Edoardo Giordan, atleta paralimpico/ “Persi la gamba a 20 anni dopo una malattia”

- Davide Giancristofaro Alberti

La favola di Edoardo Giordan a Storie Italiane: “A 20 anni persi la gamba dopo una malattia rara diagnostica tardivamente”

edoardo giordan 2021 rai 640x300
Edoardo Giordan a Storie Italiane

La favola di Edoardo Giordan a Storie Italiane, il pluri-medagliato atleta paralimpico italiano, vincitore di numerosi titoli nella spada, e da 8 anni a questa parte con una protesi alla gamba destra dopo essere stato colpito da una malattia rara. “Partiamo dal principio – racconta Edoardo Giordan parlando con Eleonora Daniele – ho una protesi alla gamba destra, dovuta ad una malattia non diagnostica in anticipo, avevo 20 anni quando i medici scoprirono questa malattia rarissima, non c’è stato nulla da fare perchè è stata diagnosticata tardivamente, era il 2013”. Tra l’altro è stata una cosa molto veloce, nel giro di poche settimane: “Mi sono presentato dal medico verso i primi di agosto e a fine mese ero già in ospedale, le cure non funzionavano e la situazione era sempre più grave, quindi l’operazione di amputazione era inevitabile per cercare di salvare la gamba”.

Ad aiutare Edoardo Giordan è stato lo sport: “Lo sport è stato fondamentale, il primo anno uscito dall’ospedale è stato un anno di stallo, ero confuso, vedevo che dovevo imparare di nuovo a camminare, a fare la doccia, lo sport mi ha dato la grinta, la motivazione a dare il meglio di me stesso a pormi obiettivi che non avevo prima della malattia. Ora cercherò di fare lo stesso alle olimpiadi, partiremo a metà agosto e stiamo facendo il percorso di preparazione”.

EDOARDO GIORDAN E L’APPORTO DI FONDAZIONE BARONI

In collegamento anche Giuseppe Signoriello, il presidente della Fondazione Baroni che da anni è a fianco proprio di Edoardo Giordan e di altri atleti disabili: “E’ il nostro testimonial, una persona che noi di Fondazione Baroni portiamo avanti perchè la nostra Fondazione segue la disabilità in generale, nata oltre 40 anni fa per volere di un uomo buono, un laico, che alla fine della sua esistenza ha lasciato il suo patrimonio per fare opere buone. La Fondazione Baroni in quasi 50 anni di storia ha portato avanti i suoi progetti finanziando le quattro anime della disabilità, ovvero, assistenza, sport come integrazione, ricerca e borse di studio per i giovani e valorosi studenti per trovare soluzioni idonee a chi soffre”. Oggi, Edoardo Giordan, compie 28 anni, il compleanno in quello che sarà un anno senza dubbio memorabile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA