NOVITÀ FISCALI 2017/ Meno tasse con la Manovra? Possibili risparmi per imprese e famiglie

- La Redazione

Telefisco 2017, oggi si tiene il convegno organizzato da Il Sole 24 Ore in cui vengono affrontati i temi più “caldi” riguardanti le tasse e le imposte in Italia

Entrate_Agenzia_TasseR439
Immagine d'archivio (LaPresse)

Nelle due giorni organizzata da Il Sole 24ore con Telefisco sono state presentate alcune novità fiscali per il 2017 contenute nella Manovra di Bilancio prodotta dall’allora governo Renzi; inoltre, oggi arriva anche lo studio di Outlook Italia Confcommercio-Censis che rileva come la stragrande maggioranza degli italiani vede la riduzione delle tasse come la questione più utile per migliorare la condizione economica della propria famiglia, addirittura il 71,5% degli intervistati. Le possibili novità inserite nella Manovra di Bilancio in realtà vanno proprio in questa direzione, anche se ovviamente bisognerà attendere lo sviluppo degli eventi fiscali e non nei prossimi mesi per comprendere l’impatto della Legge di Stabilità sull’economia reale delle famiglie. Secondo quanto riporta l’Outlook Italia Confcommercio-Censis, «le novità contenute nella legge di Bilancio 2017 (e nelle leggi di Stabilità approvate negli anni precedente) dovrebbero ridurre la pressione fiscale ufficiale, abbassandola dal 42,6% del 2016 al 42,3% di quest’anno (-0,3%). Nonostante tutto, i livelli degli scorsi anni restano lontani: prima dell’inizio della crisi economica, quando il rapporto tra il debito pubblico e il Prodotto interno lordo era al 100% (oltre il 30% in meno rispetto ad oggi), la pressione fiscale era pari al 41,5%». Ma chi dovrebbe risparmiare di più al termine del 2017? Secondo Telefisco , si è visto che le famiglie dovrebbero arrivare al risparmio di circa 2,9 miliardi di euro, mentre le imprese italiane dovrebbero avere cifre addirittura maggiore. 

Sono state presentate oggi a Telefisco, il convegno organizzato da Il Sole 24 Ore sulle novità fiscali 2017, anche nuove misure per contrastare l’evasione dell’Iva. Ad annunciarle è stato il viceministro all’Economia, Luigi Casero. Nei prossimi giorni sarà risolta quindi, riporta il Sole 24 Ore, la questione delle comunicazioni Iva: l’ipotesi è di mantenere l’incrocio dei dati aggregati Iva con quanto si versa e di arrivare a una semestralità sui dati delle fatture. La lotta all’evasione resta infatti uno dei temi caldi del nostro paese. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi ha sottolineato che “il problema effettivo del Paese è quello di un’evasione Iva che è doppia rispetto a quella europea. Molto si è fatto, negli ultimi due anni perché abbiamo assistito ad un calo dell’evasione Iva in vari modi, attraverso lo split payment, attraverso un’azione di “cambiaverso” e ad un’incisività del contrasto”. Ma l’evasione dell’Iva “resta ancora molto alta, è patologica, perché chi può evitare il prezzo dell’Iva può praticare prezzi migliori, e trovarsi meglio sul mercato”.

Torna oggi l’appuntamento con Telefisco, il convegno organizzato da Il Sole 24 Ore in cui vengono affrontati i temi più “caldi” riguardanti le tasse e le imposte in Italia, che garantisce anche dei crediti formativi per gli iscritti agli ordini dei commercialisti e degli esperti contabili. Quest’anno particolare attenzione sarà dedicata alla rottamazione delle cartelle di Equitalia, per cui andrà presentata la domanda di adesione entro il 31 marzo, e alle novità riguardanti le imprese. Per le piccole infatti debuttano il regime di cassa e l’Iri. I professionisti del settore potranno anche trovare importanti chiarimenti sulle nuove procedure relative alle comunicazioni Iva sui dati delle fatture ricevute ed emesse. Oltretutto all’apertura è stato possibile sentire gli interventi di Luigi Casero, viceministro dell’Economia, e di Rossella Orlandi, Direttore dell’Agenzia delle Entrate. Prima del convegno, inoltre, è stato possibile inviare delle domande sulle novità tributarie dell’anno, a cui si darà una risposta nel corso dell’evento stesso. Coloro che si sono iscritti, oltre a poter partecipare attraverso diverse sedi in collegamento video, potranno anche vedere la registrazione degli interventi nei giorni successivi, oltre a consultare dispense e interventi dei relatori on line.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori