BORSA ITALIANA/ Chiusura oggi a -0,2%, Juve a +8,2: spread a 272 (25 aprile 2019)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news, Piazza Affari chiude in flessione dopo l’annuncio della Bce: calo mercati Ue. Gli aggiornamenti finali sulle azioni più importanti

Trader_borsa_gruppo_lapresse
Lapresse
Pubblicità

LA CHIUSURA DELLA BORSA A PIAZZA AFFARI

Milano non si allontana dalla sostanziale “parità” anche nella chiusura della Borsa Italiana di oggi: un deludente -0,2% fa archiviare la seduta estiva del 25 aprile con 21.719,88 punti. Lo spread chiude in crescita a 272 mentre in generale Piazza Affari paga con tutte le altre piazze europee le difficoltà asiatiche e il monito della Bce sulla debolezza anche futura dei mercati azionari nel Vecchio Continente. Chiude molto bene la Juventus che rialza la testa dopo l’eliminazione in Champions League, ora a +8,2%; frenano i titoli più sensibili all’andamento del petrolio, su tutti Tenaris (-2,1%) e Saipem (-0,7%). L’euro continua a perdere terreno nei confronti del dollaro e anche se la chiusura non è pessima resta la difficoltà economica di Piazza Affari e dei mercati Ue di recuperare sul dollaro Usa. Tra i best performers oltre alla Juve troviamo Banca Generali (+2,8%), Azimut Holding (+2%) e Bper Banca a +1,63%. Tra i peggiori titoli invece segnaliamo, oltre a Tenaris e Saipem, anche Stmicroelectronics (-1,6%), Buzzi Unicem (-0,94%) e Fiat Chrysler che chiude la sessione odierna con un -0,8%. (agg. di Niccolò Magnani)

Pubblicità

MILANO TIENE, BORSE UE IN CALO

Mentre il Mib tiene ad un +0,13, Milano prosegue nella buona andatura senza “clamorosi” alti ma facendo meglio delle altre Borse europee in calo da tutta la mattinata del 25 aprile dopo l’annuncio della Banca Centrale Europea. «La crescita dell’Eurozona continuerà ad essere fiacca nei prossimi mesi», fanno sapere all’apertura delle Borse il board della Bce che, complice l’andatura da ko dei mercati asiatici, non fanno schizzare in alto gli indici delle contrattazioni odierne. «Stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 21.684 punti; sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 23.734 punti, sui livelli della vigilia. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,12%), come il FTSE Italia Star (0,1%)», riporta Borsa Italiana in merito alle contrattazioni della prima parte di giornata. Tra i migliori titoli del momento, segnaliamo Juventus (+2,48%), Azimut (+1,01%), BPER (+0,95%) e Banca Generali (+0,82%). I ribassi più forti sono invece su Tenaris, che continua la seduta con -1,93%; Pirelli (-1,21%) e Ferrari (-0,82%). (agg. di Niccolò Magnani)

Pubblicità

PIAZZA AFFARI APERTA NONOSTANTE LA FESTA DEL 25 APRILE

In questa giornata di festa la Borsa italiana è aperta, ma non ci sono molti dati macroeconomici in agenda. Alle 9:00 conosceremo il dato relativo alla disoccupazione in Spagna nel primo trimestre dell’anno. Alle 14:30 sarà la volta invece delle richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti. Alla stessa ora, sempre dagli Usa, arriverà il dato sugli ordini di beni durevoli nel mese di marzo. Oggi è previsto il pagamento di alcuni dividendi staccati martedì, tra cui quelli di Unicredit, Piaggio, Banca Mediolanum, Fineco, Recordati e Campari. A Wall Street si attendono le trimestrali di Amazon, Ups, Ford, Intel e Starbucks. Dalle altre borse europee si attendono invece i risultati del primo trimestre di Barclays e Ubs.

Ieri il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,79% a 21.724 punti. Sul listino principale si è fatta notare Stm, con un balzo del 5%. Hanno guadagnato più di un punto percentuale anche Buzzi (+1,2%), Prysmian (+1,6%) e Atlantia (+1,4%). Tra i ribassi, la peggiore è stata Juventus con un -5,6%. Male anche Ubi Banca (-3,6%), Diasorin (-2,3%), Poste Italiane (-2,1%), Tenaris (-2,1%) e Intesa Sanpaolo (-2%). Lo spread tra Btp e Bund si è attestato a 264 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità