BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +1,48%, Intesa Sanpaolo a +2,97% (5 maggio 2017)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull’andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Lapresse

Piazza Affari chiude la giornata con un rialzo dell’1,48% e sul listino principale troviamo in rosso solamente A2A (-0,77%), Cnh Industrial (-0,1%), Leonardo (-0,58%) e Moncler (-3,02%). I rialzi più consistenti sono quelli di Banca Mediolanum (+1,7%), Banco Bpm (+2,1%), Buzzi (+1,8%), Campari (+1,82%), Eni (+2,53%), Exor (+1,99%), Ferrari (+1,7%), Fineco (+1,88%), Generali (+1,67%), Intesa Sanpaolo (+2,97%), Italgas (+2,07%), Telecom Italia (+2,37%) e Ubi Banca (+2,78%). Fuori dal listino principale Zucchi chiude con un +9,18%, Enervit con un +7,88%, mentre Imvest cede il 7,09%. Il cambio euro/dollaro resta vicino a quota 1,1, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 175 punti base.

Piazza Affari guadagna l’1,2% e sul listino principale troviamo in rosso solamente A2A (-0,9%), Cnh Industrial (-0,7%), Leonardo (-0,1%), Moncler (-2,6%), Saipem (-0,1%), Snam (-0,2%), Tenaris (-0,1%) e Terna (-0,2%). I rialzi più consistenti sono quelli di Banco Bpm (+1,4%), Bper (+1,4%), Eni (+1,3%), Ferrari (+1,1%), Generali (+1,3%), Intesa Sanpaolo (+3,5%), Italgas (+1,4%), Mediaset (+1,9%), Mediobanca (+2,2%), Telecom Italia (+3,2%), Ubi Banca (+3,2%), Unicredit (+2,3%) UnipolSai (+1,1%). Fuori dal listino principale Zucchi sale del 9,9%, mentre Gefran cede il 5,5%.Il cambio euro/dollaro si avvicina a quota 1,1, mentre lo spread tra Btp e Bund scende a 177 punti base.

Dopo un avvio in rosso, Piazza Affari cede lo 0,3% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente Atlantia (+0,3%), Eni (+0,3%), Ferrari (+1,4%), Generali (+0,3%), Intesa Sanpaolo (+0,4%), Italgas (+0,8%), Luxottica (+0,3%), Mediaset (+0,8%), Tenaris (+0,1%) e UnipolSai (+0,1%). I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-1,5%), Banco Bpm (-0,9%), Banca Generali (-1%), Cnh Industrial (-0,8%), Enel (-0,6%), Exor (-1,4%), Fca (-1,3%), Ferragamo (-0,9%), Leonardo (-0,6%), Moncler (-3,2%), Terna (-0,8%), Ubi Banca (-1,1%), Unicredit (-1,1%), Unipol (-0,7%) e Yoox (-0,9%). Fuori dal listino principale Ceramiche Ricchetti sale dell’8,6%, mentre Gefran cede il 9,3%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,095, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 184 punti base.

Oggi non ci saranno dati macroeconomici particolarmente rilevanti dal nostro Continente, salvo che le previsioni economiche di primavera della Commissione europea. Nel pomeriggio alcuni dati in arrivo dagli Usa. Alle 14:30 quello sulle buste paga degli addetti non agricoli per il mese di aprile, seguito dal dato più importante, ovvero la disoccupazione del mese di aprile per gli Stati Uniti, che secondo gli analisti dovrebbe attestarsi al 4,6%, in leggero rialzo rispetto al 4,5% dello scorso mese. Ieri Piazza Affari ha fatto segnare un progresso dell’1,98%, abbattendo la soglia di resistenza posta a 21mila punti e chiudendo a 21.169. 

Il Ftse Mib è salito più di tutti gli altri principali indici europei, nonostante il Dax abbia fatto registrare un progresso di oltre un punto percentuale. Molto bene i titoli bancari. Banco Bpm ha guadagnato il 4,61% mentre Bper ha chiuso la seduta con un +3,65%. Bene anche Unicredit con un +3,57%, Mediobanca con un +1,97% e Intesa Sanpaolo con un +2,5%. Molto bene anche Telecom Italia che ha fatto registrare un guadagno di quasi cinque punti percentuali dopo che la società ha mostrato conti sopra le attese nel primo trimestre dell’anno ed ha promesso la possibilità di avere un dividendo già dal prossimo anno. Ottima giornata anche per Leonardo e Ferrari: la prima è salita del 7,23% mentre la seconda del 5,68%. 

Lo spread fra Btp e Bund è sceso di quasi 4 punti percentuali, attestandosi a 186,4 punti base, con il rendimento del Btp italiano decennale al 2,25%. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori