BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +0,07%, A2A a -2,97% (4 aprile 2017)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull’andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Lapresse

Dopo aver viaggiato per gran parte della giornata in rosso ed essere poi passata in positivo, Piazza Affari chiude a +0,07%. Sul listino principale si notano i rialzi di Atlantia (+0,83%), Banca Generali (+0,99%), Bper (+0,75%), Campari (+1,39%), Eni (+0,73%), Exor (+1,21%), Intesa Sanpaolo (+0,72%), Leonardo (+0,75%), Moncler (+1,69%), Prysmian (+1,83%), Recordati (+1,4%), Tenaris (+1,38%), Unipol (+1,94%) e UnipolSai (+1,47%). I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-2,97%), Banca Mediolanum (-0,79%), Ferragamo (-1,69%), Generali (-1,08%), Italgas (-1,51%), Saipem (-2,96%), Telecom Italia (-2,65%), Ubi Banca (-1,2%) e Yoox (-1,51%). Tra i rialzi si notano quelli di Atlantia (+0,6%), Banca Generali (+0,9%), Exor (+0,6%), Ferragamo (+0,6%), Moncler (+1,2%), Prysmian (+1,4%), Recordati (+0,8%) e Tenaris (+1,4%). Fuori dal listino principale Bialetti chiude a +12,09%, Innovatec a +11,6%, Fincantieri a +8,76%, mentre Gala cede il 40%. Il cambio euro/dollaro si riporta sopra quota 1,065, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 201 punti base. 

Piazza Affari si muove vicino alla parità (-0,02%) e sul listino principale troviamo in rosso A2A (-2%), Azimut (-0,1%), Banca Mediolanum (-0,2%), Banco Bpm (-0,2%), Buzzi (-0,2%), Enel (-0,1%), Eni (-0,1%), Generali (-1,2%), Italgas (-0,1%), Saipem (-0,6%), Stm (-0,8%), Telecom Italia (-1,3%), Terna (-0,3%), Ubi Banca (-0,3%), Unicredit (-0,5%) e Yoox (-0,1%). Tra i rialzi si notano quelli di Atlantia (+0,6%), Banca Generali (+0,9%), Exor (+0,6%), Ferragamo (+0,6%), Moncler (+1,2%), Prysmian (+1,4%), Recordati (+0,8%) e Tenaris (+1,4%). Fuori dal listino principale Safe Bag sale del 7,5%, mentre Tps cede il 4,9%. Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,065, mentre lo spread tra Btp e Bund raggiunge i 202 punti base. 

Oggi la giornata per Piazza Affari offrirà alcuni dati macroeconomici. Alle 10:00 arriverà il conto delle amministrazioni pubbliche italiane relativo all’ultimo trimestre del 2016. Alle 11:00 è attesto il dato sulle vendite al dettaglio per il mese di febbraio dell’Eurozona. Alle 15:30 è atteso un discorso del presidente della Bce, Mario Draghi, che potrebbe fornire ulteriori notizie in merito alle prossime mosse di politica monetaria, soprattutto sui rumors che vedono un rialzo dei tassi di interesse non molto lontano. Nessun dato significativo, invece, dagli Usa. 

La giornata di ieri era iniziata in modo positivo, con il Ftse Mib che aveva provato a superare la quota 20.500 punti. Nel pomeriggio, tuttavia, sono aumentate le vendite che hanno colpito soprattutto il settore finanziario e alla fine Piazza Affari ha chiuso la sessione con un ribasso dell’1,22%, ai minimi di giornata, a quota 20.242 punti. A segnare le performance peggiori sono state le banche: Bper è stata la peggiore con un ribasso del 3,5%, Unicredit -2,7%, Banco Bpm -2,66%, Ubi Banca -2,5%, Mediobanca -2,43% e Intesa Sanpaolo -1,57%. Molto male anche Fca che è capitolata con un ribasso del 5%: il ribasso è dovuto al pessimo dato di vendite negli Usa. Male anche A2A che ha ceduto il 2,68% a quota 1,38 euro, nonostante i dati del 2016 siano stati migliori delle aspettative e il piano industriale sia stato giudicato ottimo dagli analisti.

Lo spread fra Btp e Bund è salito sopra i 187 punti base, per poi chiudere poco sotto tale livello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori