BONUS 18APP/ Prorogato il buono cultura da 500 euro per i 18enni. Dal 2019 cambierà

- Bruno Zampetti

Il bonus 18app da 500 euro, conosciuto anche come bonus 18 anni o bonus cultura, è stato prorogato fino alla fine dell’anno. La misura è contenuta nel Decreto milleproroghe

Libro_Libreria_Lapresse
Lapresse

BONUS 18 APP DA 500 EURO PROROGATO

Il bonus 18app, conosciuto anche come bonus 18 anni o bonus cultura, è stato prorogato fino alla fine dell’anno. La decisione è stata presa dal Governo nel Consiglio dei ministri che si è svolto oggi e che ha varato il Decreto milleproroghe. Il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, ha però fatto capire che la misura varata dal Governo Renzi subirà un’importante modifica a partire dal 2019. Nel frattempo si potrà tornare sul sito 18app.italia.it (non appena la proroga sarà effettivamente in vigore) e registrarsi per poter avere diritto a un bonus da 500 euro da utilizzare  per cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera. Il buono può anche essere salvato sul proprio smartphone, in modo da utilizzarlo poi comodamente, entro la fine dell’anno, presso gli esercenti fisici e online aderenti all’iniziativa.

DAL 2019 NUOVO BONUS CULTURA

Bonisoli, come si diceva, ha già fatto sapere che dal 2018 ci saranno novità in tema di bonus per gli italiani che compiono 18 anni. Parlando in audizione alla Camere, il ministro ha spiegato che ci sarà una consultazione con i soggetti coinvolti, ma l’idea è quella di modificare la cifra del bonus, privilegiando le fasce economicamente più deboli, e dettagliare meglio i beni e i servizi che possono essere acquistati. Qualche mese fa, infatti, la trasmissione Le Iene aveva mostrato come il bonus venisse utilizzato dai giovani anche per feste ed eventi che poco avevano a che fare con la cultura, se non quella dello sballo. Il ministro non ha nascosto anche che gli piacerebbe poter rendere disponibile lo strumento anche a chi ha più di 18 anni. Non resta che attendere per scoprire maggiori dettagli in merito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori