BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news: chiusura a -0,19%, Telecom Italia a -1,98% (20 luglio 2017)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull’andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Lapresse

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA DI OGGI

La Borsa Italiana chiude in calo dello 0,19% e sul listino principale i ribassi più ampi sono quelli di Azimut (-0,77%), Cnh Industrial (-2,59%), Enel (-0,93%), Exor (-2,18%), Fca (-1,34%),Leonardo (-0,65%), Prysmian (-1,22%), Telecom Italia (-1,98%), Tenaris (-1,69%), Terna (-0,9%), Ubi Banca (-1,02%) e UnipolSai (-1,79%). I rialzi più significativi sono invece quelli di Banca Mediolanum (+0,97%), Buzzi (+1,64%), Ferragamo (+2,97%), Ferrari (+1,78%), Italgas (+1,61%), Mediaset (+0,6%), Recordati (+2,73%), Stm (+0,71%) e Yoox (+0,65%). Fuori dal listino principale Softec chiude con un +22,16%, mentre Poligrafici Printing cede il 12,56%. Il cambio euro/dollaro supera quota 1,16, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 158 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:45

La Borsa Italiana guadagna lo 0,1% e sul listino principale troviamo in rosso Azimut (-0,5%), Banca Generali (-0,7%), Campari (-0,2%), Cnh Industrial (-2,1%), Enel (-0,4%), Exor (-0,9%), Fca (-0,4%), Generali (-0,4%), Leonardo (-0,3%), Mediobanca (-0,3%), Prysmian (-0,9%), Telecom Italia (-1,2%), Tenaris (-0,3%), Terna (-1,3%), Ubi Banca (-0,6%) e UnipolSai (-0,8%). I rialzi più significativi sono quelli di Atlantia (+0,9%), Banca Mediolanum (+1,6%), Bper (+0,7%), Brembo (+0,6%), Buzzi (+1,2%), Eni (+0,8%), Ferragamo (+3,3%), Ferrari (+1,5%), Intesa Sanpaolo (+0,7%), Italgas (+2,7%), Mediaset (+0,8%), Moncler (+0,7%), Recordati (+3%), Stm (+0,8%) e Yoox (+1%). Fuori dal listino principale Softec sale del 15,1%, mentre Ecosuntek cede il 4,9%. Il cambio euro/dollaro sale sopra quota 1,155, mentre lo spread tra Btp e Bund scende a 156 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 9:55

La Borsa Italiana guadagna lo 0,3% e sul listino principale troviamo in rosso A2A (-0,2%), Enel (-0,2%), Fineco (-0,1%), Luxottica (-0,2%), Telecom Italia (-0,4%) e Terna (-0,2%). I rialzi più significativi sono quelli di Banco Bpm (+0,6%), Brembo (+0,7%), Buzzi (+0,9%), Exor (+0,6%), Ferragamo (+0,9%), Ferrari (+1,5%), Italgas (+1,3%), Mediaset (+1,2%), Recordati (+0,9%), Saipem (+1,3%), Snam (+0,6%), Stm (+1,3%), Tenaris (+0,8%) e Yoox (+0,6%). Fuori dal listino principale Softec sale del 9,7%, mentre Pharmanutra cede il 4,6%. Il cambio euro/dollaro si trova a quota 1,15, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 165 punti base.

MILANO, PIAZZA AFFARI IN ATTESA DELLE PAROLE DI DRAGHI

La giornata di oggi sarà movimentata dalle Banche centrali. In prima mattinata tocca alla Bank of Japan. Non sono previste variazioni di politica monetaria, ma sarà interessante capire se all’orizzonte c’è qualche restrizione. Alle 10:30 verranno comunicate le vendite al dettaglio inglesi per il mese di giugno. Circa venti minuti dopo alcune aste di titoli di Stato spagnoli e francesi a lungo termine. Nel pomeriggio l’appuntamento economico più importante: la conferenza stampa di Mario Draghi dopo la riunione del board della Bce. Secondo alcuni, il Presidente dell’Eurotower potrebbe utilizzare parole più da falco, visto il miglioramento dell’economia dell’Eurozona e far intendere che a settembre il Tapering potrebbe essere annunciato. Alle 14:30 dagli Usa le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione. Alla stessa ora l’indice di produzione della Fed di Filadelfia.

Ieri Piazza Affari ha chiuso con un +0,57% a quota 21.478 punti. I bancari sono stati misti con Unicredit che ha guadagnato lo 0,9% mentre Intesa Sanpaolo ha ceduto lo 0,49%. Male anche Ubi Banca che ha perso lo 0,51%. Male Saipem che ha lasciato sul terreno l’1,45%. Buona sessione per Fca che ha messo a segno un progresso dell’1,36% dopo che in mattinata viaggiava in territorio negativo. Ottima sessione anche per Stm che ha messo a segno un rally del 3%. Lo spread fra Btp e Bund si è attestato a 165 punti base, mentre il rendimento del Btp decennale è stato pari al 2,19%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori