Tornano gli incentivi per auto/ Sono nel contratto di governo Lega-M5s

- Bruno Zampetti

Tornano gli incentivi per le auto, sono previsti nel contratto di Governo tra Lega e Movimento 5 Stelle per chi acquista veicoli ibridi o ad alimentazione elettrica

Auto_Elettrica-Parcheggio-Pixabay
Pixabay

TORNANO GLI INCENTIVI PER LE AUTO

Con il Governo Lega-Movimento 5 Stelle potrebbero arrivare degli incentivi auto per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi. Nel contratto di Governo, infatti, è indicato come necessario l’avvio di un percorso finalizzato alla riduzione degli autoveicoli inquinanti diesel e benzina, in modo anche da riuscire a rispettare l’accordo di Parigi relativo ai cambiamenti climatici. Dunque i due partiti hanno messo nero su bianco che “è prioritario utilizzare strumenti finanziari per favorire l’acquisto di un nuovo veicolo ibrido ed elettrico a fronte della rottamazione-vendita di un mezzo con motore endotermico o per interventi di retrofit per veicoli a combustione interna. Il contributo concesso, che dovrà essere attentamente aggiornato sulla base del tasso di diminuzione dei prezzi internazionali delle vetture elettriche, servirà anche come volano per il rafforzamento della presenza sul territorio di un sistema di vendita e dell’infrastruttura di ricarica”.

LE SCELTE DI LEGA E MOVIMENTO 5 STELLE

Non bisogna infatti trascurare che se le vetture ibride non hanno problemi particolari di autonomia, potendo comunque contare su un motore termico, quelle completamente elettriche, invece, non possono percorrere più di un certo numero di km. Servirebbe quindi un’adeguata rete di colonnine di ricarica, fuori e dentro i centri abitati. E non bisogna nemmeno dimenticare che rispetto al rifornimento alle pompe di benzina o gasolio, la ricarica delle batterie richiede un certo tempo.  Serviranno quindi innovazioni tecnologiche importanti sui mezzi elettrici per ridurre questi tempi di attesa. Forse anche coscienti delle temporanee difficoltà, Lega e M5s ritengono sia necessario “introdurre o sperimentare anche altre azioni di accompagnamento, quali ad esempio meccanismi premiali per l’incentivazione dei mezzi a bassissime emissioni, applicando la regola comunitaria del ‘chi inquina paga’”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori