Le Winx entrano in borsa / Rainbow presenta domanda di ammissione: un massimo del 40% di capitale sociale

- Annalisa Dorigo

Il gruppo Rainbow, creatore del famoso cartone animato Winx Club, ha presentato domanda d’ammissione alla quotazione delle proprie azioni ordinarie in Borsa.

Borsa_Piazza_Affari_Love_Lapresse
Piazza Affari (Lapresse)

Le fatine sbarcano in borsa. La società che ha creato e lanciato le Winx, ha presentato di recente la sua domanda di ammissione per quotare le proprie azioni. La comunicazione ufficiale arriva direttamente dal gruppo che opera nel settore dal 1995 e occupa una ottima fascia dell’intrattenimento bambini e teenager. Così come riporta AskaNews: “Le azioni ordinarie oggetto dell’offerta saranno poste in vendita da Straffin e Viacom Holdings Italia che attualmente detengono, rispettivamente, il 70,38% e 29,62% del capitale sociale della società. Il numero complessivo di Azioni oggetto dell’Offerta, in aggiunta ad altre condizioni della stessa, sarà determinato in prossimità dell’avvio dell’Offerta, nel cui contesto è inoltre prevista la concessione della cosiddetta opzione Greenshoe”. Il gruppo che ha creato le Winx, stima che l’offerta, inclusa l’opzione Greenshoe, possa avere ad oggetto fino a massimo il 40% del capitale sociale di Rainbow e “non sarà contendibile anche ad esito dell’offerta”. È annunciato inoltre, che l’operazione debba essere completata entro il prossimo mese (maggio 2018), “compatibilmente con le condizioni di mercato e subordinatamente al rilascio del provvedimento di ammissione a quotazione da parte di Borsa Italiana e all’approvazione del Prospetto da parte di Consob”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

IL GRUPPO RAINBOW CHIEDE L’AMMISSIONE

Il gruppo Rainbow, casa di produzione nota per la creazione del cartone animato Winx Club, sbarca in Piazza Affari. È stata infatti presentata domanda d’ammissione alla quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario con un collocamento rivolto ad investitori qualificati in Italia e istituzionali all’estero. Saranno Straffin e Viacom Holdings Italia, che possiedono rispettivamente il 70,38% e 29,62% del capitale di Rainbow, ad avviare tale operazione che dovrebbe essere completata entro il mese di maggio 2018 (compatibilmente con il provvedimento di ammissione di Borsa Italiana e l’approvazione di Consob). Il gruppo, che può vantare su cartoons distribuiti in più di 150 emittenti televisive in tutto il mondo, stima che l’offerta inclusa l’opzione Greenshoe, possa comprendere al massimo fino al 40% del suo capitale. UniCredit Corporate & Investment Banking e Credit Suisse Securities (Europe) Limited agiranno in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Bookrunner mentre UniCredit Corporate & Investment Banking saranno gli Sponsor.

LA NUOVA SCOMMESSA DELLE WINX

Rainbow è stata fondata nel 1995 da Iginio Straffi insieme ai soci Luigino Pigini e Giuseppe Casali. Il suo primo progetto è stata la produzione di un CD-ROm intitolato Tommy & Oscar, anche se il vero successo è arrivato con Winx Club, serie televisiva in onda dal 2004 ed esportata in tutto il mondo, tra cui il Giappone in collaborazione con Netflix. Successivamente sono stati prodotti anche alcuni film per il cinema a partire dalla pellicola in 3D, Winx Club 3D – Magica avventura. Nel 2001 è entrato in società il collosso americano Viacom (a cui fanno capo Mtv e Nickelodeon), rilevando le quote dei due soci di Strafi. Nel 2015 la società ha acquisito ben tre studi di animazione a Vancouver, dando lavoro a 700 dipendenti e nei quali lavorano alcuni dei migliori disegnatori di Hollywood. Nel luglio 2017 Rainbow ha rilevato il 60% del gruppo Iven, di cui fanno parte anche Colorado Film, fondato nel 1986 dal produttore Maurizio Totti con Gabriele Salvatores, Diego Abatantuono e Paolo Rossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori