Mediaset vola in Borsa/ Rialzi del 7% dopo l’accordo con Sky su Premium. Ma Ei Towers non è coinvolta

- Bruno Zampetti

Mediaset vola in Borsa dopo l’accordo con Sky su Premium. Anche Ei Towers trae giovamento dalla situazione. Ci sono domande aperte anche su Vivendi e Mediapro

Mediaset_torre_Lapresse
Lapresse

Continua a fare registrare dei rialzi attorno al 7% il titolo Mediaset in Borsa dopo l’accordo siglato con Sky. Numeri nettamente più alti del listino di riferimento, il Ftse Mib, a conferma che l’intesa tra il Biscione e Murdoch piace eccome agli investitori. Come riferito da Il Sole 24 Ore, però, gli analisti hanno smentito che a beneficiare dell’accordo possa essere anche Ei Towers. Spiegano gli osservatori di una Sim milanese che quest’intesa “non avrà alcun impatto finanziario per Ei Towers (proprietaria dell’infrastruttura di rete necessaria alla trasmissione del segnale del gruppo Mediaset, di cui è parte), in quanto la capacità di trasmissione (mux) che verrà utilizzata da Sky è di proprietà Mediaset, mentre l’attività di gestione di questa capacità che verrà svolta da Ei Towers è già inclusa nel corrispettivo recentemente stabilito con il rinnovo del contratto tra Ei Towers e Mediaset“.

MEDIASET VOLA A PIAZZA AFFARI

Mediaset vola in Borsa con un rialzo vicino al 6% e un prezzo intorno ai 3,3 euro, dopo aver raggiunto i 3,37 poco dopo l’apertura. A spingere in alto il titolo di Cologno Monzese l’accordo annunciato prima di Pasqua con Sky. Di fatto la società di Berlusconi tornerà sul satellite, arricchendo l’offerta di Sky con canali dedicati al cinema e alle serie tv. Il gruppo di Murdoch, invece, sbarcherà sul digitale terrestre con un’offerta che potrà comprendere anche dei canali sportivi. Nell’intesa è anche prevista un’opzione di vendita, esercitabile da Mediaset, per cedere a Sky la piattaforma tecnologica di Premium. Perché questo accordo sta spingendo in Borsa il titolo di Cologno Monzese? La risposta può essere duplice, almeno secondo quelle che sono le letture di esperti e analisti riportate da alcuni quotidiani.

MEDIASET VOLA IN BORSA DOPO L’ACCORDO CON SKY

Secondo alcuni, come il francese Les Echos, la mossa rappresenterebbe un modo, da parte di Berlusconi, per liberarsi di Vivendi. L’alleanza con Sky, fornirebbe a Mediaset un partner molto importante e dimensionalmente grande con cui dovrebbe fare i conti il gruppo di Bollorè. Il quale oltretutto si ritrova un nuovo avversario in Telecom Italia, rappresentato dal Fondo Elliott. Non bisogna però dimenticare la partita dei diritti tv sul calcio. Mediaset e Sky insieme potrebbero infatti creare non pochi problemi a Mediapro. Quel che sembra profilarsi all’orizzonte è un’unica pay-tv italiana, presente sia sul satellite che sul digitale terrestre. Se poi questa intesa dovesse essere propedeutica alla cessione in toto di Premium, di certo i conti di Mediaset ne avrebbero un giovamento. Non resta quindi che capire meglio quali saranno le implicazioni dell’accordo.

MEDIASET IN BORSA, ALZATO IL TARGET PRICE

Di certo l’intesa siglata mostra un altro passo importante nella strategia di Sky, che qualche settimana fa aveva raggiunto anche un accordo con Netflix. Senza dimenticare l’intesa con Open Fiber, per portare anche su fibra ottica la sua offerta di contenuti. In questo senso lo sbarco sul digitale terrestre garantito dall’accordo con Mediaset rende Sky presente a 360 gradi su tutti i dispositivi. Tra l’altro a trasmettere Sky sul digitale terrestre saranno i multiplex di Ei Towers, società che fa sempre riferimento a Berlusconi, che quindi avrebbe un cliente in più a cui affittare le frequenze. In ogni caso gli analisti finanziari ritengono che l’intesa farà aumentare il valore del titolo Mediaset e per questo hanno alzato il target price di oltre il 10%, prevedendo un impatto positivo sull’utile della società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori