediaset, invece, dopo una sospensione per eccesso di rialzo guadagna il 2,2%, risultando il titolo migliore del listino principale dopo Ubi Banca (+2,3%). Tra i rialzi si notano Cnh Industrial (+0,6%), Fineco (+0,7%), Leonardo (+1%) e Telecom Italia (+1,4%). Tra i ribassi, invece, i più ampi, oltre a Mps, sono quelli di Banca Mediolanum (-1%), Enel (-0,7%), Snam (-0,7%), Stm (-0,7%) e Unipol (-0,7%). Fuori dal listino principale Go Internet sale del 13%, Risanamento del 12,1%, Pininfarina dell’8,9%, mentre Primisuimotori cede il 4,6%. Il cambio euro/dollaro si trova a quota 1,04, mentre lo spread tra Btp e Bund sale sopra i 157 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori