BENZINA/ Italia tra i paesi più cari al mondo per il peso di tasse e accise

- Bruno Zampetti

Benzina, l’Italia è tra i paesi più cari al mondo a causa soprattuttto del peso delle tasse e delle accise. Il prezzo del pieno può superare anche i 100 euro

Benzina_pompa_carburante_pixabay
Pixabay

BENZINA, ITALIA TRA I PAESI PIÙ CARI AL MONDO

Con il prezzo del petrolio che continua a restare sui livelli vicini ai massimi di periodo, il costo della benzina e del gasolio permane su livelli che portano il pieno anche oltre i 100 euro. Il prezzo della benzina, infatti, è sempre sopra gli 1,74 euro al litro e nei casi in cui si abbiano vetture con serbatoio da 60 litri è facile superare i 100 euro per il rifornimento. Oltre che il petrolio, un grosso peso sul prezzo dei carburanti ce l’ha il fisco. Il Giornale ricorda infatti che nel nostro Paese le tasse incidono per il 64% sul prezzo delle benzina e per il 60% su quello diesel. Considerando che negli Usa le imposte sui carburanti non superano il 20% si capisce bene quanto anche una piccola variazione del prezzo effettivo della benzina venga amplificata dalle accise esistenti. Che a volte non dipendono nemmeno dallo Stato centrale, ma sono poste a livello regionale, anche per finanziare deficit in alcuni settori come la sanità.

PREZZO BENZINA, IL PESO DELLE TASSE

A livello europeo, il costo della benzina in Italia è secondo solo a Olanda e Danimarca, mentre per quanto riguarda il gasolio, il nostro Paese è secondo solo alla Svezia. Se venissero scorporate le tasse che incidono sul prezzo del carburante, l’Italia occuperebbe la quinta posizione europea per quel che riguarda il costo della benzina e l’ottavo per quel che riguarda il diesel. Il Governo Lega-M5s che sta per nascere intende intervenire sul tema. Nel contratto di Governo è infatti scritto che sul fronte fiscale “come premessa, si dichiara l’intenzione di voler sterilizzare le clausole di salvaguardia Ue che comportano l’aumento delle aliquote Iva e delle accise, in quanto sarebbe un colpo intollerabile per famiglie e imprese, nonché provvedere alla correzione dell’extra tassazione sulle sigarette elettroniche. Intendiamo inoltre eliminare le componenti anacronistiche delle accise sulla benzina”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori