730 PRECOMPILATO 2018/ Da oggi modifiche al via. Compilazione assistita da lunedì

- Bruno Zampetti

730 precompilato 2018, al via le modifiche della dichiarazione dei redditi online sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Presto arriverà anche la compilazione assistita

agenziaentrate_finanza_lapresse_2017
Lapresse

730 PRECOMPILATO 2018, VIA ALLE MODIFICHE

Da oggi è possibile modificare il modello 730 precompilato messo a punto dall’Agenzia delle Entrate. Ci sarà tempo fino al 23 luglio per accettare o modificare la dichiarazione dei redditi online. Nel caso si debbano apportare delle modifiche è bene sapere che potrà essere oggetto di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate solamente la singola voce aggiunta o modificata dal contribuente, mentre il resto della dichiarazione deve considerarsi esentata da verifiche. Complice anche la presenza di più dati rispetto al passato, comprese anche spese da portare in detrazione, gli accessi al 730 precompilato sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati più di 1,8 milioni, con un forte incremento (superiore al 32%) rispetto allo scorso anno. Sarà interessante capire quanti contribuenti avranno necessità di modificare la dichiarazione precompilata, anche perché questa fase potrà fornire utili indicazioni all’Agenzia delle Entrate per modificare lo strumento.

730 PRECOMPILATO, LA COMPILAZIONE ASSISTITA

Già da quest’anno, tra l’altro, è possibile avvalersi della cosiddetta compilazione assistita, nel caso si abbia appunto necessità di modificare o aggiungere una voce del 730 precompilato. Solamente però da lunedì prossimo, si potranno comunicare i dati che è necessario aggiungere o cambiare direttamente tramite una funzione presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nell’area riservata dove si trova la dichiarazione precompilata. Attraverso l’invio della documentazione necessaria, è possibile avere delle indicazioni su come procedere a effettuare le modifiche necessarie direttamente dall’Agenzia delle Entrate. Resta intatta comunque la possibilità per il contribuente di rivolgersi a un Caf o un intermediario abilitato per modificare il 730 e poi farlo trasmettere all’Agenzia delle Entrate. Sarà interessante vedere alla fine se sarà aumentato il numero degli italiani che hanno autonomamente confermato o trasmesso con modifiche la propria dichiarazione dei redditi precompilata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori