ESAMI DI STATO 2011/ Maturità, seconda prova, Itc, tema di Economia aziendale, le tracce ufficiali del Ministero

Sul sito del ministero dell’interno sono state pubblicate le tracce ufficiali della seconda prova dell’Istituto tecnico commerciale a indirizzo giuridico economico aziendale

23.06.2011 - La Redazione
studentessa_appuntiR400
Foto Imagoeconomica

Sul sito del ministero dell’interno sono state pubblicate le tracce ufficiali della seconda prova dell’Istituto tecnico commerciale a indirizzo giuridico economico commerciale. Come i colleghi degli altri istituti, i maturandi che hanno appena affrontato il tema di Economia aziendale, c’è da scommetterci, affolleranno il web nella speranza di capire se e cosa hanno sbagliato e quante possibilità avranno di superare indenni gli esami. Di seguito, il testo ufficiale integrale della traccia di economia aziendale.  

(Testo valevole per i corsi di ordinamento e per i corsi sperimentali del progetto “SIRIO”)

Il reddito di esercizio, determinato dalla gestione aziendale, può essere scomposto in risultati economici parziali generati dalle singole aree gestionali. Il candidato commenti le differenze tra le diverse aree di gestione nelle imprese industriali  e in quelle bancarie, e illustri gli effetti che la recente crisi economico-finanziaria ha prodotto sui risultati intermedi.

Rediga, quindi, lo Stato patrimoniale e il Conto economico del bilancio al 31/12/2010 di Alfa spa,

Impresa industriale, tenendo presente i seguenti valori:

• ricavi monetari 15.970.580 euro

• costi monetari 14.609.680 euro

• totale impieghi 7.500.000 euro.

Successivamente il candidato sviluppi uno dei seguenti punti.

1. Riclassificare il Conto economico di Alfa spa  nella configurazione a “Valore aggiunto” e a “Ricavi e costo del venduto” e commentare il significato dei risultati intermedi evidenziati. 2. Presentare il Rendiconto finanziario delle variazioni del capitale circolante netto che integra il bilancio al 31/12/2010 di Alfa spa e commentarne i risultati. 3. Presentare il report che illustra la scelta e i calcoli relativi all’arbitraggio di convenienza effettuato dal management di Beta spa, impresa industriale monoprodotto, tra le due proposte ricevute:

• il cliente Gamma richiede una fornitura che rientra nella capacità produttiva dell’impresa a

Un prezzo inferiore del 20% rispetto a quello praticato sul mercato

• il cliente Delta richiede una fornitura eccedente la capacità produttiva dell’impresa a un prezzo inferiore del 30% rispetto a quello  praticato sul mercato tenendo presente che l’impresa può ricorrere all’esternalizzazione di una parte della produzione o all’ampliamento degli impianti con la conseguente assunzione di personale. Dati mancanti opportunamente scelti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori