VODAFONE, VITTORIO COLAO LASCIA A SORPRESA/ Decisione personale con 6 mesi d’anticipo: un manager “visionario”

Vodafone, Vittorio Colao lascia la guida dopo 10 anni. Il manager italiano e l’addio a sorpresa: la decisione diverrà effettiva a partire dal prossimo ottobre, era arrivato a luglio 2008

15.05.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
vodafone_facebook_2017
Vodafone, Hotspot gratuito

Un leader “visionario”: così viene definito Vittorio Colao, l’ormai ex ceo di Vodafone, che lascia la guida dell’operatore telefonico dopo averne tenuto la guida per 10 anni. Tra le ultime mosse di Colao, come riportato da Il Sole 24 Ore, va inclusa la conquista delle attività tedesche di Liberty Global, il secondo operatore via cavo in Germania, che consentirà a Vodafone di lanciare la sfida al colosso teutonico Deutsche Telekom. A commento di questa operazione, Colao spiegò:”Ora è il momento giusto per iniziare la transizione. Quello che Vodafone sta iniziando a scrivere è un capitolo completamente nuovo, dopo l’India, dopo Liberty, con la grande strada della convergenza. Sarà il momento giusto per iniziare con un nuovo team di manager dedicati”. Colao ha trascorso in Vodafone gli ultimi 20 anni, di cui 14 anni come membro del board. La decisione di lasciare la guida del gruppo è arrivata con sei mesi d’anticipo rispetto al 1 ottobre, data della scadenza del contratto. Una decisione, come riporta Il Sole 24, assolutamente personale e lungamente discussa con i vertici, a partire dallo scorso anno, che avrebbero preferito continuare a godere della sua esperienza e della sua visione. (agg. di Dario D’Angelo)

L’ADDIO DI VITTORIO COLAO

Con un annuncio a sorpresa, il ceo della Vodafone, il manager italiano Vittorio Colao, ha lasciato la guida del secondo più grande operatore mobile a livello mondiale. La decisione è stata comunicata nella giornata odierna, ma diverrà effettiva a partire dal prossimo ottobre. Dopo dieci anni, quindi, Colao abdica il proprio trono in favore di Nick Read, l’attuale Cfo, mentre Margherita Della Valle prenderà il posto del precedente Cfo. Colao si era posizionato a capo di Vodafone nel luglio del 2008, facendo cresce in maniera esponenziale la multinazionale britannica, toccando quota 536 milioni di utenti mobile in 250 paesi diversi, partendo da una base di 269 milioni: più del doppio. I mercati finanziari hanno accolto l’addio di Colao in maniera negativa, visto che a Londra le azioni Vodafone, come scrive Il Sole 24 Ore, sono in netto ribasso, del 3.7% circa.

I CONTI DEL QUARTO TRIMESTRE

Sono invece in ordine i conti relativi al quarto trimestre, pubblicati questa mattina, con un aumento delle principali attività del gruppo Vodaone pari a 11.8% a 14.7 miliardi di euro, un dato leggermente al di sopra di quanto previsto dagli analisti (14.6 miliardi). Nell’anno fiscale 2017-2018 l’utile netto consolidato è stato di 2.4 miliardi di euro, con una perdita di 6.3, mentre i ricavi sono pari a 46.6 miliardi di euro, in calo del 2.2% rispetto all’annata precedente. Colao ha portato Vodafone fuori dagli Stati Uniti, grazie allo scioglimento di jv con Verizon, e alla fusione con l’indiana Idea Cellular.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori