BORSA ITALIANA OGGI/ Milano news: chiusura a +0,52%, Prysmian a +3,12% (11 maggio 2018)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news. Piazza Affari oggi guarda alle aste dei Btp dopo la fiammata dello spread. Non mancheranno dati dagli Usa. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Piazza Affari (LaPresse)

PIAZZA AFFARI OGGI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in rialzo dello 0,52% e sul listino principale troviamo in rosso solo Azimut (-2,95%), Banca Generali (-0,08%), Brembo (-0,41%), Buzzi (-1,95%), Campari (-0,24%), Enel (-0,08%), Fineco (-0,02%), Leonardo (-0,02%) e Pirelli (-0,71%). A2A, Luxottica e Yoox, invece, chiudono in parità. I rialzi più consistenti sono quelli di Banco Bpm (+0,77%), Bper (+1,95%), Cnh Industrial (+1,99%), Exor (+0,65%), Fca (+1,3%), Italgas (+1,15%), Mediaset (+0,7%), Mediobanca (+0,79%), Moncler (+1,11%), Prysmian (+3,12%), Saipem (+2,41%), Snam (+1,18%), Stm (+1,4%), Telecom Italia (+0,93%) e Ubi Banca (+1,9%). Fuori dal listino principale Mps chiude con un +17,65%, mentre Immsi cede il 6,87%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,19, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 133 punti base.

PIAZZA AFFARI OGGI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:40

La Borsa italiana guadagna lo 0,3% e sul listino principale troviamo in rosso solo Azimut (-2,7%), Brembo (-0,2%), Buzzi (-1,6%), Campari (-0,2%), Eni (-0,1%), Ferrari (-0,3%), Fineco (-0,2%), Leonardo (-0,2%), Luxottica (-0,1%), Pirelli (-0,2%), Poste Italiane (-0,5%) e Terna (-0,2%). Banca Generali, invece, si trova in parità. I rialzi più consistenti sono quelli di Atlantia (+0,5%), Banco Bpm (+0,6%), Bper (+2,2%), Cnh Industrial (+1,5%), Italgas (+1,2%), Mediaset (+0,6%), Mediobanca (+1,2%), Moncler (+0,6%), Prysmian (+2,6%), Saipem (+1,2%), Snam (+0,9%), Telecom Italia (+0,7%), Ubi Banca (+2,1%) e Unipol (+0,6%). Fuori dal listino principale Mps sale del 13,7%, mentre Ggp cede il 4,7%. Il cambio euro/dollaro supera quota 1,195, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 133 punti base.

PIAZZA AFFARI OGGI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:20

La Borsa italiana cede lo 0,1% e sul listino principale troviamo in rialzo Banco Bpm (+0,3%), Bper (+2%), Buzzi (+0,9%), Cnh Industrial (+0,3%), Eni (+0,2%), Italgas (+0,3%), Moncler (+0,6%), Prysmian (+2,5%), Stm (+0,7%), Ubi Banca (+1,3%). Yoox, invece, si trova in parità. I ribassi più ampi sono quelli di Azimut (-3,3%), Enel (-0,6%), Ferrari (-0,7%), Fineco (-0,5%), Leonardo (-0,8%), Recordati (-1,1%), Telecom Italia (-0,7%) e Tenaris (-0,5%). Fuori dal listino principale Mps sale del 9,3%, mentre Axelero cede il 4,9%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,19, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 136 punti base.

PIAZZA AFFARI GUARDA ALLE ASTE DEI BTP

Giornata che non prevede particolari dati macroeconomici quella di oggi. Alle 11:45 ci saranno alcune aste importanti di titoli di Stato italiani con scadenza a tre, sette e trent’anni. Sarà particolarmente interessante vedere quale sarà la domanda per queste obbligazioni visto che negli ultimi giorni lo spread ha subito rialzi in seguito alla tensioni politiche. Alle 16:00, invece, l’indice di fiducia del Michigan per il mese di maggio, prima lettura preliminare: gli analisti credono che il dato sarà pari a 98,5 punti, poco variabile rispetto al mese precedente. Da segnalare che nel pomeriggio si terranno anche alcuni discorsi di membri della Fed e che alle ore 15:30 ci sarà anche un’audizione di Mario Draghi che potrebbe esprimere alcune nuove considerazioni sull’andamento dell’economia dell’area Euro.

Ieri Piazza Affari ha chiuso in un ribasso dello 0,96% a quota 24.033 punti. Molto male le utilities e i titoli bancari. Intesa San Paolo ha perso lo 0,92% mente Banco Bpm ha ceduto addirittura oltre quattro punti percentuali. Si è salvata, invece, Unicredit grazie a ottimi conti trimestrali. Il titolo ha chiuso con un +1,96%. Fra le utilities la peggiore è stata A2A che ha perso quattro punti percentuali. Molto male anche Enel nonostante l’utile del primo trimestre abbia battuto le attese: la società ha ceduto il 3,17%. Lo spread fra Btp e Bund ha toccato quasi i 140 punti base durante la seduta e alla fine ha chiuso in forte rialzo quasi sui massimi a 139,2 punti base. Anche il rendimento del Btp decennale ha fatto registrare un forte rialzo all’1,95%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori