BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +1,15%, Ubi Banca +4,93% (3 marzo 2017)

- La Redazione

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull’andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

borsa_piazza_affariR439
Borsa italiana oggi, Lapresse

Piazza Affari chiude con un rialzo dell’1,15% e sul listino principale troviamo in rosso Azimut (-0,31%), Brembo (-0,3%), Fca (-0,1%), Ferrari (-0,24%), Mediaset (-0,77%), Moncler (-0,57%), Poste Italiane (-0,33%), Snam (-0,16%), Tenaris (-1,02%) e Yoox (-0,76%). Tra i rialzi si notano quelli di Banco Bpm (+2,37%), Bper (+4,49%), Eni (+1,73%), Ferragamo (+1,72%), Fineco (+2,33%), Generali (+1,75%), Intesa Sanpaolo (+2,01%), Mediobanca (+2,8%), Ubi Banca (+4,93%), Unicredit (+3,7%), Unipol (+2,39%) e UnipolSai (+2,17%). Fuori dal listino principale Ggp chiude con un +12,65%, Lventure con un +11,59%, mentre Dada cede il 6,41%. Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,055, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 176 punti base.

Piazza Affari si trova in perfetta parità e sul listino principale troviamo in rialzo Enel (+0,4%), Eni (+0,2%), Ferragamo (+0,5%), Fineco (+0,2%), Generali (+0,3%), Italgas (+0,1%), Mediobanca (+0,6%), Terna (+0,1%), Ubi Banca (+0,6%), Unicredit (+0,7%), Unipol (+0,5%) e UnipolSai (+0,3%). I ribassi più ampi sono invece quelli di Azimut (-0,5%), Cnh Industrial (-0,8%), Luxottica (-1%), Mediaset (-0,7%), Prysmian (-0,9%), Recordati (-0,8%) e Tenaris (-0,6%). Fuori dal listino principale Softec sale del 9,1%, mentre De Longhi cede il 4,8%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,05, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 182 punti base.

I dati macroeconomici che potrebbero impattare positivamente o negativamente sulla giornata di Borsa di oggi  sono quelli relativi al consumo interno in Italia e alla spesa pubblica attuata dal governo del Bel Paese negli ultimi mesi. Altri dati potenzialmente rilevanti ai fini della variazione di titoli sono quelli relativi alla correzione del Pil italiano e all’andamento delle vendite al dettaglio nell’Eurozona.

La giornata di ieri si è chiusa con risultati positivi per quanto riguarda il Ftse Mib e ha visto i principali titoli chiudere in rialzo, tra cui spiccano Unicredit (+2,34%) mentre Banco Bpm ha chiuso in lieve ribasso dopo lo sprint degli ultimi giorni (-0,24%) a 2,448 per azione. Sempre rimanendo sui titoli bancari si è registrato il lieve rialzo di Bper con un discreto +0,4%, dovuto anche alle notizie all’acquisizione da parte dell’istituto di credito del 100% della Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara, importante transazione avvenuta tramite il Fondo di Sussidio Interbancario. Tra i maggiori rialzi di giornata spicca quello di Leonardo con un buon +2,24%.

Lo spread Btp-Bund sui titoli decennali ha chiuso in netto ribasso, con un -1,35%, a 182,1 punti base. La spinta al ribasso di questo valore potrebbe avere un’ulteriore accelerazione se, da come sembra, il governo dovesse arrivare a fine legislatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori