BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a +0,38%, Cnh Industrial a +3,46% (9 giugno 2017)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull’andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Lapresse

Piazza Affari chiude in rialzo dello 0,38%. Sul listino principale troviamo in rosso A2A (-0,53%), Azimut (-0,28%), Bper (-0,32%), Brembo (-2,26%), Campari (-2,21%), Enel (-0,89%), Fineco (-0,7%), Italgas (-1,96%), Saipem (-0,46%), Telecom Italia (-0,72%), Terna (-0,29%), UnipolSai (-0,65%) e Yoox (-1,05%). I rialzi più significativi sono quelli di Banco Bpm (+2,74%), Banca Generali (+1,34%), Buzzi (+1,17%), Cnh Industrial (+3,46%), Exor (+1,29%), Ferragamo (+0,96%), Generali (+0,72%), Intesa Sanpaolo (+0,62%), Leonardo (+0,75%), Mediobanca (+0,94%), Poste Italiane (+1,45%), Prysmian (+0,93%), Snam (+0,77%), Stm (+0,79%), Tenaris (+1,92%), Ubi Banca (+3,53%) e Unicredit (+0,62%). Fuori dal listino principale Visibilia chiude con un rialzo del 34,92%, mentre Safe Bag cede il 14,63%. Il cambio euro/dollaro resta sotto quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si trova poco sopra i 182 punti base. 

Piazza Affari frena e riduce il suo rialzo allo 0,2%. Sul listino principale si notano i ribassi di A2A (-0,8%), Bper (-1,3%), Brembo (-2%), Campari (-2,6%), Enel (-1,3%), Italgas (-1,2%), Telecom Italia (-1%) e UnipolSai (-0,7%). I rialzi più significativi sono invece quelli di Banco Bpm (1%), Banca Generali (+0,8%), Cnh Industrial (+2,9%), Exor (+0,7%), Ferragamo (+0,6%), Generali (+0,8%), Poste Italiane (+0,7%), Stm (+0,8%), Tenaris (+1%), Ubi Banca (+4,9%) e Unicredit (+1%). Fuori dal listino principale Caleido Group sale del 26,8%, mentre Safe Bag cede l’11%. Il cambio euro/dollaro resta sotto quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund scende a 183 punti base. 

Piazza Affari guadagna lo 0,9% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Brembo (-0,5%), Campari (-1,3%) e Terna (-0,2%). Moncler si trova in pareggio, mentre tutti gli altri titoli fanno segnare un rialzo. I più significativi sono quelli di Banca Mediolanum (+1,5%), Banco Bpm (+2,4%), Bper (+1,3%), Cnh Industrial (+1,8%), Generali (+1,3%), Intesa Sanpaolo (+1,6%), Mediobanca (+1,3%), Prysmian (+1,2%), Stm (+1,7%), Ubi Banca (+7,2%) e Unicredit (+1,4%). Fuori dal listino principale Caleido Group sale del 34,1%, mentre Safe bag cede l’8,1%. Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 186 punti base. 

Certamente oggi l’evento più importante è l’esito delle elezioni in Gran Bretagna. A livello macroeconomico, alle 8:00 è atteso il saldo della bilancia commerciale tedesca per il mese di aprile: interessante vedere a quanto ammonta il surplus di Berlino finito spesso sotto accusa. Alle 10:30 la produzione industriale inglese per il mese di aprile. Sempre alla stessa ora anche il dato sulla produzione manifatturiera inglese nel mese dia aprile. Ieri Piazza Affari è stata la migliore  borsa d’Europa con un rialzo dell’1,46% a 21.042 punti.

A festeggiare sono stati praticamente tutti i titoli, bancari in testa. Unicredit ha guadagnato il 3,2%, Ubi Banca l’1,6%, Bper il 3,4% mentre Intesa Sanpaolo ha fatto segnare un rialzo dell’1%. Male solo il settore del lusso e in particolare Salvatore Ferragamo che ha perso il 3,5%. 

Bene anche Enel che ha guadagnato oltre il 3%. Debole invece Fca che ha perso l’1,13%. A condizionare la giornata di borsa sono state senza dubbio le notizie sullo stop alla legge elettorale in Italia e la riunione del board della Bce, dove non si è parlato di tapering. Lo spread fra Btp e Bund è sceso a 191,5 punti base, mentre il rendimento del Btp italiano decennale si è attestato al 2,17%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori