BORSA ITALIANA OGGI/ Chiusura a +0,38%, Brembo a +4,4% (20 febbraio 2019)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news. Piazza Affari chiude in rialzo. Sul listino principale bene Brembo, Fca e Juventus. Male invece Banco Bpm. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Lapresse

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in rialzo dello 0,38% e sul listino principale troviamo in rosso Banco Bpm (-1,26%), Banca Generali (-0,19%), Bper (-0,8%), Ferragamo (-0,77%), Ferrari (-0,27%), Fineco (-1,4%), Italgas (-0,08%), Moncler (-0,37%), Poste Italiane (-0,28%), Saipem (-0,73%), Snam (-0,67%) e Unipol (-0,37%). I rialzi più significativi sono quelli di Amplifon (+0,83%), Atlantia (+1,1%), Brembo (+5,05%), Buzzi (+1,33%), Exor (+1,68%), Fca (+1,94%), Juventus (+2,77%), Leonardo (+1,34%), Pirelli (+3,84%), Prysmian (+0,77%), Stm (+1,56%) e Ubi Banca (+0,61%). Fuori dal listino principale Il Sole 24 Ore chiude con un +22,61%, mentre Brioschi cede il 4,19%. Il cambio euro/dollaro torna a quota 1,135, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 275 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:35

La Borsa italiana guadagna lo 0,1% e sul listino principale troviamo in rosso A2A (-0,1%), Azimut (-0,2%), Banco Bpm (-1,4%), Banca Generali (-0,2%), Bper (-1,2%), Enel (-0,1%), Ferragamo (-1%), Fineco (-1,3%), Intesa Sanpaolo (-0,4%), Italgas (-0,3%), Moncler (-0,8%), Poste Italiane (-0,3%), Recordati (-0,3%), Saipem (-0,7%), Snam (-0,4%), Unicredit (-0,4%) e Unipol (-0,4%). Campari, invece, si trova in parità. I rialzi più significativi sono quelli di Brembo (+4,4%), Buzzi (+0,9%), Exor (+1,2%), Fca (+1,6%), Juventus (+2,7%), Leonardo (+0,7%), Pirelli (+2%), Prysmian (+0,6%) e Telecom Italia (+0,7%). Fuori dal listino principale Il Sole 24 Ore sale del 22%, mentre Visibilia cede il 5%. Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,135, mentre lo spread tra Btp e Bund sfiora i 275 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:55

La Borsa italiana cede lo 0,2% e sul listino principale troviamo in rialzo A2A (+0,1%), Amplifon (+1,7%), Atlantia (+0,7%), Brembo (+1,7%), Buzzi (+0,6%), Cnh Industrial (+0,1%), Diasorin (+0,5%), Enel (+0,2%), Exor (+0,7%), Fca (+0,2%), Juventus (+0,2%), Leonardo (+0,9%), Pirelli (+1,1%), Prysmian (+0,8%), Saipem (+0,1%) e Stm (+0,1%). I ribassi più ampi sono quelli di Banco Bpm (-2,3%), Bper (-1,2%), Ferragamo (-1%), Fineco (-1,3%), Intesa Sanpaolo (-0,7%), Poste Italiane (-0,8%), Telecom Italia (-1%), Ubi Banca (-0,8%) e Unicredit (-1%). Fuori dal listino principale Il Sole 24 Ore sale dell’11,5%, mentre Visibilia cede il 4%. Il cambio euro/dollaro raggiunge quota 1,135, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 273 punti base.

PIAZZA AFFARI CERCA DI TENERE I 20.000 PUNTI

Non sono molti i dati macroeconomici in arrivo nella giornata di oggi. Tra questi si segnalano per importanza l’indice dei prezzi alla produzione in Germania, con riferimento al mese di gennaio, in diffusione alle 8:00, e l’indice di fiducia dei consumatori a febbraio a livello europeo, che conosceremo invece nel pomeriggio. In serata ci sarà la pubblicazione dei verbali della riunione del comitato monetario della Fed dello scorso mese, quando ormai le borse europee saranno già chiuse. In giornata è prevista anche l’emissione di Bund con scadenza a cinque anni. A Piazza Affari sono attesi i dati dell’ultimo trimestre 2018 di Tenaris.

Ieri il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,5% a 20.228 punti. Sul listino principale, tra i pochi titoli in rialzo, ha fatto meglio di tutti Telecom Italia, con un +1,2%. Unipol si è fermata invece a +1%. Sul fronte dei ribassi, Amplifon ha perso il 3,8%, mentre Ubi Banca il 3,6%. Male anche Fineco (-2,2%) e Banca Generali (-2,7%). Superiori all’1% anche i cali di Cnh Industrial (-1,4%), Diasorin (-1,2%), Leonardo (-1,5%), Recordati (-1,8%), Stm (-1%) e Unicredit (-1,4%). Lo spread tra Btp e Bund è salito a 268 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA