FCA, “5 MILIARDI DI INVESTIMENTI E PIENA OCCUPAZIONE ENTRO IL 2021″/ A Mirafiori la 500 elettrica

FCA dopo l’incontro coi sindacati annuncia 5 miliardi di investimenti nei prossimi 5 anni: svolta verso modelli ibridi ed elettrici. A Mirafiori la produzione della 500 elettrica.

29.11.2018 - Dario D'Angelo
Fca, foto da Twitter

FCA non smobilita in Italia, anzi rilancia la sua attività nel Belpaese come illustrato dall’amministratore delegato Mike Manley e dal responsabile delle attività europee del gruppo, Pietro Gorlier, durante l’incontro coi sindacati a Mirafiori avente come oggetto proprio il piano di produzione negli stabilimenti. Un summit – come riportato dall’Huffington Post – durato una 40ina di minuti mentre alcuni lavoratori manifestavano fuori dalla porta 5 dello stabile. FCA, come raccontato dal leader della Uilm, Rocco Palombella, ha promesso 5 miliardi di investimenti nell’arco del prossimo triennio 2019-2021, con l’obiettivo di raggiungere entro lo stesso periodo la “piena occupazione“. Gorlier, come riportato da La Repubblica, ha annunciato la svolta di FCA verso i modelli ibrici ed elettrici, spiegando che gli investimenti programmati dal gruppo “sono incentrati sull’utilizzo di piattaforme comuni, flessibili ed elettrificate” e “serviranno a rinforzare l’orientamento del nostro footprint industriale in Italia verso i nostri marchi globali e i mercati internazionali“.

FCA, A MIRAFIORI LA 500 ELETTRICA

Tra gli annunci fatti dai vertici FCA durante l’incontro di oggi coi sindacati anche la decisione di assegnare allo stabilimento di Mirafiori la produzione della 500 elettrica che, secondo i piani di Gorlier, “vedrà la luce nel primo trimestre del 2020“. Come riferito da La Repubblica, nello stabilimento di Pomigliano sarà prodotto invece il suv compatto dell’Alfa Romeo, in affiancamento ai lavori per la produzione della Panda. Nello stabilimento di Melfi, dove attualmente si realizzano la 500X e la Jeep Renegade, entreranno in produzione anche la Jeep Renegade ibrida plug-in e la Jeep Compass, mentre a Cassino nel triennio 2019-2021 sarà prodotto un nuovo suv medio con marchio Maserati. Per far sì che questi obiettivi vengano raggiunti, l’azienda investirà anche sulla professionalizzazione del personale, come ha spiegato Gorlier:”Partiremo nei prossimi mesi con un piano di formazione del personale incentrato proprio sulle tecnologie ibride ed elettriche. Sono convinto che insieme a tutti i nostri lavoratori saremo in grado di raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA